Penne rigate con asparagi e gamberi




Ho acquistato dal fruttivendolo le prime punte di asparagi bianchi, preferisco usare le punte per le mie ricette e non gli asparagi interi, questo mi permette di fare prima a pulirli e non avere scarto.
Ne ho preso circa 2 kg  che ho cotto come spiegato nella ricetta e usato per più ricette!
Il primo utilizzo è stato in questo piatto di pasta, se invece avete voglia di fare anche la pasta nel blog trovate un'altra ricetta con le tagliatelle fresche, o in alternativa dei sfiziosi fagottini di sfoglia!

Ingredienti:
300 gr penne rigate
punte di asparagi bianchi (2 kg)
16 gamberoni ( per questo piatto ne ho usati 8)
prezzemolo
olio, sale, scalogno
panna da cucina yo leggera
parmigiano grattugiato

Lavare gli asparagi e pulirli con il pelapatate. Tagliarli a rondelle e conservare le puntine.
In una teglia metto a soffriggere olio e scalogno, unisco le rondelle regolo di sale e porto a cottura.
In un'altra padella faccio la stessa operazione con le puntine.

Quando le rondelle sono pronte le frullo con il mixer ad immersione, unendo il parmigiano e 2 cucchiai di panna.

Pulire i gamberoni dal carapace, conservarne 2 per la decorazione, e dal filetto interno.
Tagliarli in 3 pezzetti.

Mettere a cuocere la pasta.

In una wok metto poco olio e salto i gamberoni.

Quando la pasta è pronta, scolarla e passarla nella wok, unire 2 bei cucchiai di crema di asparagi e un pò di puntine.
Spadellare il tutto e completare con prezzemolo tritato.

Grazie a Aria del blog Aria in cucina, per aver provato la ricetta, qui trovate il suo bellissimo post!

Gelato alla Fragola




ingredienti:

150 gr zucchero
150 gr latte
200 gr fragole mature (peso netto) tagliate a pezzetti
1 uovo
150 gr panna

con il mixer ad immersione frullare  uova e zucchero, unire le fragole e il latte.
Lasciare riposare in frigo qualche ora e poi versare in gelatiera unendo la panna senza montarla.
Uso il gelataio Simac Gc 5000.

Aggiornamento 24/05/2012
ho voluto rifarlo unendo poco latte in polvere per vedere cosa ottenevo

150 gr zucchero +1 uovo
150 gr latte +  20 gr latte in polvere scremato
200 gr di fragole mature (peso netto) tagliate a pezzettini
150 gr panna fresca

In un pentolino scaldare il latte,  e il latte in polvere, frullare bene con il mixer ad immersione.
A parte in un barattolo frullare sempre con il mixer zucchero e uovo, versare sopra il composto caldo e continuare a frullare bene, fare raffreddare velocemente e poi passare in frigo 4 ore
Riprendere il composto, unire le fragole e frullare bene con il mixer ad immersione, lasciare riposare ancora un'ora.
Riprendere e unire la panna senza montarla, versare in gelatiera e avviare per il tempo necessario.
A piacere quando il gelato è quasi pronto unire 2 cucchiai di liquore alle fragole, terminare di mantecare e poi passare in un contenitore in freezer

Considerazioni:
il risultato in fatto di cremosità cambia di poco, quindi il latte in polvere è facoltativo.
Con il liquore il gelato rimane sempre morbido in quanto l'alcool non ghiaccia



Frittata con tonno e pancetta





Visto che oggi  fa caldo ci vuole  un piatto veloce.
Una frittata gustosa e saporita, realizzata con gli ingredienti che più comunemente abbiamo in dispensa!
Buon appetito!


Ingredienti:
4 uova
2 cucchiai di parmigiano grattugiato
2 cucchiaini di pangrattato alle erbette(rosmarino, salvia, timo)
80 gr di tonno sottolio peso sgocciolato
20 gr di pancetta affumicata a dadini (oppure pancetta dolce)

Per prima cosa sbattere le uova con il parmigiano e il pangrattato.

Sminuzzare il tonno e mettere da parte.

Rosolare la pancetta nella padella.

Versare nella padella il composto di uova e completare con il tonno.

Gelato al bacio e latte condensato



Volevo provare il latte condensato nel gelato, ho fatto un giro nel web trovando qualcosa ma non esattamente quello che volevo, quindi sono passata al piano B: faccio di testa mia!!^_^
Ho fatto bene, gelato super cremoso super goloso...sembra una pubblicità!!^_^
Per realizzarlo ho modificato la mia ricetta del gelato al bacio.

Un'altra cosa che tengo a dirvi è di non omettere l'uovo, è importare per dare cremosità e spatolabilità al gelato!
Ah si mangia tutto quello che vedete, il bicchierino è una cialda rivestita all'interno di cioccolato fondente.

1 uovo
75 gr zucchero
85 gr latte condensato zuccherato
250 gr panna fresca
200 gr latte
100 gr baci perugina

Scaldare su fuoco dolce il latte, il latte condensato e i baci, senza che i cioccolatini si sciolgano del tutto

Con il mixer ad immersione montare l'uovo e lo zucchero, versare il composto precedente in più riprese  e continuare a frullare, porre in frigo a raffreddare per almeno 4 ore.
Riprendere il composto e unire la panna senza montarla e passare in gelatiera per il tempo necessario.

Crostata orzo e caffè




Per gli amanti del caffè oggi  una crostata "energetica", realizzata con quello che avevo in dispensa!!
Nell'impasto ho messo il cappuccino d'orzo ma la prossima volta provo con la farina!


Ingredienti per una tortiera diametro 24

30 gr farina di mandorle
320 gr farina con lievito Molino Rossetto
100 gr burro
100 gr zucchero
12 gr di cappuccino d'orzo (1 bustina solubile everton)
118 gr di yogurt stracchiatella (un vasetto che doveva essere 125 gr) (sono pignola e peso tutto)^__^
2 cucchiai acqua fredda.
Impastare velocemente e porre in frigo avvolto con pellicola.

Ripieno:
250 gr yogurt caffè
250 gr panna fresca
50 gr zucchero
40 gr amido di mais

In una ciotola sbattere a freddo lo yogurt, la panna e lo zucchero e da ultimo l'amido.

Accendere il forno a 170 fradi.

Foderare la teglia con carta forno.

Prelevare parte dell'impasto di frolla e stenderlo nella base e bordi, versare il ripieno e completare con le decorazioni.

Infornare nella parte bassa del forno per circa 40 minuti.

Nota: ho avanzato poco impasto e ho fatto 15 biscottini risultati croccanti!!

Tortina salata con funghi e salmone



Ho improvvisato questa tortina provando a mettere nell'impasto la panna fresca, il ripieno poi è sempre a piacere. Otterrete una pasta morbida.
Con queste dosi si ottengono 2 tortine da 24 cm di diametro.
Se invece volete qualcosa di più veloce, stendete la pasta sottile e ricavate le forme desiderate  tipo crackers cuocete per 15 minuti e avrete un ottimo snack!!


Ingredienti per uno stampo diametro 24 con fondo amovibile

Pasta:
40 gr farina 00
100 gr farina di farro integrale
45 gr farina di mais fumetto
30 gr farina di kamut
35 gr farina di riso
6 gr sale
2 cucchiai di olio extra vergine d'oliva
150 gr panna fresca
45 gr acqua fredda.

In una ciotola metto le farine, il sale, l'olio e la panna inizio ad impastare e unisco l'acqua necessaria a formare un composto omogeneo.
E' molto veloce l'impasto da fare, lo avvolgo con pellicola e lo metto in frigo per 30 minuti.

Ripieno:
100 gr funghi trifolati e raffreddati
200 gr salmone fresco
100 gr panna fresca
prezzemolo tritato
parmigiano
1 uovo

Sbollentare il pesce e pulirlo dalle lische

In una ciotola mescolare i funghi, il salmone, il prezzemolo e il parmigiano.
Sbattere la panna con l'uovo e unirli al composto precedente.

Accendere il forno a 180 gradi

Riprendo la pasta  e ne prelevo 210 gr, fodero lo stampo compresi i bordi, punzecchio la base verso il composto e risvolto i bordi.

Inforno per circa 35 minuti.

Nota: se si usano ripieni particolarmente umidi, consiglio di cuocere il guscio in bianco per 10 minuti a 200 gradi con un peso sopra e poi versare il ripieno e proseguire la cottura  a 180 gradi.

Ciambelline allo yogurt




A mia figlia piacciono molto queste ciambelline, così dopo questa ricetta  ho cambiato un pò di ingredienti e ho fatto queste ciambelline allo yogurt, molto morbide... una tira l'altra!!
La piastra che ho io potete vederla in queste immagini.

Ingredienti per circa 60 ciambelline:
250 gr farina con lievito Molino Rossetto
130 gr zucchero
125 gr yogurt bianco
120 gr olio di semi di girasole
3 uova

Iniziare con il montare le uova e lo zucchero, poi unire lo yogurt e da ultimo l'olio frullando bene in modo che venga assorbito.

Sempre sbattendo con le fruste unire la farina, si ottiene una pastella non troppo liquida

Mettere da parte il composto e accendere la piastra.

Per comodità e per non sporcare metto il composto in una caraffa piccola.

Quando la piastra è pronta, inizio e cuocere le ciambelline.
In 30 minuti sono pronte, le metto a raffreddare in una gratella.

Quando sono fredde passo alla  glassa vista su cookarond:
2 cucchiai di latte
2 cucchiai di zucchero a velo
15 gr di burro
2 cucchiai di cacao

Mettete in un pentolino il latte, il burro, lo zucchero e per ultimo il cacao (se volete potreste prima miscelare lo zucchero ed il cacao, togliendo eventuali grumi a quest'ultimo ma vi assicuro che andranno via da soli, schiacciandoli durante la cottura contro il bordo del pentolino,visto che rimarranno a galla).
Ponetelo sul fornello piccolo a fiamma dolcissima e fate sobbollire, girando continuamente, per 5/10 minuti (dipende dalla fiamma e dal cacao), finché la glassa non lascerà il cucchiaio velato.
Togliete da fuoco, fate freddare 1 o 2 minuti e, ancora tiepida,usatela per glassare le ciambelline.

Poi ne ho conservata circa un cucchiaio e l'ho mescolata in una ciotola con zucchero a velo e poco latte, e ho glassato altre ciambelline.

Se invece si vuole fare una glassa semplice e veloce, mescolare zucchero a velo e latte regolandosi nella consistenza, questa glassa si asciugherà molto velocemente.

Grazie a Paola del blog Nastro di Raso per averle provate, qui la sua versione con salsa di mirtilli.

Biscottini di frolla salata



Dovete sapere che fino a qualche anno fa mi segnavo a mano tutte le ricette che mi piacevano della prova del cuoco... scrivi, scrivi, scrivi... ho riempito 3 agende!
Mi sono pure fatta un elenco e divise per categoria così faccio prima a trovare quello che voglio!
La ricetta di questi crackers l'ho presa proprio da una delle mie agende, e vi dico subito che creano dipendenza... io ho fatto qualche modifica come sempre, ma vi assicuro che sono buonissimi!!

ingredienti:
250 gr ricotta
300 gr farina con lievito Molino Rossetto
100 gr farina farro integrale
25 gr crusca d'avena
50 gr olio extra vergine d'oliva
40 gr parmigiano grattugiato
20 gr provola dolce grattugiata
110 gr latte
8 gr sale

L'impasto è molto veloce si mette tutto nel mixer e s' impasta finchè si forma la palla.
L'unica cosa che consiglio è dosare il latte per ultimo in modo da vedere quanto ne assorbono le farine.

Avvolgere con pellicola e porre in frigo almeno 30 minuti.

Accendere il forno a 200 gradi.

Riprendo la pasta e la stendo sottile con la macchinetta fino al numero 5 (io ho la Marcato)
Se non si stende sottile otterrete una via di mezzo tra un crackers e pane.

Infornare per 10 minuti.

Per i grissini li ho tirati a mano, e infornati a 200 gradi per 10 minuti

Poi ho spento il forno e messo la funzione ventilato, con lo sportello semi aperto, ho messo le placche dentro e ho fatto asciugare ulteriormente il tutto, in questo modo sono venuti croccanti.

Prima d'infornare si possono spennellare con olio extra vergine d'oliva e acqua in parti uguali, e cospargere di sale.

Se li stendete sottili e li fate asciugare bene, si mantengono benissimo fino a 15 giorni, come appena fatti!!!
Note:
la ricetta originale prevedeva farina integrale e crusca, io ho messo il farro integrale perchè lo trovo perfetto per questo genere di preparazioni, stessa cosa la crusca d'avena.
Un'altra farina ottima è il kamut integrale.

Se non avete la farina con lievito, mettete una bustina di lievito per torte salate

una alternativa alla provola è il pecorino

Gelato al cioccolato bianco e scorza d'arancia candita



Buongiorno !!!! vi sono mancati i miei gelatini ?? ^__^ Bene spero di si, perchè oggi non ho resistito e vista la bella giornata ho pensato " perchè non pubblicare un bel gelato, sperando che questa primavera arrivi definitivamente ?"
Questo gelato nasce dalla richiesta fattami da Marcella, del blog Marcella in cucina, che un pò di tempo fà mi aveva fatto in un commento.
Quindi sono partita dal gelato al cioccolato bianco già pubblicato e ho unito le scorzette d'arancia candite!
A noi è piaciuto non tantissimo.. di più!!!^_^

Ingredienti:
100 gr zucchero
150 gr latte intero o parzialmente scremato
250 gr panna fresca
125 gr cioccolato bianco Novi
scorza d'arancia candita

Sciogliere a bagnomaria il latte e cioccolato. Versare sullo zucchero e frullare con il mixer ad immersione.
Fare raffreddare velocemente e porre in frigo almeno 3 ore.
Poi unire la panna, non montata, e versare in gelatiera.

Tagliare a pezzettini l'arancia candita, e a gelato quasi pronto unirla.

Nota:
se non trovate del buon cioccolato bianco vi consiglio di unire 10 gr di latte in polvere e 2 gr di farina di semi di carruba quando sciogliete il latte e il cioccolato.

Pane con semola rimacinata di kamut



Buongiorno!
Innanzitutto grazie a tutti dei commenti lasciati al post precedente! La festicciola poi al pomeriggio è stata molto divertente, e quando i bambini sono felici lo siamo anche noi!!

Ma passiamo al pane di oggi... della semola rimacinata di Kamut ne avevo già parlato in questo post dove ho fatto dei tagliolini, ma poi si sa che i lievitati sono la mia passione e quindi ho impastato e fatto dei bei filoncini di pane!!
Un pane eccezionale, con una crostina un pò croccante, e l'interno morbido.

Ingredienti:

Lievitino ore 7,00
100 gr farina di kamut
20 gr lievito di birra
10 gr zucchero
140 gr acqua
Impasto velocemente nella macchina del pane, copro con panno umido e lascio lievitare a macchina spenta per 45 minuti.

Ingredienti da unire al lievitino:

400 gr semola rimacinata bianca di Kamut
100 gr farina di kamut
200 gr acqua frizzante
65 gr acqua
14 gr sale
40 gr olio extra vergine d'oliva

Quando il lievitino è pronto avvio il programma solo impasto e  unisco metà farina e metà acqua frizzante, lascio che inizi a incordare unisco il resto di farina e farina frizzante, dopo 5 minuti unisco l'olio e il sale e l'acqua necessaria ad ottenere un composto omogeneo.

Copro e lascio lievitare 1 ora e mezza.

Riprendo e senza impastare spolvero l'impasto di semola, taglio  dei pezzi e formo dei pani irregolari.
Li spennello d'olio e acqua in parti uguale e metto a lievitare ancora 1 ora e mezza.

Inforno a 200 gradi per 20 minuti.

Qui l'ho farcito con roast beef, insalata, passata di pomodoro  e mozzarella

Brownies..riciclo uova di Pasqua







Ieri mia figlia Linda ha compiuto 7 anni!
Per l'occasione ho pensato di farle una torta al cioccolato ed usare quindi un bel pò di cioccolato delle uova di Pasqua!
Non ho fatto torte da grande effetto speciale, ma ben sì una torta semplice, che rappresenta un pò anche come sono io e la mia famiglia.
L'effetto speciale è lei che con i suoi discorsetti e le sue marachelle mi riempie le giornate!!^__^
I tre quadrati che vedete nel piatto li ha fatti fuori per colazione!!!!!!!
Oggi pomeriggio invece festeggia con i compagni di classe, quindi sarà un pomeriggio molto intenso!!

La ricetta l'ho presa da Più Dolci di novembre 2010 facendo solo qualche piccolissima modifica.


Ingredienti per una teglia usa e getta 30x36

100 gr farina con lievito
50 gr farina di nocciole
300 gr burro
6 uova
500 gr zucchero
300 gr cioccolato fondente
50 gr gocce di cioccolato
40 gr cacao zuccherato

Fondere a bagnomaria il cioccolato e il burro mettere da parte e lasciare intiepidire.

Accendere il forno a 160 gradi.

Sbattere le uova con lo zucchero senza sbatterle troppo, incorporatele al composto sciolto.

Setacciare la farina e il cacao sopra la massa, unire poi la farina di nocciole, mescolare il tutto con una frusta a mano molto delicatamente.

Rivestire lo stampo con carta forno, e versare il composto, cospargere la superficie con le gocce .

Infornare a 160 gradi per circa 35/40 minuti e poi spegnere e non aprire per almeno 10 minuti.

Una cosa importante è NON aprire lo sportello del forno altrimenti scende al centro!

Lasciare raffreddare il dolce nello stampo, anche tutta la notte e poi passarlo in un vassoio.

Servire a quadrotti e a piacere accompagnarlo con panna semi montata poco zuccherata

Nota:
l'originale prevedeva farina di mandole, farina + 1 cucchiaino di lievito,3 gocce di aroma rum o 1 bicchierino di liquore arancio.

Aggiornamento 22/05/2012
decido di rifare la ricetta ma cambiando procedimento:

sciogliere il cioccolato e il burro a bagnomaria, quando è quasi sciolto unisco metà zucchero e mescolo con un cucchiaio, spengo e metto da parte.
Nel frattempo sguscio le uova e le sbatto a bassa velocità con il rimanente zucchero, ma non le monto.
Verso il composto di uova nella casseruola del cioccolato e mescolo con una frusta a mano.
Unisco il resto e giro.
verso nello stampo e inforno.

Considerazioni:
in entrambi i procedimenti il risultato non cambia, sono ottimi.
La foto è riferita al primo procedimento.

Tortine semplici alla ricotta



Ancora ricotta, ma stavolta per delle tortine molto semplici, le avevo fatte per Pasqua assieme a colombine e crostata.

Provatele sono morbidissime!!!

ingredienti per 6 stampini diametro 10 o una tortiera diametro 24

250 gr ricotta
280 farina con lievito
190 zucchero
3 uova
5 cucchiaio d'olio di girasole
60 gr latte
buccia d'arancia candita

copertura: glassa al cioccolato

Accendere il forno a 175 gradi.

Montare gli albumi a neve fermissima

Sbattere tuorli con lo zucchero,unire la ricotta, farina, l'olio, dare tempo che quest'ultimo venga assorbito.
Unire il latte e le arance candite
Adesso con un cucchiaio di legno unire gli albumi delicatamente dal basso verso l'alto.

Versare negli stampini e infornare.

Cottura:
Se si fa la torta il tempo è di circa 35/40 minuti, verificare con lo stecchino
Per le tortine  circa 25 minuti

Grazie di cuore a Laura del blog L'Antro dell'Alchimista per aver provato la ricetta, qui il suo bellissimo post!!

Focaccia morbidissima alla ricotta




Girando nei blog ho visto che viene usata la farina Arifa, così al primo giretto al centro commerciale della mia zona l'ho presa per provarla.
Questa farina in pratica è un mix di farine biologiche (farina 0, semola rimacinata di grano duro, farina di farro, farina di mais e glutine di frumento)
Ho già fatto il pane, e adesso ho voluto provarla per farci una focaccia.
Ho ottenuto una focaccia morbidissima e gustosa..beh se poi ci mettete dentro soppressa, peperoni grigliati, insalatina e mozzarella il gusto è a 360 gradi!!!


Lievitino:
12 gr lievito di birra
100 gr di latte
10 gr zucchero
100 gr farina integrale di grano tenero bio

Impasto velocemente nella macchina del pane, copro con panno umido e lascio lievitare 40 minuti.

Ingredienti da unire al lievitino:

500 gr farina Arifa (oppure farina 0)
250 gr ricotta
40 gr olio extra vergine d'oliva
14 gr sale
168 gr latte

Avviare il programma impasto e lievitazione, unire metà farina e metà ricotta, dare tempo che s'impasti e unire il resto della farina.
Poi unisco piano piano la restante ricotta e lascio assorbire, poi unisco l'olio a filo molto lentamente e quando è stato assorbito unisco il sale.
A questo punto unisco poco latte per volta per vedere quanto ne assorbe la farina.

Lascio lievitare coperto con panno umido per 1 ora e  mezza.

Poi riprendo l'impasto e faccio le pieghe di rinforzo,come fa Bonci in questo video.
le pieghe di rinforzo si fanno prima ripiegando i lati verso l'interno poi si gira l'impasto e si ripete l'operazione con gli altri lati... fino a quando l'impasto non si asciuga.

Lascio riposare 10 minuti l'impasto.

Accendo il forno a 200 gradi, metto poco olio nella placca del forno, stendo l'impasto, lo spennello con acqua e olio in parti uguali e ho macinato del sale rosa dell'Himalaya.

Inforno per circa 20 minuti.

Tolgo la focaccia dalla placca la passo nella griglia e la lascio raffreddare.

Per il ripieno ho arrostito un peperone sul fornello, riposto in un sacchetto di carta e lasciato la 15 minuti, poi l'ho spellato e tagliato a striscioline, condito con olio e origano.
Ho tagliato la focaccia e farcita con peperone, soppressa veneta, insalatina mista e mozzarella, ho scaldato il tutto brevemente in una teglia con coperchio e pappato!!

Grazie a Natalia del blog Fusillialtegamino per averla provata e realizzata con il lievito madre, qui il suo bellissimo post.

Grazie a Sweetmiaomiao del blog La micia fa le fusa ed io il punto croce, per aver provato la ricetta, qui il suo bellissimo post

Quadrotti arancia e pistacchio




Un dolcetto leggero...si perchè non ho messo ne olio ne burro, ma molto morbido e goloso!
Ho usato il kefir che ha dato molta morbidezza, in alternativa consiglio il latticello, ma anche lo yogurt greco è un valido sostituto!
Buona merenda!

Ingredienti teglia rettangolare Guardini

2 uova
350 gr farina con amido Molino Rossetto
1 bustina di lievito
50 gr farina di pistacchio
240 gr succo d'arancia + la buccia
180 gr zucchero
230 gr kefir. a temperatura ambiente

per decorare: glassa al cioccolato

Accendere il forno a 180 gradi.

Grattugiare la buccia d'arancia e mettere da parte , poi spremerle  (per me 3) e mettere da parte anche il succo.

In una ciotola ho mescolato la farina, il pistacchio e il lievito.

In un'altra ciotola ho messo lo zucchero e le uova, e ho iniziato a montare di seguito ho unito il succo dell'arancia, la buccia e il kefir.

Sempre montando con le fruste ho unito a pioggia le farine.

Ho versato nello stampo, senza carta forno e senza imburrare, e infornato per circa 25 minuti.

Verificare la cottura con uno stecchino.

Aspettare 15 minuti e poi capovolgere il dolce sopra una griglia

Quando si è raffreddato completamente l'ho ricoperto di glassa.

Tagliolini al kamut alla carbonara con salmone e piselli



Altro acquisto fatto al Naturasi, la semola rimacinata di Kamut che mi sta dando molte soddisfazioni!!
Per prima cosa l'ho usata per farci la pasta fresca e già da questa preparazione mi è piaciuta moltissimo...ma arriverà anche il pane!!!^_^
Intanto gustatevi questi tagliolini gustosi!!


Ingredienti pasta:
400 gr di semola rimacinata bianca di kamut
4 uova
4 cucchiai d'acqua
1 cucchiaio dolio extra vergine d'oliva

Nel robot metto la farina, l'olio e le uova, inizio l'impasto e metto l'acqua necessaria a rendere il composto omogeneo.
Avvolgo con pellicola e lascio riposare per 30 minuti.

Poi riprendo l'impasto e stendo con la macchinetta fino al numero 5.
Poi taglio con i rulli appositi tagliatelle e tagliolini.

Condimento:
250 gr di salmone fresco
piselli freschi
1 uovo
30 ml di panna fresca
olio, scalogno, pepe, sale

In due pentole diverse sbollento il pesce e i piselli.

Pulisco il pesce dalle lische e pelle e lo frantumo a pezzettini.

In una wok metto poco olio  e lo scalogno tritato, faccio rosolare e unisco pesce e piselli, regolo di sale e pepe.

Nel frattempo metto a bollire l'acqua  e cuocio i tagliolini.

A parte sbatto l'uovo, la panna e pepe.

Scolare i tagliolini e versarli nella padella con pesce e verdure, lascio insaporire, tolgo dal fuoco e metto il composto di uova mescolare bene e lasciare che la crema si addensi,  quindi impiattare.

Nota:
non ho cotto tutta la pasta fresca ma un pò meno della metà

Crostata di Pasqua






Le crostate si sa ormai sono un'altra di quelle cose che mi piace sfornare!! E lo spunto per questa crostata l'ho preso da Più Dolci di aprile 2010, ho apportato qualche modifica in quanto l'originale prevedeva il grano, mentre io ho preferito usare il riso originario.
Ho visto che il riso non è una novità in questo genere di preparazioni, ma dato che non l'avevo mai provato ora posso dire che ne farò altre con altre varianti!!!^_^

Auguro a tutti quelli che passano di qua una Buona Pasqua


Ingredienti per uno stampo rettangolare con fondo amovibile 35x11

Ingredienti:

Frolla:
170 gr burro salato morbido
300 gr farina con lievito Molino Rossetto
120 gr zucchero
2 tuorli
10 gr zucchero vanigliato

10 gr cacao


Per il ripieno:
150 gr riso originario (Riso Gallo)
500 gr latte

150 gr latte condensato zuccherato
2 tuorli
100 gr latte
2 tuorli
30 gr gocce di cioccolato ( oppure si possono riciclare le uova di Pasqua)
100 gr ricotta
30 gr zucchero


Per prima cosa mettere a bollire il latte e cuocere il riso per 13 minuti.
Mettere in una ciotola coprire con pellicola e fare qualche buchetto in modo che esca il vapore.

Preparare la frolla:
impastare il burro con lo zucchero, unire i tuorli, poi la farina e qualche cucchiaio d'acqua fredda per rendere il composto omogeneo.
Avvolgere con pellicola e porre in frigo 1 ora.

Poi preparare il ripieno:
Prendere un tegame antiaderente e mettere il riso, il latte e il latte condensato cuocere a fuoco basso per circa 10 minuti facendo attenzione che non attacchi.
Togliere dal fuoco, versare in una ciotola coprire e lasciare raffreddare.
Quando è freddo sbattere con le fruste e unire i tuorli, poi la ricotta e lo zucchero, da ultime le gocce di cioccolato

Accendere il forno a 180 gradi.

Riprendere la pasta frolla e stendere una parte nello stampo leggermente imburrato, compresi i bordi.

Versare il ripieno (ne ho avanzato un cucchiaio abbondante).

Ricavare dalla frolla le strisce per decorare e poi ne ho prelevato circa 100 gr da quella rimasta e ho unito il cacao.
Ho ritagliato anche quelle al cacao e poi ho alternato le strisce sopra al ripieno.

Inforno nella parte più bassa del forno per 30 minuti.

Una volta fredda conservare in frigo..se arriva!!!!

Nota: ho avanzato un pò di frolla e ho fatto 2 crostatine.

Colomba 2012



I lievitati con il lievito in coltura liquida sono i miei preferiti!! Ormai ho trovato il mio modo di eseguire questo genere d'impasti e non lo cambio!!^_^
Il lievitino con il lievito di birra è facoltativo, a volte lo uso a volte no, dipende da quanto è attivo il mio lievito.
A domani con un'altra ricettina per Pasqua!!
Se invece volete altre idee per realizzare le colombe, qui e qui potete trovarle!

Ingredienti per una colomba da 1 kg e una focaccia piccola diametro teglia 19

lievitino alla sera ore 21,00
220 licoli
5 gr zucchero
100 farina 00
100 gr manitoba
30 acqua.

Impastare coprire con pellicola e lasciare a t.a. fino al mattino.

Sempre alla sera mi preparo la crema pasticcera.
250 gr panna fresca
50 gr zucchero
1 uovo intero
35 gr amido di frumento(o fecola di patate)
Montare uovo, zucchero e amido, unire la panna calda e fare addensare, coprire con pellicola.


Ore 6,15 altro lievitino: (questo passaggio è facoltativo si può non fare, sapendo che si allungano i tempi di lievitazione)
10 gr zucchero
da 5 gr al massimo 10gr lievito di birra fresco
50 gr manitona
70 latte
mescolare, coprire con panno umido e fare lievitare.

Ingredienti impasto:
280 gr manitoba
60 gr w 400
60 farina 00
160 gr zucchero
arancia candite tritate
75 gr crema pasticcera a  temp.ambiente
4 tuorli
100 gr burro morbido
12 gr sale
40 gr albume
70 gr latte.

ore 7,15 inizio l'impasto con la macchina del pane
poca farina (se si ha fatto si mette il lievitino con lievito di birra), poi metto tutto il lievito fatto con licoli e via via unisco gli altri ingredienti alternandoli alla farina e dando tempo che vengano sempre assorbiti tra un aggiunta e l'altra.
Ci vuole pazienza per questa fase, per l'impasto ci ho messo 25 minuti.
Copro con panno umido e lascio lievitare 4 ore

Poi riprendo l'impasto e lo metto negli stampi. spennello di latte e metto a lievitare nel forno tiepido per altre 2 ore e mezza.

Accendo il forno a 180 gradi.

preparo la glassa:
farina di mandorle, zucchero a velo in pari quantità e albume q.b mescolo e spennello prima d'infornare completo con granella di zucchero e mandorle.

Inforno per un tempo totale di 40 minuti, passati i primi 20 minuti copro con carta argentata.

vale sempre la prova stecchino

Colombine veloci e cioccolatose



Se non c'è tempo per le lunghe lievitazioni si può sempre ovviare con delle colombine veloci e cioccolatose!


Ingredienti per 5 colombine da 100 gr l'una

2 uova
100 gr zucchero a velo
40 gr zucchero semolato
150 gr philadelphia milka
2 cucchiai olio di girasole
250 gr farina con lievito Molino Rossetto
40 gr farina di riso
20 gr granella di nocciole
180 gr panna vegetale da montare già zuccherata
60 gr latte di latte.

Glassa al cioccolato

Accendere il forno a 180 gradi.

Montare a lungo le uova con lo zucchero, unire il philadelphia, successivamente l'olio.
Successivamente sempre montando unire le farine e le nocciole.
Da ultima la panna e il latte.

Versare negli stampini e infornare per circa 25 minuti. Fare la prova stecchino.

Una volta raffreddare ricoprire di glassa la cioccolato.

Crackers salati al tonno





Un'altra ricetta presa dalla prova del cuoco  molto tempo fa.
Uno stuzzichino che si può preparare per tempo e conservare in scatole ben chiuse, rimarranno croccanti per giorni a patto che vengano stesi sottili.

ingredienti:
150 gr tonno sott'olio sgocciolato
150 gr ricotta
6 cucchiai olio extra vergine d'oliva
6 cucchiai di latte
5 gr sale
1 uovo sbattuto
350 gr farina con lievito Molino Rossetto (in alternativa farina 00 + 1 bustina di lievito per torte salate)

L'impasto è molto veloce, si mette tutto nel robot nell'ordine indicato e si amalgama per bene.
Avvolgere con pellicola e passare in frigo 30 minuti.

Nel frattempo accendere il forno a 200 gradi.

Una parte la stendo molto molto sottile, ho fatto una prova anche con la macchinetta della pasta ma non mi piace tanto, quindi ho proceduto a mano con il mattarello.

Per i cracker li ho bucherellati, spennellati d'olio e acqua e tritato del sale rosa, infornati per circa 15 minuti.

Le colombine  le ho solo tagliate e messo un cappero, anche queste infornate  per 15 minuti.

I grissini li ho spennellati anche questi di olio e acqua e sempre il sale, e infornati per circa 15 minuti

Il risultato che si ottiene è fragrante e croccante.

Nota:
se decidete di tenere l'impasto più alto di spessore otterrete dei biscotti morbidi, ma in questo caso consiglio di tagliarli e farcirli con della maionese.

Colomba con metodo Tang Zhong




In alcuni blog ho visto che si usa il metodo Tang Zhong per i lievitati, incuriosita da questo metodo ho voluto provare a usarlo in un lievitato complesso come la colomba.
Le mie fonti sono state Martina e Briossa. 
Nel blog  Ammodomio, trovate altre 2 ricette, il  pane per toast e le brioscine,molto interessanti che usano questo metodo.

Il metodo Tang Zhong è un metodo che consiste nel mescolare una parte di farina con 5 parti di acqua per puoi cuocere il tutto portando alla temperatura di 65°. A questa temperatura l'amido contenuto nella farina gelatinizza. Unito agli altri ingredienti questo impasto, detto anche water roux, favorisce l'assorbimento di una quantità maggiore di liquidi e inoltre garantisce un prodotto finale che rimane morbido e fresco più a lungo.
Si può conservare per tre giorni in frigo, non oltre.

Considerazioni di Paola dal suo blog:
"Come adattare le nostre ricette utilizzando la sopracitata "pappetta" miracolosa? Ho fatto varie prove e debbo dire che, secondo me, basta solo diminuire i liquidi presenti nella ricetta, lasciando inalterato tutto il resto. Per la quantità di water roux da utilizzare, direi che 150-160 g ogni 500 g di farina può essere un giusto dosaggio, mentre la quantità di liquidi da togliere dovrebbe essere, sempre per questa quantità, intorno ai 50 ml. Il dosaggio del lievito può essere diminuito a tutto vantaggio del sapore e della digeribilità."

Per quanto mi riguarda il risultato che si ottiene è di un prodotto morbido che dura fino a 2 giorni poi inizia ad asciugarsi.
Diciamo che il top rimane sempre l'impasto con lievito madre, o con il lievito in coltura liquida che ormai uso spesso e che posterò in settimana, però questo metodo può essere una alternativa a chi non possiede il lievito madre.
Se invece andate di fretta c'è sempre la colomba veloce, e la colomba veloce con glassa, oppure per una lavorazione più lunga trovate quelle con lievito con in coltura liquida.


mattino ore 6,30:
Tang Zhong
30 gr farina 0
150 gr acqua

Mettere i 30 gr di farina in un pentolino ed aggiungere un pò per volta l'acqua mescolando bene. Mettete sul fuoco e continuate a girare per circa due minuti e mezzo, cioè fino a quando l'impasto avrà raggiunto i 65°. Si capisce facilmente perchè il composto diventa gelatinoso. Spegnere, mettere in una ciotolina e coprire con la pellicola per alimenti punzecchiandola con uno stecchino. Lasciar raffreddare.
Lievitino
10 gr lievito di birra fresco
100 gr farina 0
80 gr acqua
10 gr zucchero
impastare e coprire con  panno umido per circa 1 ora.

Ingredienti impasto:
350 farina manitoba
250 gr farina 0
lievitino
tutto il tang zhong
200 gr zucchero
buccia di arancia e limone
2 tuorli
2 uova intere
100 burro morbido
70 gr kefir a temperatura ambiente (o latte)
12 gr sale

Mescolare le farine.
Tritare le bucce degli agrumi e metterle nella ciotola del burro

Nella macchina del pane inizio l'impasto con parte della farina, il lievito e il Tang zhong, unisco metà zucchero e i tuorli, lascio assorbire, di seguito unisco altra farina, le uova sbattute e via di seguito il burro alternato alla farina, dando tempo che venga assorbito ad ogni aggiunta.
Da ultimo unisco il sale  e il kefir necessario  a rendere il composto omogeneo
Per questo impasto ci vogliono almeno 30 minuti.

Copro e lascio lievitare 3 ore.

Poi riprendo e metto l'impasto in uno stampo da colomba e 3 stampini da tortina diametro 10

Lascio lievitare nuovamente per 1 ora e mezza.

Prima d'infornare copro di glassa (vista alla prova del cuoco)
100 gr farina di nocciole
50 gr farina di mandorle
150 gr zucchero
25 gr farina di mais fioretto
albume q.b ( a me ne sono serviti 3)
mescolare per bene, spalmare delicatamente la glassa e completare con mandorle e granella di zucchero.

Inforno a 180 gradi per 45 minuti la colomba, e a 180 gradi per 35 minuti le tortine.

Peso da fredde: colomba 1kg.,le  tortine 200 gr cadauna.
Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...
Questo blog non rappresenta un prodotto editoriale, ai sensi della legge 62 del 7/3/2001. Alcune immagini sono tratte da internet, ma se il loro uso violasse i diritti d'autore, lo si comunichi all'autore del blog che provvederà alla loro pronta rimozione. L'autore dichiara di non essere responsabile dei commenti lasciati nei post. Eventuali commenti dei lettori, lesivi dell'immagine o dell'onorabilità di persone terze il cui contenuto fosse ritenuto non idoneo alla pubblicazione, verranno insidacabilmente rimossi.
Autorizzo la pubblicazione delle mie foto e ricette a condizione venga sempre inserito un link a questo blog
Copyright © Federica Simoni