Polentina e pesce fritto

Stasera pesce fritto con polenta!



Ingredienti:

calamaretti
seppioline
code di gamberi

polenta istantanea

olio d'arachide
sale


Pastella per il pesce:

100 gr di farina per fritture Lo conte*
2 tuorli
2 albumi
latte q.b freddo

In una ciotola ho amalgamato con la frusta a mano i tuorli,la farina e latte sufficiente a rendere una pastella non troppo liquida.
Coperta con pellicola e messa in frigo per un'ora.
Quando avevo l'olio caldo nella friggitrice ho montato gli albumi a neve, amalgamati alla pastella e versato il pesce a piccoli pezzi.
Una volta che il pesce è pronto, salare e servire con la polentina.
Se si avanza pastella si può friggere, (come è successo a me) è buona anche così!


*Nel caso non si trovi la farina per fritture si può usare la farina 00 con un pizzico di lievito per torte salate e se non si vuole usare il latte si può usare acqua gasata freddissima.
Meglio ancora alla farina 00 si può unire un pò di farina di riso la quale permette di ottenere dei fritti più asciutti.

Nessun commento:

Posta un commento

Ciao, grazie per il tuo commento.
Mi fa piacere ricevere anche le tue critiche!
Non esitare a darmi qualche dritta!
Federica
Commenti anonimi se non firmati verranno rimossi.
Commenti con link attivi e inattivi di qualsiasi genere verranno rimossi
Commenti con pubblicità a contest o altro verranno rimossi

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...
Questo blog non rappresenta un prodotto editoriale, ai sensi della legge 62 del 7/3/2001. Alcune immagini sono tratte da internet, ma se il loro uso violasse i diritti d'autore, lo si comunichi all'autore del blog che provvederà alla loro pronta rimozione. L'autore dichiara di non essere responsabile dei commenti lasciati nei post. Eventuali commenti dei lettori, lesivi dell'immagine o dell'onorabilità di persone terze il cui contenuto fosse ritenuto non idoneo alla pubblicazione, verranno insidacabilmente rimossi.
Autorizzo la pubblicazione delle mie foto e ricette a condizione venga sempre inserito un link a questo blog
Copyright © Federica Simoni