Farfalle di pasta fresca con tonno e pomodorini






Non solo gelati e lievitati mi piace fare, ma anche la pasta fresca in vari formati!
Le farfalle le ho già proposte nel blog, qui le trovate nere, e qui trovate un impasto diverso fatto i tuorli.
Stavolta niente uova  ma solo acqua e farina, poi io mi trovo bene a tagliarle con lo stampino, gli scarti li reimpasto e li tiro nuovamente con la macchinetta.


Ingredienti:
200 gr farina 0
100 gr acqua calda
1 cucchiaio olio e.v.o
impastare avvolgere con pellicola  e lasciare riposare 15 minuti.

Stendere poca pasta alla volta con la macchienetta fino al numero 5.
Con lo stampino ritagliare i cerchietti e chiudere al centro.
mettere ad asciugare .

Cuocere in acqua salata 1-2 minuti.

Condire con tonno sott'olio e pomodorini piccadilly

Gelato al melone





In questo periodo abbiamo il massimo della frutta a disposizione..il melone era un altro frutto che ancora non avevo usato per fare il gelato.
La cosa è nata dai messaggi scambiati  con Valentina,  in merito a come e cosa usare con il melone  e una email ricevuta da Serena una mia lettrice che l'aveva già fatto.
Ho elaborato 3 ricette tutte provate e testate,  alla fine troverete le mie considerazioni personali...a voi la scelta di farlo come preferite!!


Ricetta nr 1
150 gr zucchero
200 gr di melone maturo peso netto
200 gr panna fresca
3 cucchiai di rum
2 cucchiai di succo di limone

Frullare con il mixer ad immersione lo zucchero, con il melone e il succo di limone.
Porre in frigo 4 ore.
Riprendere, unire la panna senza montarla, dando solo una mixata, versare in gelatiera.
Quando il gelato inizia ad addensare unire il rum, finire di mantecare e porre in un contenitore in freezer


Ricetta nr. 2
150 gr zucchero
200 gr di melone maturo peso netto
1 uovo
150 gr latte
150 gr panna fresca
2 cucchiai di succo di limone

Scaldare il latte e portarlo a 80 gradi.
A parte con il mixer ad immersione frullare zucchero e uovo, unire il latte e continuare a frullare bene. Fare raffreddare velocemente in una ciotola piena di ghiaccio.
Una volta fredda unire il melone e frullare con il mixer ad immersione, porre in frigo 4 ore.
Poi riprendere unire la panna senza montarla dando solo una mixata e unire anche il limone, passare in gelatiera.
* anche qui a piacere potete unire il rum

Ricetta nr. 3
150 gr zucchero
200 gr di melone maturo peso netto
25 gr di latte in polvere
2 gr di farina di semi di carruba
200 gr di panna
2 cucchiai di succo si limone

Mettere in un pentolino il latte e unire 100 gr di zucchero, porre su fuoco dolce e quando arriva a 40 gradi unire il restante zucchero, il latte in polvere e la farina di semi di carruba, portare a 65 gradi.
Togliere dal fuoco e frullare con il mixer ad immersione.
Fare raffreddare, poi unire il melone e frullare con il mixer ad immersione.
Porre in frigo sempre 4 ore.
Riprendere e unire la panna senza montarla dando solo una mixata, unire anche il succo di limone  e porre in gelatiera.
* anche qui se si vuole si può unire il rum

Considerazioni:

Il migliore in fatto di cremosità e  morbidezza è la ricetta numero 1 quella con il rum. non servono tempi di attesa fuori dal freezer è una nuvola
A seguire la numero 2, anche questo è morbido e si prende bene con il dosatore, anche qui non servono tempi d'attesa.
Ultimo il numero 3 non è cremoso come gli altri 2, per la morbidezza bisogna lasciarlo 5 minuti a temperatura ambiente poi si prende bene con il dosatore.

Grazie a Laura del blog Zampette in Pasta per averlo provato, qui trovate il suo post.

Millefoglie 2









Il millefoglie è un dolce che non faccio molto spesso, l'avevo già pubblicato qui,  e l'avevo fatto quadrato poi l'ho fatto in versione rotonda e rettangolare, così ho avuto modo di perfezionarmi.
Perchè la sfoglia mi rimanga croccante, appena sforno le singole sfoglie cotte le spolvero da entrambe le parti di burro di cacao micronizzato il quale fa da isolante e permette di mantenere la croccantezza della sfoglia più a lungo.
Per maggiorni info vi rimando a questo a post.

ingredienti:
3 sfoglie rotonde di pasta sfoglia fresca ( io uso la Buitoni)

Le ho aperte in 3 placche bucate, spennellate di acqua e poste in frigo 1 ora.

Poi ho acceso il forno a 200 gradi.

Ho ripreso una sfoglia, rispennellato di acqua, cosparso di zucchero e infornato.
Quando la tiro fuori la incido subito da calda con un cerchio diametro 26, in questo modo non si rompe e la spolvero di burro di cacao, in alternativa*
Proseguo con le altre.
La pasta sfoglia in eccesso la uso per i bordi del dolce.

La cottura delle sfoglie l'ho fatta la sera.
Poi le ho coperte con dei strofinacci puliti e poste in forno spento fino al mattino.

Al mattino ho fatto la crema:
2 uova
180 gr zucchero
20 gr zucchero vanigliato
80 gr amido frumento
480 gr panna fresca (2 confezioni)
120 gr latte
11 gr di burro di cacao micronizzato (facoltativo)

Sbattere uova, zucchero e amido.
Poi passare sul fuoco con uno spargifiamma e unire i liquidi caldi.
Portare a densità tenendo conto che la crema deve essere sostenuta per andare in mezzo alle sfoglie.
Fare raffreddare la crema con pellicola trasparente a contatto.

* Prima di assemblare il dolce accendo il forno a 50 gradi, poi lo spengo e rimetto dentro le sfoglie con lo sportello socchiuso questo perchè mi rimangano più croccanti.
Poi inizio ad assemblare il dolce:
Sfoglia, crema, sfoglia, crema, sfoglia.
Completo i bordi con la crema e la sfoglia rimasta sbriciolata.

Conservare in frigo.

Nota:
quando lo faccio rettangolare invece cucino 4 sfoglie, perchè una la uso sbriciolata per decorare i bordi.
Con il burro di cacao si può preparare il dolce completo il giorno prima.
Per la farcitura o faccio la dose di crema riportata sopra e poi unisco un pò di panna montata, o dolceneve  se non ho la panna.
se invece non voglio unire panna la dose di crema  la faccio con 3 uova, 300 gr zucchero, 120 gr amido, 720 panna fresca e 120 gr latte.


Tortine con philadelphia yo




Tortine semplici, di quelle che non si sbaglia mai a proporre a colazione o merenda e visto che qui la temperatura è scesa  ci stanno proprio bene!! ^_^

Ingredienti per 14 tortine

250 gr farina con lievito Molino Rossetto
200 philadelphia yo
2 uova
110 gr zucchero a velo
30 gr zucchero semolato
2 cucchiai di olio di girasole
70 gr di latte
 a piacere buccia di limone o arancia.

Accendere il forno a 180 gradi

Montare bene le uova con lo zucchero, unire il philadelphia e sbattere, poi unire  l'olio e quando è stato assorbito unire la farina, da ultimo il latte.

Versare nei pirottini e infornare per circa 20 minuti.

Vale sempre la prova stecchino.

Grazie ad Arianna per averle provate!! potete vederle e visitare la sua bellissima pagina Facebook!

Gelato/Sorbetto al limone




Si sa che mi piace fare il gelato e anche sperimentare quello che trovo nel web.
La ricetta che ha attirato la mia attenzione è della bravissima Stefania del blog Araba felice,   qui  trovate la sua ricetta, io ovviamente curiosa di provarla mi sono messa subito all'opera, gli ingredienti li ho sempre a disposizione.
Lei non ha la gelatiera quindi il gelato può essere fatto tranquillamente anche senza

A differenza del classico gelato al limone, qui non c'è latte ma tutta panna.
E' risultato un delizioso gelato, anche se rispetto ai soliti gelati che faccio è leggermente farinoso, ma solo dopo il passaggio in freezer si nota questa cosa,  diciamo che assomiglia a un sorbetto.

E vi dico anche che dipende dalla panna e sopratutto da quanto tempo si monta in gelatiera, perchè se monta troppo diventa burro!!
Pertanto consiglio per chi lo facesse con la gelatiera con motore refrigerante (mentre gira raffredda e monta il composto) di controllarlo e appena il composto si addensa toglierlo e gustarlo subito che è una meraviglia o in alternativa passarlo in contenitore in freezer


100 gr di zucchero
125 gr di succo di limone filtrato
buccia di 2 limoni bio
500 ml di panna fresca

Io ho usato il frullatore ad immersione.

In un barattolo di vetro  ho messo lo zucchero, le bucce e il succo, ho frullato bene in modo che la buccia del limone venga bella fine.
Ho passato in frigo 2 ore a raffreddare bene.
Poi ho ripreso, ho unito la panna e ho solo dato  una leggera mixata con il mixer ad immersione giusto per amalgamarla, ma non la monto.
Passo tutto in gelatiera per circa 15 minuti, controllare la consistenza e se è cremoso toglierlo.

Non avete la gelatiera? non avete voglia di mettere in freezer e montare ogni 30 minuti? Allora fate così:
Frullare bene zucchero, succo e buccia, unire la panna e iniziare a montare con le fruste, unire 2 bustine e mezza  di pannafix, (stabilizzante per panna) e montate.
Una volta montato non serve il passaggio in freezer basterà metterlo in un contenitore in frigo.
Considerate che una bustina di pannafix serve per 200 ml di panna, quindi regolatevi in base alla quantità di panna che mettete

Non si scioglie e rimase cremosissssssssimo!

Se volete dei cestini golosi e veloci vi aspetto nell'altro blog!!



Tagliatelle di grano saraceno e capesante





Oggi vi propongo un piatto unico particolare.
La pasta fresca è un'altra cosa che mi piace fare, ma stavolta ho voluto sostituire parte della classica farina con la farina di grano saraceno.
Fate attenzione alla stesura della pasta che non deve essere sottilissima altrimenti le tagliatelle si spezzano.
Io uso la macchinetta della pasta (Marcato) e al numero 5 al massimo 6 sono perfette!
Per il resto il condimento di pesce devo dire che è azzeccato! ^_^


Vi aspetto anche nell'altro blog con delle Polpettine di tonno impanate al pistacchio

E su facebook nella mia pagina https://www.facebook.com/lacucinadifederica

Ingredienti:
150 gr farina 0
100 g farina di grano saraceno
3 uova

12 capesante
5 olive nere
pomodorini datterini
olio scalogno
fumetto di pesce o cuore di brodo pesce Knorr
prezzemolo

Impastare le farine, avvolgere con pellicola e lasciare riposare 30 minuti.
Poi stendere con la macchinetta fino al numero 5-6 lasciare asciugare un pò e poi passare nel rullo delle tagliatelle

In una wok fare un soffritto con olio e scalogno unire le capesante e sfumare con il fumetto, cuocere velocemente unendo anche le olive e i pomodorini.

Cuocere la pasta 3 minuti e poi saltarla nel condimento, completare con il prezzemolo


Grano Saraceno: Proprietà e Benefici

Il grano saraceno, nome scientifico Fagopyrum esculentum, è una pianta erbacea annua appartenente alla famiglia delle Poligonacee e non, come molti erroneamente fanno, a quella delle Graminacee, considerandolo un cereale; la pianta è probabilmente originaria dell'Asia e fu introdotta in Europa ad opera dei Turchi durante il periodo medioevale.
Contrariamente a ciò che si pensa, il grano saraceno non appartiene alla famiglia dei cereali (Graminacee) ma alle Polygonaceae, infatti, a dispetto, si distingue per una presenza elevata di Lisina e Triptofano
La pianta del grano saraceno può raggiungere il metro di altezza ed i suoi chicchi hanno una curiosa forma triangolare; la raccolta si esegue quando i chicchi del grano cominciano ad assumere una colorazione marrone scuro dopodiché vengono lasciati ad essiccare al sole per circa una ventina di giorni prima di essere trebbiati.

Il grano saraceno viene coltivato essenzialmente per ricavarne farina ad uso alimentare; i suoi semi invece, insieme alla pianta, vengono utilizzati per foraggiare gli animali d'allevamento.
Il grano saraceno è composto dal 10 % da acqua, 10% fibre alimentari, 2,1 % ceneri, carboidrati, proteine e grassi; discreta la presenza di minerali che in dettaglio sono: calcio, fosforo, potassio, magnesio zinco, manganese e ferro.

Nel grano saraceno sono presenti alcune vitamine del gruppo B e precisamente la vitamina B1, B2, B3, B5 e B6; è presente anche la vitamina E.

Gli aminoacidi presenti sono: alanina, arginina, cistina, acido aspartico, acido glutammico, glicina, isoleucina, lisina, metionina, valina, treonina, prolina e tirosina.

Le calorie fornite da 100 grammi di grano saraceno corrispondo a 350.
Il grano saraceno prima di essere cucinato necessita di essere lavato; è preferibile anche più di un  lavaggio in acqua fredda fino a che l'acqua non risulta limpida. Una volta scolati i chicchi devono essere tostati per un paio di minuti dopodiché possono essere cotti in acqua calda salata per un tempo non inferiore ai 20 minuti.

Il grano saraceno, sottoforma di farina, è molto indicato nella dieta delle persone che soffrono di celiachia, in quanto non contiene assolutamente glutine; con la sua farina si preparano pasta, polenta  e pane che possono appunto essere consumati dai celiaci con buoni benefici per la salute.

Il consumo di grano saraceno, grazie al suo alto valore proteico simile a quello della carne e della soia, è anche consigliato in caso di deperimento fisico e, grazie alla presenza di una sostanza chiamata rutina, per conservare l'elasticità dei tessuti dei vasi sanguigni.

Modalita' d'Uso:
Può essere impiegata per prodotti da forno dolci e salati in misura variabile dal 10 al 30%, in abbinamento alla farina di frumento oppure nella misura del 20% con la farina di mais, per la produzione della polenta Taragna. In purezza viene impiegata raramente perché non "lega" e non lievita.

http://www.mr-loto.it/grano-saraceno.html

Gelato al cioccolato al latte e Guinness






Tutto parte dal gelato visto nel blog Starbooksblog proposto da Roberta e precisamente qui ,  curiosa di provarlo ho acquistato la birra Guinness e ho apportato qualche modifica.
Considerando che il gelato aumenta di volume ho dovuto diminuire un pò la quantità e poi ho seguito il mio procedimento.
Il gelato acquista un gusto particolare anche se non prevale il gusto della birra e  rimane bello cremoso.

Visitate il blog Starbooks questo mese il gelato è il protagonista!!

Le stout e le porter sono birre scure prodotte da malto e orzo tostati.
La Guinness è una famosa birra di tipo stout o di tipo porter prodotta dalla Arthur Guinness Son & Co., una fabbrica di birra irlandese fondata a Dublino nel 1759 da Arthur Guinness nella celebre St. James's Gate Brewery.
La birra si presenta scura, quasi nera. Nonostante ciò la sua colorazione è in realtà ufficialmente nota come "Rubino scuro". La schiuma è chiara o bianca, molto compatta. Il gusto è decisamente amarognolo, corposo e facilmente riconoscibile.
Fonte qui


ingredienti:
1 uovo
150 gr zucchero
150 gr cioccolato al latte (Novi)
200 gr di latte
150 gr di birra Guinness
250 gr panna fresca

Sciogliere a bagno maria il cioccolato con il latte e portare a 80 gradi
A parte con il mixer ad immersione frullare lo zucchero con l'uovo, versare a filo e continuare a frullare il composto caldo.
Mettere a raffreddare in una ciotola piena di ghiaccio.

Quando il composto è freddo, passarlo in frigo 5 ore.

Riprenderlo e unire la birra e la panna senza montare ma dare una semplice mixata con il mixer ad immersione.

Passare in gelatiera per circa 30  minuti.




Gelato al bacio bianco





Un bel gelatino per chiudere la settimana.... se poi è con i baci al cioccolato bianco non riuscirete a non fare il bis!! ^_^

ingredienti:
150 gr zucchero
200 gr latte fresco intero o parzialmente scremato
1 uovo
120 gr di baci perugina al cioccolato bianco
250 gr panna fresca
10 gr di latte in polvere (facoltativo)

Sciogliere a bagno maria il latte e i cioccolatini e portare a 80 gradi

A parte frullare con il mixer ad immersione uovo e zucchero, versare a filo sempre montando con il mixer il composto sciolto.
Raffreddare velocemente (mettendo il contenitore dentro a una ciotola piena di ghiaccio) e porre in frigo 4/5 ore.

Poi riprendere e unire senza montare la panna, versare in gelatiera per il tempo necessario.

Ricette facili e veloci


Vi ricordo sempre l'altro mio blog con tante ricettine facili! ^_^

http://facileveloce.blogspot.it/2013/10/croissant-con-pesce-e-spada.html



http://facileveloce.blogspot.it/2013/10/sfogliatine-con-mele-e-pistacchi.html



http://facileveloce.blogspot.it/2013/10/rotolini-di-tacchino-con-pomodori-secchi.html



http://facileveloce.blogspot.it/2013/10/tortine-con-ricotta-e-yogurt.html




http://facileveloce.blogspot.it/2013/10/dolcetti-di-ricotta.html


http://facileveloce.blogspot.it/2013/10/focaccine-dolci-e-salate-allo-yogurt.html




http://facileveloce.blogspot.it/2013/05/sfogliatine-con-philadelphia-e.html



http://facileveloce.blogspot.it/2013/06/focaccine-veloci.html



http://facileveloce.blogspot.it/2013/06/girelle-al-salmone.html




http://facileveloce.blogspot.it/2013/06/tartellette-con-verdure.html



http://facileveloce.blogspot.it/2013/06/tartine-di-pollo.html



http://facileveloce.blogspot.it/2013/05/tagliatelle-con-asparagi-e-gorgonzola.html



http://facileveloce.blogspot.it/2013/05/anelli-di-calamaro-gratinati-al-forno.html


http://facileveloce.blogspot.it/2013/05/pollo-arlecchino.html




http://facileveloce.blogspot.it/2013/05/spaghetti-cremosi-alle-olive-nere.html


http://facileveloce.blogspot.it/2013/05/gnocchetti-di-spinaci-allacqua-con-sugo.html


http://facileveloce.blogspot.it/2013/05/crocchette-di-pollo.html




http://facileveloce.blogspot.it/2013/05/spaghetti-alla-crema-di-asparagi.html



http://facileveloce.blogspot.it/2013/05/pennette-con-pesto-e-pomodorini.html




http://facileveloce.blogspot.it/2013/04/pasta-al-pesto-di-rucola.html



http://facileveloce.blogspot.it/2013/04/tortine-morbide-con-philadelphia-milka.html




http://facileveloce.blogspot.it/2013/04/tartufini-velocissimi.html



http://facileveloce.blogspot.it/2013/04/bicchierini-con-crema-al-mascarpone.html




http://facileveloce.blogspot.it/2013/02/polpette-di-rombo.html



http://facileveloce.blogspot.it/2013/03/pennette-con-peperoni-e-robiola.html




http://facileveloce.blogspot.it/2013/03/sfogliatine-alle-acciughe.html




http://facileveloce.blogspot.it/2013/03/polpettine-con-yogurt.html





http://facileveloce.blogspot.it/2013/03/mezzelune-con-capperi.html




http://facileveloce.blogspot.it/2013/03/gnocchetti-di-semola-al-ragu.html





Buongiorno, oggi voglio parlarvi un nuovo blog che ho aperto da poco.

http://facileveloce.blogspot.it/


Un blog pensato per chi non ha tanto tempo da dedicare ai fornelli ma che comunque vuole gustare qualcosa di buono, facile da fare e soprattuto veloce!
Ecco alcune idee ...

Spiedini di pollo alla pizzaiola
 


Involtini ai peperoni
 


Dadolata di pollo e patate
 


Fagottini con prosciutto e funghi
 
Sono solo all'inizio di questa nuova avventura, e ne sono entusiasta, mi stimola la voglia di provare e inventare ricette semplici, con gli ingredienti che comunemente abbiamo in dispensa.
Per chi mi conosce, saprà quanto io sia sempre alla ricerca di cose nuove, facendo uso di ingredienti particolari o poco conosciuti, non sono cambiata! Nella Cucina di Federica continuerò sempre come prima, sarà mia intenzione distinguere nei due blog, le ricette più impegnative sia nei tempi che negli ingredienti, da quelle appunto Facili e Veloci. Mi auguro, nel mio piccolo, di essere utile a qualche lettore, o perlomeno di avere contribuito ad una condivisione culinaria.



Risotto con gamberi e rana pescatrice








Mi piace molto preparare piatti a base di pesce, tra questi il risotto è una cosa che mi piace particolarmente!
Noi lo abbiamo consumato come piatto unico e per deliziarci il palato abbiamo completato con il semifreddo al limone!!

Ingredienti
240 gr di riso (peso a crudo)
12 gamberi
1 rana pescatrice
olio
scalogno
burro chiarificato
prezzemolo tritato

Pulire i gamberi dalla testa e carapace e alla rana pescatrice togliere la spina centrale.
Preparare il fumetto di pesce con gli scarti del pesce, cipolla, sedano, carota. salvia,1 fetta di limone, pepe in grani, sale(circa 5/7 gr per litro), e circa 2 litri d'acqua.

Portare a bollore, schiumando regolarmente, lasciare sobbollire per circa 45 minuti. Filtrare il fumetto.

In una padella con olio e scalogno saltare velocemente i gamberi puliti e la rana pescatrice tagliata a pezzettini sfumare con un pò di fumetto

In una casseruola mettere una noce di burro, tostare il riso e iniziare a bagnare con il fumetto.

Quando il risotto è quasi pronto unire il pesce e nel condimento rimasto nella padella cuocere il gambero intero che servirà come decoro al piatto

Impiattare cospargere di prezzemolo e una  fettina di limone


Se avete poco tempo c'è sempre il mio blog di Ricette Facili e Veloci, vi aspetto!!

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...
Questo blog non rappresenta un prodotto editoriale, ai sensi della legge 62 del 7/3/2001. Alcune immagini sono tratte da internet, ma se il loro uso violasse i diritti d'autore, lo si comunichi all'autore del blog che provvederà alla loro pronta rimozione. L'autore dichiara di non essere responsabile dei commenti lasciati nei post. Eventuali commenti dei lettori, lesivi dell'immagine o dell'onorabilità di persone terze il cui contenuto fosse ritenuto non idoneo alla pubblicazione, verranno insidacabilmente rimossi.
Autorizzo la pubblicazione delle mie foto e ricette a condizione venga sempre inserito un link a questo blog
Copyright © Federica Simoni