Tagliatelle di grano saraceno e capesante





Oggi vi propongo un piatto unico particolare.
La pasta fresca è un'altra cosa che mi piace fare, ma stavolta ho voluto sostituire parte della classica farina con la farina di grano saraceno.
Fate attenzione alla stesura della pasta che non deve essere sottilissima altrimenti le tagliatelle si spezzano.
Io uso la macchinetta della pasta (Marcato) e al numero 5 al massimo 6 sono perfette!
Per il resto il condimento di pesce devo dire che è azzeccato! ^_^


Vi aspetto anche nell'altro blog con delle Polpettine di tonno impanate al pistacchio

E su facebook nella mia pagina https://www.facebook.com/lacucinadifederica

Ingredienti:
150 gr farina 0
100 g farina di grano saraceno
3 uova

12 capesante
5 olive nere
pomodorini datterini
olio scalogno
fumetto di pesce o cuore di brodo pesce Knorr
prezzemolo

Impastare le farine, avvolgere con pellicola e lasciare riposare 30 minuti.
Poi stendere con la macchinetta fino al numero 5-6 lasciare asciugare un pò e poi passare nel rullo delle tagliatelle

In una wok fare un soffritto con olio e scalogno unire le capesante e sfumare con il fumetto, cuocere velocemente unendo anche le olive e i pomodorini.

Cuocere la pasta 3 minuti e poi saltarla nel condimento, completare con il prezzemolo


Grano Saraceno: Proprietà e Benefici

Il grano saraceno, nome scientifico Fagopyrum esculentum, è una pianta erbacea annua appartenente alla famiglia delle Poligonacee e non, come molti erroneamente fanno, a quella delle Graminacee, considerandolo un cereale; la pianta è probabilmente originaria dell'Asia e fu introdotta in Europa ad opera dei Turchi durante il periodo medioevale.
Contrariamente a ciò che si pensa, il grano saraceno non appartiene alla famiglia dei cereali (Graminacee) ma alle Polygonaceae, infatti, a dispetto, si distingue per una presenza elevata di Lisina e Triptofano
La pianta del grano saraceno può raggiungere il metro di altezza ed i suoi chicchi hanno una curiosa forma triangolare; la raccolta si esegue quando i chicchi del grano cominciano ad assumere una colorazione marrone scuro dopodiché vengono lasciati ad essiccare al sole per circa una ventina di giorni prima di essere trebbiati.

Il grano saraceno viene coltivato essenzialmente per ricavarne farina ad uso alimentare; i suoi semi invece, insieme alla pianta, vengono utilizzati per foraggiare gli animali d'allevamento.
Il grano saraceno è composto dal 10 % da acqua, 10% fibre alimentari, 2,1 % ceneri, carboidrati, proteine e grassi; discreta la presenza di minerali che in dettaglio sono: calcio, fosforo, potassio, magnesio zinco, manganese e ferro.

Nel grano saraceno sono presenti alcune vitamine del gruppo B e precisamente la vitamina B1, B2, B3, B5 e B6; è presente anche la vitamina E.

Gli aminoacidi presenti sono: alanina, arginina, cistina, acido aspartico, acido glutammico, glicina, isoleucina, lisina, metionina, valina, treonina, prolina e tirosina.

Le calorie fornite da 100 grammi di grano saraceno corrispondo a 350.
Il grano saraceno prima di essere cucinato necessita di essere lavato; è preferibile anche più di un  lavaggio in acqua fredda fino a che l'acqua non risulta limpida. Una volta scolati i chicchi devono essere tostati per un paio di minuti dopodiché possono essere cotti in acqua calda salata per un tempo non inferiore ai 20 minuti.

Il grano saraceno, sottoforma di farina, è molto indicato nella dieta delle persone che soffrono di celiachia, in quanto non contiene assolutamente glutine; con la sua farina si preparano pasta, polenta  e pane che possono appunto essere consumati dai celiaci con buoni benefici per la salute.

Il consumo di grano saraceno, grazie al suo alto valore proteico simile a quello della carne e della soia, è anche consigliato in caso di deperimento fisico e, grazie alla presenza di una sostanza chiamata rutina, per conservare l'elasticità dei tessuti dei vasi sanguigni.

Modalita' d'Uso:
Può essere impiegata per prodotti da forno dolci e salati in misura variabile dal 10 al 30%, in abbinamento alla farina di frumento oppure nella misura del 20% con la farina di mais, per la produzione della polenta Taragna. In purezza viene impiegata raramente perché non "lega" e non lievita.

http://www.mr-loto.it/grano-saraceno.html

37 commenti:

  1. A me l'unica pasta fresca che mi piace fare è la pasta ripiena..ma quando vedi un primo così non si può resistere..

    RispondiElimina
  2. rustico e raffinato allo stesso tempo solo una cosa manca..la mia forchetta!!! grazie per le info che ci lasci nei tuoi post baci

    RispondiElimina
  3. Con la harina de trigo sarraceno tiene que haberte quedado una pasta muy rica, y si le añades las vieiras menudo plato de lujo, Federica.

    besos

    RispondiElimina
  4. Que pinta tan deliciosa, nunca se me ocurrió hacer la pasta con harina de trigo sarraceno y además muy sana. Besos

    RispondiElimina
  5. Ma che scherzi fai?Sono appena venuta via per un commento alle polpettine e ti ritrovo con le tagliatelle??Beata me che non guardo mai la data,sempre super imbranata,so però apprezzare le ricette fatte a dovere!Divine le tue tagliatelle e si,capitano,non temere non le farò sottilissime,nun sia mai si dovessero spezzare!!Un baciotto azzeccoso!

    RispondiElimina
  6. Cara Federica! Oggi vedo che è il giorno di un buon piatto di pasta!
    E di quella molto buona. Ciao e buon pomeriggio cara amica.
    Tomaso

    RispondiElimina
  7. delicioso
    http://senoritamandarina.blogspot.com/

    RispondiElimina
  8. Che piattino succulento, proprio di quelli che piacciono a me!!

    RispondiElimina
  9. Wowwwwww condimento eccellente.. ma anche le tagliatelle ti sei fatta?? che brava.. smackkk

    RispondiElimina
  10. saranno saporite sicuramente... che delizia, complimentiiiii!!

    RispondiElimina
  11. Ciao Federica, la farina di grano saraceno rende queste tagliatelle piacevolmente rustiche e gustose, il condimento poi è perfetto!!! Bravissima, bella ricetta!!!
    Bacioni...

    RispondiElimina
  12. Sì mi hai decisamente convinto: questo piatto è una bontà!!!! Poi trovo interessante l'accostamento di una pasta così rustica ad un condimento tanto delicato. Mi piace davvero tanto!!

    RispondiElimina
  13. Adoro il grano saraceno e sono certa che questo piatto farebbe impazzire anche mio marito...prendo nota e vado di là:D!!Bacioni,Imma

    RispondiElimina
  14. Una vera prelibatezza!!!! Complimenti, un abbraccio

    RispondiElimina
  15. Mi piace molto il grano saraceno ma ahimè non posso mangiare le capesante...
    prendo nota delle tagliatelle.....

    Un abbraccio
    monica

    RispondiElimina
  16. grano saraceno e capesante abbinamento irresistibile, anzi mi hai dato un'idea buona serata

    RispondiElimina
  17. Che belle queste tagliatelle!!! Mi ricordano tanto i pizzoccheri...slurp!!!

    RispondiElimina
  18. Adoro la farina di grano saraceno e con questo piatto mi hai fatta tanto felice...buonissimo!!!
    Brava Fede!
    la zia Consu

    RispondiElimina
  19. vado pazza x il grano saraceno già da solo ha un sapore unico! chissà così vestito!

    RispondiElimina
  20. Fantastico questo piatto!! Il grano saraceno da quel sapore un po' rustico che io adoro!

    RispondiElimina
  21. Farina di grano saraceno, le capesante...che abbinamento geniale! Ahh...che languorino, che sofferenza...

    RispondiElimina
  22. molto interessante questa unione tra tagliatelle di montagna al grano saraceno e capesante figlie del mare :-)

    RispondiElimina
  23. meno male che penso ad una ricetta (pasta di grano saraceno) e la trovo qui!! Un abbraccio SILVIA

    RispondiElimina
  24. Molto originale questo piatto e sicuramente molto fresco e leggero.
    Ciao, Mother.

    RispondiElimina
  25. Fede cara le tagliatelle di grano saraceno sono eccezionali ogni volta che le faccio mi lasciano sempre soddisfatta e con questo abbinamento di mare come posso non complimentarmi?... lo sai vero che io sono per i piatti di pesce... non vedo l'ora di provarli... bravissima:* un abbraccio grande:*

    RispondiElimina
  26. ciao fede
    mamma mia che piatto!!! adoro la farina di saraceno, perfetta con il pesce!!! buona serata

    RispondiElimina
  27. questo piatto mi piace, per il condimento ma anche per i colori!
    baci.

    RispondiElimina
  28. che piatto bellissimo e colorato, nonchè favolosamente buono!
    Le capesante le compro troppo raramente......

    RispondiElimina
  29. Che brava!!! la ricetta m'intriga .... tagliatelle di grano saraceno e sughetto ai frutti di mare un connubio delzioso .... da provare .... a presto ....

    RispondiElimina
  30. bellissimo il tuo blog
    ho visto la ricetta del gelato adesso guardo meglio.
    Anche io amo fare il gelato in casa.
    Ciao e complimenti
    Questo è il mio modestissimo blog che sto ricominciando a frequentare
    http://cucinareinsiemeate2.blogspot.it/

    RispondiElimina
    Risposte
    1. grazie ^_^ bene dai allora passo a vedere !!

      Elimina
  31. Grazie a tutti della visita!! ^__^

    RispondiElimina
  32. A me le tagliatelle vengono sempre o troppo morbide quindi impossibili da lavorare o troppo dure. Provo la tua ricetta cara che so di certo che non mio deludera' .Un abbraccio.

    RispondiElimina
  33. Mi piace l'uso del grano saraceno per la pasta fatta in casa. Da un sapore tutto particolare.
    Baci, vado a sbirciare l'altra ricetta.

    RispondiElimina
  34. Meraviglioso piatto, molto invitante!!!
    Un affettuoso abbraccio e buona serata!!!

    RispondiElimina

Ciao, grazie per il tuo commento.
Mi fa piacere ricevere anche le tue critiche!
Non esitare a darmi qualche dritta!
Federica
Commenti anonimi se non firmati verranno rimossi.
Commenti con link attivi e inattivi di qualsiasi genere verranno rimossi
Commenti con pubblicità a contest o altro verranno rimossi

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...
Questo blog non rappresenta un prodotto editoriale, ai sensi della legge 62 del 7/3/2001. Alcune immagini sono tratte da internet, ma se il loro uso violasse i diritti d'autore, lo si comunichi all'autore del blog che provvederà alla loro pronta rimozione. L'autore dichiara di non essere responsabile dei commenti lasciati nei post. Eventuali commenti dei lettori, lesivi dell'immagine o dell'onorabilità di persone terze il cui contenuto fosse ritenuto non idoneo alla pubblicazione, verranno insidacabilmente rimossi.
Autorizzo la pubblicazione delle mie foto e ricette a condizione venga sempre inserito un link a questo blog
Copyright © Federica Simoni