Albero di Natale al cioccolato








                                                     AUGURI DI BUON 2013


Dopo la ghirlanda salata per il pranzo di Natale ho preparato  questo alberello al cioccolato....il semplice impasto del salame al cioccolato ma a forma di albero, completato con le decorazioni di marzapane e zucchero a velo.

Misure esterne dello stampo 39,5 x 29,5 x 5

Ingredienti:
600 gr biscotti oro saiwa
140 gr biscotti alla panna
300 gr muesli alla frutta secca (vitalis cameo)
70 gr tortine loacker
36 gr grisbi al cioccolato
70 gr kit kat

250 gr zucchero a velo
50 zucchero semolato

2 uova
250 gr burro bavarese
50 gr cacao zuccherato
350 gr cioccolato fondente
250 gr panna fresca circa

Foderare lo stampo con pellicola

Sbriciolare tutti gli ingredienti secchi

Sciogliere a bagno maria il cioccolato con 50 gr di burro

Montare lo zucchero con il restante burro e unire le 2 uova, unire il cioccolato caldo e  successivamente il cacao e tutti i biscotti, alla fine unire la panna necessaria ad ottenere il composto omogeneo.
L'operazione d'impasto l'ho fatta nella planetaria.

Compattare il tutto nello stampo e porre in frigo 24 ore.

Il giorno seguente capovolgere lo stampo e passare alle decorazioni.

Io ho usato il marzapane, l'ho colorato con i coloranti in gel.

Ho prima messo un pò di cacao al centro, poi ho applicato le decorazioni attaccandole con un pò di miele d'acacia e per finire lo zucchero a velo.

Ghirlanda natalizia salata







Buongiorno! spero abbiate trascorso un bel Natale ieri! Io si e tra le tante cose buone ho preparato
questo pane farcito  come antipasto... è stato molto apprezzato, gustoso e saporito ne è rimasto ben poco!
L'ho preparato il giorno prima e poi l'ho scaldato in forno a 90 gradi e servito caldo a fette!
Tutte le info sulla pasta di riporto le trovate in questo post.


ingredienti:

lievitino
5 gr di lievito di birra fresco (oppure 30 gr lievito madre Molino Rossetto)
50 gr zucchero
50 gr  panna fresca
80 gr latte
100 gr farina 0 per pizza

Impastare coprire con panno umido e lasciare lievitare fino al doppio.

Impasto:
lievitino
280 gr pasta di riporto a temperatura ambiente
400 gr farina 0 per pizza
20 gr latte in polvere
2 uova sbattute
50 gr burro leggermente salato morbido
50 gr groviera grattugiato
8 gr sale
120 gr latte

Rosmarino fresco tritato

Ripieno:
prosciutto cotto a fettine
fontina
peperoni grigliati
funghi trifolati

Per spennellare tuorlo, latte e semi di sesamo

L'impasto lo faccio nella macchina del pane.

In una ciotola mescolare gli ingredienti secchi farina, latte in polvere e groviera

Quando il lievitino è pronto unisco la pasta di riporto a pezzi, e pochi ingredienti secchi avvio e unisco poco uovo, lascio assorbire e unisco ancora ingredienti secchi e altro uovo, successivamente unisco il burro morbido in 3 tempi sempre alternato gli ingredienti secchi, da ultimo il sale e il latte necessario a rendere il composto morbido e omogeneo.

Coprire con panno umido e lasciare lievitare fino al doppio, per me 2 ore e mezza.

Riprendere il composto pesarlo e dividerlo in 3 parti.

A questo punto unisco alle 3 parti del rosmarino fresco tritato.

Stendere le 3 parti ad una lunghezza di 65 cm.

Farcire  prosciutto cotto, verdure e fontina...e arrotolare,  2 li ho farciti con i peperoni e 1 con i funghi.

Arrotolare per bene ogni singolo rotolo, sigillare le estremità e passare all'intreccio.

Per evitare che con la lievitazione si chiudesse il foro ho messo una ciotola.

Spennella d'olio e porre a lievitare ancora, per me un'altra ora.

Accendere il forno a 200 gradi e prima d'infornare spennellare con un tuorlo sbattuto allungato con poco latte e semi di sesamo.

Infornare a 200 gradi per i primi 10 minuti, poi abbassare a 175 per altri 25 minuti.

Nota:
Se non avete la pasta di riporto basta aumentare il lievito di birra nel lievitino a 15 gr totali.







Notte di Natale








                                                   Auguri di buon Natale a tutti!!


Con questo post mi fermo per qualche giorno, sicuramente sarete tutti indaffarati a preparare tante cose buone per le feste!!
La ricetta l'ho presa dal calendario di Paneangeli del mese di dicembre 2012, mi piaceva troppo e ho deciso di farla!
E' stata davvero molto apprezzata!

Trascrivo la ricetta e tra parentesi le mie modifiche

Stampo diametro 26

250 gr burro morbido
125 gr marzapane
125 gr zucchero
4 uova
1 bustina vanillina (omessa)
1 fialetta aroma limone (sostituita con succo di mezzo limone)
1/2 cucchiaino di cannella (omessa)
300 gr farina 00
1 bustina di lievito per dolci
2 mele medie
50 gr pinoli (omessi)

Decoro:
3 cucchiai di marmellata d'arancia
50 gr cioccolato fondente ( io 80 gr di codette)
125 gr marzapane
25 gr zucchero a velo

Accendere il forno a 170 gradi.
Foderare la teglia con carta forno.

tagliare a dadini piccoli il marzapane
Pulire le mele e tagliarle a dadini, bagnarle con poco limone

Iniziare a montare il burro a crema assieme al marzapane, unire gradatamente lo zucchero, poi il succo di limone.
Unire un uovo alla volta, successivamente sempre montando unire la farina setacciata e da ultimo il lievito.

Unire le mele con un mestolo e a piacere i pinoli.

Otterrete un impasto molto sodo.

Versare  nella teglia e infornare nella parte inferiore del forno per un tempo totale di circa 50/60 minuti.
Passati i primi 30 minuti coprire con carta argentata per evitare che la superficie si bruci.
Verificare in ogni caso la cottura con uno stecchino.
Lasciare raffreddare la torta.

Setacciare la marmellata, mescolarla con un cucchiaio d'acqua e spalmarne 3/4 sulla superficie e il bordo. Cospargere con il cioccolato o le codette.

Incorporare al marzapane 25 gr di zucchero, stendere e ricavare le stelline, a piacere di varie misure.
 Decorare con le stelline facendole aderire alla torta con la marmellata rimasta.



Panettoncini con pasta di riporto









Sulla pasta di riporto sto preparando un post dove raccogliere tutte le informazioni possibili, nel frattempo vi lascio la ricetta per questi piccoli panettoncini, che mi stanno dando molte soddisfazioni.
Rimangono belli morbidi fino a 4 giorni..se vi arrivano!! 
Le mie ricette per Natale non sono ancora finite..domani ne arriva un'altra!! ^_^
Tutte le info sulla pasta di riporto le trovate in questo post.

Ingredienti per circa 11 panettoncini

120 gr Pasta di riporto a temperatura ambiente

ingredienti lievitino:
13 gr lievito madre essiccato Molino Rossetto oppure 6 gr lievito di birra fresco
100 gr manitoba
20 gr zucchero
100 gr latte

Ingredienti impasto:
Pasta di riporto
lievitino
120 gr farina 0
335 gr manitoba
165 gr crema pasticcera a temp. ambiente
110 gr latte
20 gr burro di cacao micronizzato
60 gr zucchero
18 gr latte in polvere
28 gr latte condensato zuccherato
10 gr sale
buccia d'arancia
80 gr di latte

Glassa
farina di mandorle  e  zucchero a velo a velo in parti uguali, albume q.b. per amalgamare e rendere densa la glassa

Tirare fuori la pasta di riporto dal frigo e tenerla a temperatura ambiente.

preparare il lievitino, coprire con panno umido e lasciarlo riposare 1 ora e mezza

Impasto:
Io l'impasto lo faccio con la macchina del pane, ma si può usare anche una planetaria.
Sciogliere a bagnomaria il burro di cacao nel latte.
Iniziare con il mettere lievitino e pasta di riporto nel cestello della macchina, unire poca farina e avviare unendo poca crema pasticcera.
Alternare sempre la farina al resto degli ingredienti, unendo per ultimo il sale.
Gli ultimi 80 gr di latte li ho tenuti per ultimi dopo aver unito tutti gli ingredienti, quindi fare attenzione perchè in base all'assorbimento delle  farine usate potrebbe servirne più o meno.

Porre a lievitare coperto da panno umido fino al raddoppio, circa 3 ore.

Poi dividere l'impasto negli stampi, spennellare di latte e lasciare che l'impasto arrivi quasi al bordo, per me altre 2 ore.

Accendere il forno a 180 gradi e quando il forno è caldo mettere  la glassa sopra ai panettoncini con una sac a poch e infornare per circa 20/25 minuti, verificare con uno stecchino la cottura.

Nota:
il latte in polvere è facoltativo
il burro di cacao è facoltativo, sostituirlo con 40 gr di burro normale.




Ghirlanda natalizia






Oggi un bel lievitato di quelli che oltre a essere buonissimo fa anche una bella figura sulle tavole di Natale!
Lo spunto l'ho preso da un libro di ricette per la macchina del pane, ma  poi alla fine ha stravolto e fatto di testa mia, oltre allo zafferano si può unire anche un cucchiaino di semi di cardamomo macinati...io non li trovo, quindi non li ho messi.
Se invece non vi piacciono le spezie potete ometterle!

Mi raccomando sempre ingredienti a temperatura ambiente, mai freddi!

Ingredienti:

lievitino
30 gr lievito madre essiccato Molino Rossetto (oppure 15 gr lievito di birra fresco)
50 gr zucchero
100 gr farina 0 per pizza
50 gr panna fresca
80 gr acqua

Impastare velocemente e porre a lievitare coperto con panno umido per 1 ora.

Impasto:
lievitino
400 gr farina 0 per pizza
20 gr latte in polvere
60 + 25 gr panna fresca
2 uova
50 gr burro morbido
12 gr sale
20 acqua
zafferano 1 cucchiaino

Glassa
1 tuorlo mescolato a un pò di panna

50 gr granella di mandorle
30 gr nocciole pralinate
3 cucchiai di zucchero
1 cucchiaio di rum

scaldare i 25 gr di panna e mettere lo zafferano

Miscelare alla farina il latte in polvere

Iniziare ad unire al lievitino poca farina avviare la macchina del pane con solo impasto e unire 60 gr di panna e appena è stata assorbita unire un uovo sbattuto, alternare la farina e unire il burro a pezzettini piccoli successivamente l'altro uovo, il sale la panna aromatizzata e l'acqua se serve a rendere il composto omogeneo.

Coprire con panno umido e lasciare lievitare per 2 ore.

Riprendo l'impasto, lo peso e lo divido in 3 parti (kg 1,010 : 3)= 336 grammi

stendere ogni rotolo ad una lunghezza di 60 cm

fare una treccia e unire le 2 estremità, al centro perchè non si chiudesse con la lievitazione ho messo una palla di carta argentata.

Spennellare d'olio evo e mettere a lievitare ancora 1 ora

Preparare la glassa mescolando gli ingredienti

Accendere il forno  a 190 gradi.

Quando il forno è in temperatura, spennellare prima con il tuorlo mescolato alla panna e poi completare con il composto di  frutta secca

infornare a 190 gradi per i primi 10 minuti poi abbassare a 180 per altri 20 minuti circa sorvegliando la cottura




Rotolo di tacchina ripieno













Questo arrosto l'ho preparato  in occasione del compleanno di mio marito, assieme all'arrosto di maiale è stato molto gradito!!


ingredienti:
900 gr di fesa di tacchina aperta a libro.
6 fettine di pancetta per avvolgere il rotolo.

x il ripieno
500 gr macinato di cavallo
100 gr mollica di pane bagnata e strizzata nel latte
1 albume
parmigiano
 salamoia bolognese (insaporitore compreso di sale e spezie)
Impastare il ripieno.


stendere le fettine di pancetta, sopra appoggiare la fesa aperta. al centro mettere il ripieno, avvolgere il tutto e legare con lo spago.
L'ho preparato alla sera, messo in frigo e cotto al mattino

In una teglia alta per arrosti mettere un filo d'olio e dei pezzettini di guanciale, rosolarli e poi unire il rotolo, rosolarlo bene e cuocere 3 ore  a fuoco lento, coperto e  bagnando con brodo.
Poi l'ho lasciato venire freddo e  filtrato il liquido.
Tagliarlo da freddo, scaldarlo in forno  coperto,  e irrorarlo con il suo sughetto .

Nota:
non cucino mai in forno questi arrosti!

Crostata con savoiardi e crema





Buongiorno!! ancora crostata..ma dolce!
La ricetta  di questa Signora crostata l'ho vista nel blog "Le Pellegrini Artusi", ho apportato qualche piccola modifica ma vi posso dire che è piaciuta tantissimo.

Ingredienti per una teglia diam. 24

Crema
110 gr zucchero
10 gr zucchero vanigliato
30 amido di frumento
1 uovo
300 gr panna fresca

Scaldare la panna.
In un pentolino sbattere uovo, zucchero e amido, unire la panna e portare a densità morbida, tanto poi va in forno.
Versare in una ciotola e coprire con pellicola a contatto.

Frolla
350 gr farina con lievito Molino Rossetto
3 tuorli
120 gr burro
80 gr burro leggermente salato
120 gr zucchero

50 gr granella di nocciole

13 savoiardi
alchermes

Preparare la frolla e porre in frigo per almeno 30 minuti avvolto con pellicola

Foderare la teglia con carta forno.

Stendere la frolla e rivestire fondo e bordi, tenendoli alti.

Bagnare i savoiardi nell'alchermes da ambo i lati, e posizionarli sul forno della frolla fino a coprire tutta la base.
Poi versare la crema sopra ai savoiardi.

Alla frolla rimasta unire le nocciole, stendere e coprire il tutto.

Infornare a forno preriscaldato a 170 gradi per circa 35/40 minuti

servire fredda

Il giorno dopo è ancora + buona!

Nota:
io avendo ritagliato la frolla di copertura con lo stampino ne ho avanzata un pò e ho fatto dei biscottini


Crostatine con zucca e mortadella





Mi era rimasta della crema di zucca usata per un'altra ricetta e l'ho usata abbinata ad altri ingredienti per queste crostatine salate.
L'impasto mangiato come snack assomiglia ai giambonetti, si può quindi speziarlo come piace e magari unire anche un pizzico di zucchero!!
Se fatto tutto in formine da tartellete può essere un ottimo antipasto!

Ingredienti per 3 crostatine e un vassoio di snack

impasto:*
100 gr semola rimacinata di grano duro
100 gr farina 00
6 gr sale
90 gr philadelphia
90 gr latte
12 gr latte in polvere
40 gr groviera o parmigiano

Impastare velocemente e porre in frigo 2 ore.

farcia:
100 gr di crema di zucca
funghi saltati in padella
60 gr mortadella
taleggio a dadini

semi di zucca e girasole

La crema di zucca l'ho fatta facendo un soffritto con olio e scalogno, unito la zucca a pezzi e salato, quando è cotta l'ho frullata con un pò di panna da cucina uht, e parmigiano.

Riprendere la pasta, stendere e rivestire gli stampini.

Mescolare alla crema di zucca la mortadella tagliata sottile, i funghi e il taleggio.

Versare sulla pasta  e chiudere, spennellare con tuorlo e latte e cospargere con i semi.
Infornare a 180 gradi per 30 minuti

Ho avanzato dell'impasto e l'ho steso, ritagliato e spennellato con tuorlo e latte e cosparso di semi di sesamo e papavero.
Infornare a 180 gradi per 10/12 minuti


* in alternativa usare pasta sfoglia.


Bon bon al philadelphia e amaretti





Buongiorno e buona settimana!! Questi deliziosi bon bon li ho preparati la settimana scorsa per il compleanno di mio marito..non facevano parte della cena che ho preparato ma  erano per i colleghi di lavoro!

Sono facili, veloci e mi raccomando fate attenzione..creano dipendenza!! ^_^

ingredienti per 52 bon bon

300 gr di formaggio spalmabile philadelphia
350 gr di amaretti
20 biscotti oro saiwa

cacao
cocco
granella di nocciole

Per prima cosa frantumare i biscotti e gli amaretti.

Mettere in una ciotola il formaggio, mescolarlo per ammorbidirlo.

Unire il composto sbriciolato al formaggio, mescolare bene e porre in frigo a rassodare almeno 45 minuti.
Riprendere dividere il composto e passarlo nelle coperture scelte.

Disporre il tutto nei pirottini e passare in frigo.

Note:
Io li ho preparati il giorno prima 
si può anche usare  250 gr phila + 50 yogurt greco
se si vuole si può usare il philadelphia milka.

Biscotti con marmellata d'arancia





Buona domenica! era da un pò che non biscottavo, in questi giorni ne ho sfornati un bel pò!!!


Ingredienti per 26 biscotti diametro 6,5
300 gr farina con lievito Molino Rossetto
100 gr zucchero a velo
1 uovo
125 gr burro freddo

Impastare velocemente e porre in frigo 30 minuti

 Farcitura: marmellata d'arancia.

Accendere il forno a 180 gradi

Riprendere la pasta, stendere e con uno stampino ritagliare dei dischi, e con uno stampino più piccolo praticare un foro centrale sulla metà di essi.
Disporlo distanziati sulla placca del forno foderata di carta e infornare per 12 minuti.

Una volta freddi, spalmare un pò di marmellata sui cerchi non forati.
Spolverizzare a parte quelli incisi e poi sovrapporli a quelli farciti.

Nota:
la farina con lievito può essere sostituita da farina 00 + 1/2 bustina di lievito per dolci
le farciture sono a piacere.

Torcetti alla senape






Ho preparato questi torcetti, assieme ad altri stuzzichini che posterò,  in occasione del compleanno di mia nipote...sono piaciuti moltissimo!
Anche questi possono essere un'idea per le feste! ^_*

ingredienti
2 rotoli pasta sfoglia rettangolare
senape
2 tuorli
sesamo

 Diluire i tuorli con 2 cucchiai d'acqua.

Stendere la pasta sfoglia, spennellare con l'emulsione e poi spalmare di senape

Piegare a metà dal lato lungo facendo una leggera pressione, tagliare delle strisce larghe 1 cm e mezzo, attorcigliare, spennellare ancora di tuorlo e cospargere con i semi.

Mettere in frigo 30 minuti

Infornare a forno preriscaldato a 200 gradi finchè sono dorati.

ricetta con ingredienti semplici e veloci

Muffin al mars nr 2





Cosa dite con questo freddo facciamo una bella merenda??
Per queste deliziose tortine ho sciolto i mars e  uniti all'impasto, e per completare ci ho fatto pure una bella glassa!

Nel blog troverete anche un'altra  ricetta con i mars, i quali racchiudono un cuore di mars... a voi la scelta!

ingredienti per 18 muffin

300 gr farina con amido
250 gr zucchero, oppure essenza di natura
170 gr yogurt greco
3 uova
1 bustina lievito
un pizzico di bicarbonato
80 gr burro
66 gr di mars pari a 3 mars grandi e 1 piccolo
80 gr latte

Sciogliere a bagnomaria burro e mars, e mettere da parte.
Setacciare la farina

Accendere il forno a 180 gradi.

sbattere bene le uova con lo zucchero, unire lo yogurt e poi unire lentamente il composto di burro intiepidito, da ultima la farina il lievito e il latte necessario a rendere il composto omogeneo

versare nei pirottini  e infornare per circa 20/22 minuti

Glassa:
1 mars 18 gr
1 cucchiaino di zucchero
mezzo cucchiaino di glucosio liquido ( miele di acacia)
1 cucchiaino di burro.

Spezzettare il mars, unire il resto degli ingredienti, sciogliere a bagnomaria e appena è tutto bello sciolto versare sui muffin, il composto è denso.
completare con le codette al cacao.
Con questa dose ne ho decorati 3
La glassa non indurisce.

Pane di mais e panna acida





 Eccomi con un'altra idea per le feste!

Un pane particolare che si presta bene ad essere tostato in quanto risulta molto asciutto.
Perchè rimanga morbido almeno un giorno e consumarlo senza tostatura ho messo a bagno la farina di mais, si può anche lasciarla 10 ore e poi passare all'impasto.

ingredienti:
125 gr farina di mais fumetto (sottilissima)
200 gr di acqua calda a 50 gradi

1 tuorlo
180 gr panna acida
30 gr  burro morbidissimo
20 gr zucchero
12 gr sale
480 gr farina 0 per pane
18 gr lievito di birra fresco.

Per prima cosa mettere la farina di mais a bagno con l'acqua calda, lasciare riposare coperto 2 ore.

Mescolare in una ciotola panna e burro

Nella macchina del pane con programma base 3 ore mettere la farina, lo zucchero il lievito e tutto il composto di farina di mais, avviare e unire lentamente la panna e il burro dando tempo che vengano assorbiti.
Da ultimo unire il sale

Lasciare lievitare e cuocere il pane.

Sfornare e quando è freddo tagliare e tostare le fette di pane.

Qui le ho servite con una crema preparata con philadelphia e tonno sottolio sgocciolato e qualche cappero.

Nota:
Si può anche impastare con l'impastatore e cuocere su stampi plumcake!




Albero di pane dolce





Mi sono fatta fare da mio marito lo stampo per l'albero... ho in mente di usarlo per alcune ricette, con questa ricetta ho voluto testarlo, visto che è bello alto ci stanno benissimo anche  i lievitati! ^_^
Con queste palline dolci farete una colazione sublime...parola di mia figlia che le sono piaciute tantissimo!!!!!!!!

Ingredienti:

lievitino
10 gr lievito madre essiccato Molino Rossetto
10 gr zucchero
120 gr latte
100 gr manitoba

Mescolare velocemente, coprire con pellicola e porre a lievitare per circa 2 ore e mezza

Impasto:
lievitino
450 gr manitoba
50 gr farina d'orzo integrale
10 gr latte in polvere
70 gr zucchero
45 gr olio di mais
12 gr sale
270 gr di kefir a temperatura ambiente
15 gr acqua

Farcitura:
marmellata d'arancia
nutella

Gli ingredienti devono essere a temperatura ambiente.

Iniziare l'impasto con il le farine e il lievitino unire poco kefir e lo zucchero, di seguito unire lentamente il rimanente kefir e dopo 5 minuti il sale e l'olio molto lentamente, dando tempo che venga assorbito.
Se serve unire l'acqua.

Coprire e lasciare lievitare fino al raddoppio, per me 2 ore.

Riprendere l'impasto e senza impastare prelevare delle porzioni di pasta, stenderle e farcirle, chiudere bene le palline e porle a lievitare nello stampo con la chiusura sotto.

Spennellare di latte e porre a lievitare nuovamente fino quasi al bordo, per altre 2 ore.

Accendere il forno e quando raggiunge i 180 gradi, spennellare nuovamente di latte e cospargere di granella di zucchero.

Infornare per circa 15/20 minuti.

Note:
ho avanzato della pasta che ho cotto in uno stampo a parte.
il kefir può essere sostituito da metà latte e metà yogurt greco, facendo attenzione a quanto ne assorbe la farina.
il latte in polvere è facoltativo
il lievito madre essiccato può essere sostituito da 5 gr di  lievito di birra fresco


Tortini al tonno







Ultimamente mi piace fare tutto "piccolo" in formato finger food!! Questa volta ho fatto dei mini tortini al tonno, e vi assicuro che vanno a ruba!! ^_^

ingredienti per 44 mini tortini

250 gr farina con lievito Molino Rossetto
150 gr tonno sottolio peso sgocciolato
2 uova
100 gr robiola
erba cipollina
100 gr olio di mais
100 gr panna fresca a temperatura ambiente
4 gr sale

Accendere il forno a 180 gradi.

Sminuzzare il tonno sgocciolato

In una ciotola mettere la farina, l'erba cipollina tagliata a pezzettini, il sale.
Unire le uova e la robiola e  iniziare a montare, di seguito unire l'olio lentamente e da ultima la panna.
Con un cucchiaio unire il tonno.

Riempire i mini pirottini e infornare per circa 15 minuti.

ricetta con ingredienti semplici e veloci

Crespelle al radicchio di treviso





Buona domenica! oggi un bel piatto con un'altra verdura di stagione che a noi piace molto:il radicchio di Treviso IGP Tardivo.

A novembre, dopo che la campagna abbia "subito" almeno due brinate, è il tempo di raccogliere il Radicchio Rosso di Treviso Tardivo.

Il padre di tutti i radicchi del Veneto non è però ancora pronto per raggiungere le tavole dei suoi innumerevoli estimatori.

Sarà l'acqua di risorgiva e la mano esperta dei produttori a consentirgli di esprimere, nel giro di alcune settimane, tutta la sua bellezza, la sua croccantezza, il suo gusto inconfondibile, la gioia dei palati più raffinati.
Fonte:www.radicchioditreviso.it

In questa ricetta l'ho usato per farcire delle crespelle, che unito a prosciutto e formaggio diventa un piatto unico!

La tecnica per preparare le crespelle è tutto sommato semplice.
Uno dei requisiti principali è che la pasta sia priva di grumi.
Per ottenere questo bisogna cominciare a lavorarla ponendo in una ciotola la farina e mescolando con una frusta unire circa metà latte.
Quando la farina ha assorbito il latte e il composto è liscio si uniscono le uova e si continua a battere, quando il composto è liscio unire il resto del latte e il sale.
Si copre con un canovaccio pulito e si lascia riposare 1 ora.
Al momento della cottura si unisce il burro fuso e si procede con la cottura.
Tenere sempre mescolata la pastella.
le crespelle si possono preparare con anticipo e conservarle in frigo per 2 giorni, impilate e coperte divise una dall'altra con carta forno.
Così preparate si possono anche congelare.
Scaldare la crepiera  e mettere poca pastella, farla roteare in tutti i sensi in modo che il composto si distribuisca uniformemente.
Cuocere la crespella da un lato finchè i bordi iniziano a staccarsi e ad arricciarsi, quindi girarla e cuocerla dall'altro lato.
Una crespella ben cotta deve avere la superficie grinzosa: se è piena di buchi significa che è stata cotta a temperatura troppo alta se è liscia e bianchiccia la padella non era abbastanza calda.

ingredienti per 12 crespelle diametro 20

 250 gr latte
125 gr farina 00
15 gr burro
2 uova
sale

preparare come spiegato sopra.

Ripieno:
radicchio di treviso
prosciutto affumicato
scamorza affumicata

In una padella fare un soffritto con olio e scalogno, unire il radicchio lavato e tagliato, salare e portare a cottura.
Mettere da parte e lasciare raffreddare.

Per la besciamella leggera ho provato la ricetta del maestro Barzetti, vista alla prova del cuoco
non ho dosi ho fatto a occhio
besciamella
amido di mais
acqua
latte

sciogliere nell'acqua l'amido, e poi versare il tutto nel latte caldo, portare a densità su fuoco dolce, unire il parmigiano e noce moscata.

Accendere il forno a 180 gradi.

Imburrare la pirofila e mettere un velo di besciamella
Prendere ogni singola crespella, mettere alla base un pò di prosciutto, sopra il radicchio e della scamorza grattugiata finemente.
Piegare a metà e porre le crespelle nella pirofila.
Completare con la besciamella e parmigiano.

Infornare per circa 15 minuti.

Considerazioni:
Un piatto ricco e gustoso che ci è piaciuto moltissimo, inoltre la besciamella avendo un gusto delicato non ha coperto i gusti degli ingredienti.



Pandorini








Ho già fatto il pandoro, quello sfogliato..stavolta ho voluto provare la ricetta di Adriano, senza sfogliatura.
Volevo provare i miei stampini nuovi e come prima sfornata li ho usati per questa ricetta.
Ho cambiato di pochissimo qualche ingrediente, in ogni caso il risultato non è male...personalmente preferisco la versione con sfogliatura, ma poi è sempre soggettivo il parere.

Noterete che ho usato il burro di cacao micronizzato tra gli ingredienti, chiamato Mycryo è un burro di cacao in polvere (micronizzato) prodotto dall'azienda Callebaut.
Viene fatto sciogliere del burro di cacao e messo dentro una macchina che assomiglia ad un grosso spruzzatore tipo quelli del ( vetril) per pulire i vetri e viene spruzzato in una cella freezer a -40°c in modo tale da ottenere una polvere micro di burro di cacao "MICRONIZZATO".
E' un prodotto di nicchia per chi ama temperare il cioccolato in casa o sostituire la colla di pesce come addensante nelle bavaresi e altri dolci al cucchiaio.
E' burro di cacao in polvere puro al 100% e interamente vegetale, adatto per cuocere il pesce, le verdure e anche gli alimenti più delicati tipo per scaloppine, il fegato d’oca, midollo, crostacei etc...
Resiste perfettamente ad alta temperatura oltre i 200°C e lo possiamo sostituire al burro chiarificato e allo strutto con risultati migliori e più sani rispetto agli altri grassi da cottura.
Le tecniche di cottura in cui lo si può utilizzare: in frittura, sulla griglia, sulla brace, insomma ovunque.

Si presenta in polvere granulare e va sciolto sempre a bagnomaria.

Il mycrio è in tutto e per tutto identico al burro di cacao (E' burro di cacao puro in una forma cristallina diversa).
Questo significa che se lo dovete usare sciolto o fuso, dosi e usi sono esattamente uguali a quelle del burro di cacao.
Il suo utilizzo varia all'incirca tra il 3% e il 10% sul peso della farina.

Spolverizzato sopra la pasta sfoglia ( o pennellato) evita che questa diventi umida a contatto con creme varie o nel frigo. Indispensabile per le sfoglie che compongono una mille foglie oppure per i cannoli alla crema o alla panna. Il grasso forma un velo protettivo e l'umidità non penetra!
Una volta cotta la sfoglia si spolverizza con il burro di cacao e si ripassa un attimo al forno così si impermeabilizza. Poi una volta impermeabilizzata non è detto che la si deve usare subito, anche il giorno dopo va bene.

Ultima cosa importante: NON contiene colesterolo.

Ingredienti
Versione senza sfogliatura

Ingredienti:
farina 760 gr ( io manitoba)
zucchero a velo 250 gr
burro 200gr
panna  fresca 150 gr (35% grassi)
acqua 190gr
6 tuorli + 1 albume
burro di cacao micronizzato 50 gr
lievito di birra fresco 16gr
sale 11gr
1 cucchiaino miele di acacia
vaniglia in polvere (oppure 1 stecca di vaniglia)
estratto di vaniglia

Sera: poolish 150gr acqua, 75gr farina, 6gr lievito, vaniglia in polvere (opp. raschiatura di mezza stecca di vaniglia). In frigo, in un contenitore ermetico, a 5° per 12 ore.

Al mattino tiriamo fuori dal frigo e prepariamo una biga in questo modo: sciogliamo 10gr di lievito ed il miele in 40gr d’acqua tiepida, uniamo 80gr di farina ed infine un tuorlo d’uovo. Copriamo ed aspettiamo che raddoppi (circa un’ora).

Mettiamo i due lieviti nella ciotola dell’impastatrice, aggiungiamo 150gr di farina, avviamo, con la foglia, e lentamente portiamo a vel. 2, incordiamo. Rallentiamo a vel. 1 ed aggiungiamo un tuorlo subito seguito da 35gr di zucchero, incordiamo. Inseriamo l’altro tuorlo con altri 35gr di zucchero, incordiamo. Montiamo il gancio e rivoltiamo l’impasto nella ciotola, avviamo e serriamo l’incordatura. A vel. 1,5 inseriamo 80gr di burro morbido. Lasciamo girare fino a che diventa elastico.
Copriamo e mettiamo a 26° fino al raddoppio.

Prepariamo un’emulsione con 100gr di burro, 50gr di panna, il burro di cacao,  vaniglia in polvere (oppure raschiatura di mezza stecca), ponendo gli ingredienti in un bagnomaria tiepido

Mettiamo nella ciotola la panna rimanente, l’albume dell’uovo intero (i tuorli vanno tutti in frigo), 2/3 della farina rimanente ed avviamo con la foglia, incordiamo a vel. 2 (rovesciamo di tanto in tanto l’impasto). Rallentiamo, inseriamo i tuorli uno alla volta (con il primo aggiungiamo il sale, con i rimanenti lo zucchero in tre volte insieme alla farina) riprendendo l’incordatura prima del successivo inserimento. Quando l’impasto è bene il corda rallentiamo ed aggiungiamo l’emulsione (appena tiepida, ma ancora fluida) un cucchiaino alla volta fermandoci di tanto in tanto per serrare l’incordatura. Montiamo il gancio ed inseriamo il burro rimanente (20 gr), appena morbido, a vel. 1.5, alla fine aggiungiamo l’estratto di vaniglia. Lavoriamo, rovesciandolo un paio di volte, fino ad ottenere la consistenza ottimale. L’impasto dovrà presentarsi perfettamente liscio e lucido, quasi gelatinoso.

Lasciamo riposare mezz’ora poi diamo le pieghe. A questo punto abbiamo le solite due strade:  (io ho seguito la prima)
Se non vogliamo rischiare, dopo 15 minuti dalla pieghe spezziamo, avvolgiamo stretto 
e mettiamo negli stampi imburrati ma non infarinati, copriamo con pellicola e poniamo a 26° fino a che non raggiunge il bordo.
Inforniamo a 180° fino a sviluppo (7 – 8 mn.) poi riduciamo a 170° fino a cottura, circa. 30 mn. (prova stecchino)

Se vogliamo ottenere un prodotto superiore mettiamo in frigo a 7 – 8° fino al mattino successivo, dopo di che tiriamo fuori, aspettiamo che ritorni morbido, pieghiamo ancora (questa volta molto delicatamente) e procediamo come sopra.
Attendiamo il raffreddamento prima di sformare.

Note:
Adriano ha usato una farina W350, se non trovate queste farine usate manitoba
Non ci si può aspettare lo stesso sapore del pandoro industriale, data la mancanza tra gli ingredienti dell'aroma specifico, ma piuttosto il sapore di un pandoro da pasticceria.

Il poolish in questione deve maturare a 5°.   mettere un termometro in frigo per trovare una zona con questa temperatura (di solito è quella in basso). Due o tre gradi di differenza influirebbero negativamente sul risultato.
quel tipo di poolish tende a dividersi, è normale, rimescolarlo.

Biscotti da regalare



Buongiorno!
oggi vi lascio un pò di ricette utili da preparare in anticipo e regalare.

http://federicaincucina.blogspot.it/2014/01/frollini-al-caffe-cioccolato-e-maionese.html




http://federicaincucina.blogspot.it/2013/12/chocolate-crinkle-cookies-allarancia.html





http://federicaincucina.blogspot.it/2009/05/biscotti-con-i-cornflaks.html



http://federicaincucina.blogspot.it/2008/11/cookies-alle-pepite-di-cioccolato.html




http://federicaincucina.blogspot.it/2012/10/biscotti-orzo-e-farro.html





http://federicaincucina.blogspot.it/2011/12/cantuccini.html



http://federicaincucina.blogspot.it/2012/08/biscotti-rustici-alla-birra.html



http://federicaincucina.blogspot.it/2010/02/frollini-alle-nocciole.html



http://federicaincucina.blogspot.it/2009/01/biscotti-fragranti.html


http://federicaincucina.blogspot.it/2011/10/biscotti-cacao-e-arachidi.html


http://federicaincucina.blogspot.it/2010/12/biscotti-al-malto-di-morena.html



http://federicaincucina.blogspot.it/2010/02/biscotti-vecchia-inghilterra.html

http://federicaincucina.blogspot.it/2009/11/biscotti-al-burro-darachidi-e-gocce-di.html



http://federicaincucina.blogspot.it/2008/11/biscotti-nocciole-e-pistacchi.html



http://federicaincucina.blogspot.it/2009/03/biscotti-ai-pistacchi.html



http://federicaincucina.blogspot.it/2009/11/biscottini-ai-cereali.html





http://federicaincucina.blogspot.it/2008/11/biscotti-multicereali-3.html



http://federicaincucina.blogspot.it/2008/11/biscotti-multicereali-2.html



http://federicaincucina.blogspot.it/2008/11/biscotti-multicereali.html




Torcetti dolci alla birra



Torcetti salati alla birra




Fiocchi di neve alle mandorle



Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...
Questo blog non rappresenta un prodotto editoriale, ai sensi della legge 62 del 7/3/2001. Alcune immagini sono tratte da internet, ma se il loro uso violasse i diritti d'autore, lo si comunichi all'autore del blog che provvederà alla loro pronta rimozione. L'autore dichiara di non essere responsabile dei commenti lasciati nei post. Eventuali commenti dei lettori, lesivi dell'immagine o dell'onorabilità di persone terze il cui contenuto fosse ritenuto non idoneo alla pubblicazione, verranno insidacabilmente rimossi.
Autorizzo la pubblicazione delle mie foto e ricette a condizione venga sempre inserito un link a questo blog
Copyright © Federica Simoni