Termini in cucina


Oggi niente ricetta, ma un piccolo glossario dei termini in cucina.
Non so voi ma a me a volte è successo di trovarmi davanti a  ricette dove alcuni termini non mi erano chiari.
Ho pensato così di raccogliere da libri e web un pò di definizioni  pensando che la cosa possa essere utile a me e anche a chi passa di qua.






Abbattere
Tutti i prodotti alimentare freschi contengono una carica batterica, che in condizioni particolari si moltiplica, producendo effetti pericolosi per l’organismo umano.
Fra i 10°C e i 35°C i germi patogeni iniziano a svilupparsi, mentre fra i  i 35°C e i 65°C la moltiplicazione batterica è notevole e presenta uno sviluppo accelerato.
Quindi abbattere significa portare la temperatura al cuore dell’alimento cotto ai 3°C nel minor tempo possibile, entro e non oltre i 90 min.
In questo modo si evita la proliferazione batterica e si aumenta di conseguenza  la durata dell’alimento.

Abburattamento
Abburattare significa setacciare ed è un termine che viene utilizzato durante la macinazione dei cereali; è un processo di setacciatura graduale dei cereali macinati, in particolare del frumento, per ottenere farina di diversa finezza. Attraverso dei setacci a maglie differenti si stabilisce il grado di abburattamento. La farina integrale, che contiene tutte le parti del chicco macinato, crusca compresa, non è abburattata.

Acidulare
Termine utilizzato per indicare un liquido al quale sia stato aggiunto del succo di limone, oppure aceto, per renderlo acidulo. E' un'operazione che serve a non fare annerire ortaggi e verdure: consiste nell'aggiungere succo di limone o aceto a una preparazione o un liquido, in modo da renderli leggermente acidi. Di solito si usa acidulare l'acqua con succo di limone per immergervi in generale tutti quei vegetali che tendono ad annerire se tagliati ed esposti all'aria. Si fa molto frequentemente con i carciofi.

Addensare
Cuocere a fuoco lento una salsa o un sugo, per renderle più dense e concentrare i sapori. Si può addensare un composto sulla fiamma, facendo evaporare l'acqua in eccesso, oppure aggiungendo fecola o farina, precedentemente stemperata con una piccola parte di acqua o brodo.

Aerare
Aumentare il volume di un composto incorporando aria, sotto l’azione di un rimescolamento vivace e intenso, generalmente effettuato con la frusta.

Affogare
Cuocere o scaldare gli alimenti in un liquido che non è arrivato ancora all’ebollizione.
Tecnica di cottura delicata, effettuata per immersione in un liquido a 90 gradi circa; è utilizzata per uova, filetti di pesce, quenelles, creme, ecc.

Appassire 
Cuocere verdure in olio e/o burro in modo che si ammorbidiscano senza che prendano colore. Si dice solitamente della cottura delle cipolle, che non dovranno rosolare, bensì ammorbidirsi o come si dice "in gergo culinario" sudare.

Arricciare
Pizzicare il bordo di una torta con una rotella per pasta e tra pollice e indice

Arrow-root
Fecola ricavata da piante tropicali

Asciugare
Eliminare l’eccesso d’acqua da una preparazione, l’operazione viene effettuata solitamente sul fuoco a fiamma vivace.

Aspic
Modo di presentare piatti gelatinati posti in appositi stampi.

Azzimo
Pane non lievitato.

Bagnomaria
Sistemare un recipienti in un altro più grande, contenente acqua calda sulla soglia dell’ebollizione.
Questo sistema di cottura permette di lavorare prodotti senza rischiare di bruciarli.

Bardare
Ricoprire appositi alimenti con sottili strati di grasso. ad esempio coprire con fette di pancetta, o lardo, o prosciutto particolari tagli di carne o volatili, per evitare l'eccessiva essiccazione della carne durante la cottura e renderla più saporita.

Battuto
Trito di erbe e vari aromi.

Bavarese
Dessert con latte, panna e colla di pesce.

Bianchimento dei legumi
Operazione mediante la quale i legumi vengono ripuliti, lavati, messi in casseruola e coperti d’acqua, salati con 7g. di sale per litro d’acqua e portati all'ebollizione.

Bianchire (sbollentare)
Immergere in acqua bollente un alimento per poi risciacquarlo con acqua fredda o riporlo in un contenitore con acqua e ghiaccio.

Bloccare
Congelare ingredienti e composti rapidamente a bassissime temperature.
Si bloccano degli elementi anche per lavorarli più facilmente.

Brasare
E' un metodo di cottura, indicato per carni o verdure, che vengono bagnati con il vino o acqua. La cottura avviene con coperchio.E' importante evitare la fuoriuscita di vapore.

Brillare
Riferito  al riso e significa far tostare il riso prima di cuocerlo con un fondo di burro e cipolla tritata molto finemente

Brunoise
Il taglio brunoise è un tipo di taglio utilizzato in cucina, che consiste nel tagliare la preparazione in dadini regolari, di circa 2 mm per lato. Le dimensioni contenute permettono tempi di cottura limitati, con notevoli benefici sotto il profilo nutrizionale.

Burro aromatizzato
Burro crudo al quale sia stato aggiunto un elemento estraneo per aromatizzarlo.

Burro mantecato
Burro lavorato con una spatola per renderlo morbido e spumoso.

Burro nocciola
Burro fatto fondere lentamente in una casseruola, poi filtrato attraverso un telo e infine scaldato nuovamente fino ad assumere una colorazione nocciola

Camino
Strumento a forma di tubetto cilindrico da applicare ad impasti che contengono farce o altro. Attraverso il camino i vapori sprigionati durante la cottura fuoriescono, evitando che all’interno rimanga umidità e che la pasta si gonfi.

Canditore
Recipiente rettangolare munito di una griglia utilizzato  in confetteria.

Caramello
Zucchero disciolto in acqua e cotto fino alla sua doratura.

Caramellare a secco
Trasformare dello zucchero in caramello.
Caramellare lo zucchero in un pentolino di rame non stagnato, versandone poco alla volta senza l'aggiunta di acqua o altro liquido

Chiarificare
Rendere un liquido chiaro e limpido tramite operazioni di filtraggio.

Chibouste
Crema pasticcera realizzata con latte o altri liquidi alleggerita unendo albumi montati con lo zucchero.

Chutney
Condimento agrodolce a base di verdura o frutta cotte in uno sciroppo di aceto, zucchero e spezie.

Colla di pesce
Sostanza solida, inodore e di color ambrato. Si soglie in acqua tiepida o calda diventando gelatinosa.
Mescolata ad altri ingredienti accelera il processo di gelatinizzazione o consolidamento.

Chinois (colino cinese)
Colino a forma conica in acciaio, con fori più o meno sottili.

Copertura
Espressione che indica il cioccolato di copertura.

Coppare
Tagliare la pasta con un coppapasta che può essere rotondo, liscio dentellato e di varie forme

Cornetto
Strumento in forma conica usato in pasticceria per avvolgere la pasta sfoglia o altri impasti.

Cornetto o Bocchetta
Strumento da applicare ai sacchetti in tela. Può essere scannellato o liscio.

Corpo
Lavorare una pasta conferendole elasticità.

Cru di cacao
Cacao monorigine, selezionato direttamente dalle piantagioni e viene utilizzato per un tipo unico di cioccolato

Dacquoise
Biscotto alle mandorle e albumi montati  da usare come base per torte o mignon. Le mandorle possono essere sostituite da cocco, nocciole, pistacchi

Dadolata
Indica un qualsiasi alimento tagliato a dadini.

Decantare
Travasare un liquido da un contenitore ad un altro, per eliminare eventuali depositi prima di servirlo nei bicchieri.

Deglassare
Diluire con un liquido (acqua, brodo, vino) un fondo di cottura per far sì che le parti rimaste sul fondo del tegame, dopo avere arrostito o saltato un cibo, vengano diluite nel liquido e lo insaporiscano.

Decuocere
Fermare la cottura di un composto, per esempio il caramello, aggiungendo un liquido caldo come panna, succo d'arancia ecc..

Diliscare
Eliminare le lische dal pesce.

Dissalare
Eliminare il sale dagli alimenti conservati in salamoia, tenendoli sotto un getto di acqua corrente o in un recipente di acqua fredda per un tempo determinato; in questo caso è necessario cambiare l'acqua più volte

Dorare
Lucidare la superficie di un alimento che generalmente viene cotto al forno.

Dressing
condimento per insalate.

Emulsionare
Associare due elementi che non sono omogenei.

Fiammeggiare
Significa  "esporre a fiamma viva" e, in cucina, ha due significati: quello più corrente si riferisce all'esposizione alla fiamma del gas di un qualsiasi volatile dopo che lo si è spiumato a fondo,

Flambare
Cospargere con un liquore un alimento e dagli fuoco.

Foderare
Rivestire la parte interna di un contenitore con pasta sfoglia, frolla, ecc.

Foncer
Rivestire uno stampo con la pasta stesa

Fricassea
Emulsione di uova e limone.

Frollare
La frollatura è un processo chimico-fisico naturale, che avviene spontaneamente nei muscoli scheletrici degli animali appena abbattuti, trasformandoli gradualmente in carne. Per questo motivo, prima di essere offerte al consumatore, le carni vengono lasciate maturare (frollare) ed intenerire per qualche giorno.

Gratinare
Porre una preparazione in salamandra o in forno molto caldo fino ad ottenere una superficie dorata e croccante

Glassare
a) Rivestire dolci con fondente, cospargere dolci di zucchero in polvere e metterli sotto la salamandra.

b) stufare la verdura sino ad ottenere un rivestimento gelatinoso

c) Dare alla carne un rivestimento lucente, bagnandola con fondo di cottura che si va depositando in padella.

e) dare lucentezza a cibi freddi spennellandoli con gelatina o con il fondo di cottura ridotto.

Imbrigliare
Legare con uno spago, o cucire le parti di un pollo per dargli la forma che desiderate.

Imburrare
Ungere con il burro le pareti di un recipiente per la cottura.

Impastare
Mescolare diversi ingredienti per ottenere un composto omogeneo.

Incidere
Praticare piccoli tagli.

Incorporare
Unire un elemento in un composto, amalgamando in modo omogeneo.

Intridere
Impastare con le dita e poi con i palmi della mano.

Julienne
Tagliare in sottili strisce.

Lardellare
Introdurre, generalmente nella carne, con l’apposito lardatoio, delle grosse strisce di lardo o pancetta.

Macerare
Lasciare un alimento a bagno in un liquido per un certo periodo di tempo, per conferirgli sapore.

Mandolino
Strumento per affettare sottilmente patate, verdure ed altro.

Mantecare
Deriva dallo spagnolo manteca (burro); rendere morbida e cremosa una preparazione tramite il rimescolamento rapido, con aggiunta di burro, panna, parmigiano o altro. è un termine che, genericamente, viene riferito al gelato. Ma si usa più spesso a proposito del risotto, per il quale la mantecatura è il tocco finale. Tolto il risotto dal fuoco, si aggiunge una noce di burro e qualche cucchiaio di formaggio grattugiato, mescolando con forza e scuotendo il tegame per farli sciogliere.

Marinare
Mettere  in infusione un alimento entro un composto liquido. Onde renderlo più morbido e gustoso.
Alcuni tipi di marinature servono oltre a dare il gusto, anche a cuocere l’alimento.

Marquise
Si tratta di una base simile al pan di spagna, ma preparata senza farina.
Contiene solo fecola, o amido di mais o amido di riso

Massa
Preparazione più compatta di un impasto.

Mettere in infusione
Far macerare un elemento aromatico in un liquido caldo, in modo che si impregni dei suoi aromi.

Mix
Miscela che fanno parte di una composizione.

Mirepoix
I componenti della Mirepoix sono sedano, carote  e cipolla tagliati a dadini.

Mondare
Privare alcuni frutti della loro buccia.

Montare
Sbattere un liquido o un composto per renderlo più gonfio per effetto dell’aria che viene incorporata.

Nappare
Distribuire sui cibi piccole quantità di salsa o sugo.

Nastro
Si dice di un composto, la cui consistenza fa si che coli in modo fluido senza rompersi.

Olio Evo
Abbreviazione di Olio Extra Vergine di Oliva

Omogeneizzare
Unire in modo armonico diversi elementi che fanno parte della composizione di un impasto.

Pasta Frolla
Frolla significa "friabile". Per ottenere questo risultato è necessario che il burro sia freddo, la farina usata sia debole quindi una 00, e si dovrà impastare velocemente per evitare che la farina sviluppi il glutine, un componente che rende l'impasto elastico, privando l'impasto della sua caratteristica principale: la friabilità

Pasta a foncer
Pasta neutra simile alla briseè, si usa per preparazioni dolci o salate

Pezzare
Dosare un impasto pesandolo in modo da farne tanti pezzi uguali. esempio l'impasto delle brioches.

Pirlatura
La pirlatura è quell'operazione di manipolazione dell'impasto che serve a conferirgli maggiore forza e di conseguenza per ottenere una lievitazione migliore.
La pirlatura si esegue raccogliendo l'impasto in una palla che dovrete posare sul piano di lavoro leggermente infarinato.
Girate l'impasto con le due mani cercando di tendere la superficie dell'impasto riunendo le mani sotto l'impasto stesso.
qui video:http://www.cookaround.com/cucina-per-voci/tecnica-di-cucina/pirlatura

Pirottino
Contenitore in carta dai bordi plissettati.

Pralina
Torrone o nougant finemente triturato e ridotto in pasta.

Pralinare
Rivestire una preparazione dolciaria di uno strato esterno di zucchero caramellato o di cioccolato

Puntare l'impasto
Lasciare riposare un impasto lievitato sul tavolo coprendolo con pellicolain modo da far rilassare il glutine per renderlo lavorabile. I tempi variano da 15  a 30 minuti

Q.B.
Abbreviazione di “ quanto basta”. Indica la quantità  non ben definibile di una sostanza da aggiungere in una ricetta; variabile, in quanto legata a fattori non strettamente misurabili, sovente da definire secondo il gusto personale; es:  “pepe q.b.” per insaporire più o meno un piatto; “ acqua q.b.” per rendere più o meno morbido un impasto o un sugo, ecc.

Ratatouille
Piatto di origine provenzale, realizzato con un misto di verdure stufate.

Ridurre
Asciugare un liquido (sugo o salsa) facendolo evaporare tramite ebollizione prolungata e renderlo più concentrato e denso. In questo modo si concentrare il sapore di una preparazione liquida, salsa, brodo o altro.

Rigaglie
Con il termine rigaglie si indicano le interiora del pollo o dei volatili domestici.

Rinvenire
Il termine rinvenire significa immergere in acqua alimenti essiccati per far loro riacquistare volume (un esempio potrebbero essere i funghi secchi).

Rivestire
Ricoprire un elemento con un’altro in modo da proteggerlo o decorarlo.

Rosolare
Cuocere in padella carni o verdure fino ad ottenerne un aspetto di colore bruno.
Rosolare è un termine diverso da soffriggere, dorare o imbiondire, che sono stadi di coloritura meno intensa.

Roux 
Base per varie preparazioni. E' un composto di burro e farina. Potrebbe essere più o meno dorato, a seconda della durata della cottura.Serve a legare salse e creme.

Sabbiare
1) Rendere un impasto friabile e facilmente sbriciolabile.
2) Coprire un elemento con un altro arrecandogli un effetto sabbiato.

Salamoia
Soluzione più o meno concentrata di sale in acqua che rappresenta il liquido di conservazione di numerosi alimenti in scatola e/o conservati (verdure, pesci, insaccati, formaggi). Può essere addizionata con conservanti e la sua concentrazione è in stretta relazione con il tipo di alimento da trattare; esistono infatti salamoie forti e salamoie dolci.

Salamandra
La salamandra è un apparecchio professionale di cottura che serve per gratinare e tostare i cibi,

Salmi
Salmì è un termine che deriva dal francese salmis, e indica metodi diversi, da regione a regione, di cuocere in umido la selvaggina dopo averla marinata.

Salmistrare
Con il termine salmistrare si intende un procedimento per insaporire e conservare, con una speciale salamoia, carni fresche messe sotto sale ed erbe aromatiche, lasciandole per un minimo di 12 ad un massimo di 40 giorni.

Salsa Bisque
Salsa ottenuta con la brasatura delle carcasse e teste di crostacei e battuto di sedano carote e cipolle sfumato con del vino bianco, dopo bollitura si filtra e si fa addensare.

Sbianchire
Ammorbidire un ingrediente tuffandolo per pochi minuti in acqua bollente.
Sbianchire o sbollentare : Immergere in acqua bollente spesso salata, o addizionata con aceto, per poco tempo, verdure o altro: serve a vari scopi:levare l'amaro o l'acredine, ridurre di volume (nel caso dei vegetali), permettere facili sbucciature (animelle) o spellamenti (pomodori, mandorle), rassodare (cervello), ammorbidire, pulire meglio. Questa operazione viene chiamata anche sbollentare o scottare

Sbucciare
Prelevare la scorza esterna dagli agrumi, senza includere la parte bianca e amara.

Scaloppare
Tagliare carni come arrosti o pesce ottenendo fette molto sottili e regolari nello spessore. Sinonimo anche "sfilettare".

Scottare
Esporre a fuoco vivo, in modo veloce, un alimento in presenza di una materia grassa.

Schiumare
Allontanare la parte schiumosa e ricca di impurità durante la preparazione di fondi, brodi, creme, ecc.che affiorano sulla superficie

Sobbollire
Cuocere un alimento a fuoco molto moderato in modo che l’ebollizione sia appena percettibile.

Soufflè
Letteralmente vuol dire “gonfiato”. Indica vivande a base di  passati di carne, formaggi, verdure o altro e chiare d’uovo montate a neve, cotte in forno in modo che, al calore, si gonfino

Spurgare
Lasciare in acqua fredda corrente particolari alimenti ricchi di parti sanguinolente, oppure, eliminare la sostanza amarognola eventualmente presente in melanzane, zucchine, ecc., sfruttando l?azione igroscopica del sale

Stemperare
Sciogliere/diluire una sostanza in acqua, latte o brodo. Es: Stemperare il lievito in una tazzina di latte

Stufare
Cuocere a fuoco lento gli alimenti.

Stendere
Assottigliare fino ad ottenere lo spessore desiderato.

Tamponare
Stendere una pellicola sottile di materia grassa sulla superficie di un elemento per evitare che si asciughi o formi una crosta in superficie.

Trifolare
Cuocere in olio o burro con aggiunta finale di prezzemolo; è un metodo di cottura degli alimenti generalmente usato per funghi, patate, carciofi, zucchine e alcuni tipi di carne quale il rognone.

UHT – Ultra High Temperature
Metodo di sterilizzazione ad alta temperatura (anche 150°C)  alla quale un alimento viene sottoposto per brevissimo tempo.

Velare 
Coprire la superficie di una vivanda con uno strato di gelatina, crema o salsa, utilizzando un pennello.

Velare il cucchiaio
Portare a cottura lenta una crema fino ad ispessirla, ma senza rassodarla.

Vinaigrette
Il termine vinaigrette deriva dal diminutivo Francese del termine vinaigre, cioè aceto.Si tratta infatti su una salsa fredda a base di olio, aceto, sale e pepe e viene utilizzata come condimento per verdure o insalate.La preparazione è molto semplice: basta sciogliere il sale nell?aceto o nel succo di limone e poi aggiungere gli altri ingredienti nella proporzione desiderata, sbattendoli con l?aiuto di un frustino fino a che non saranno emulsionati.



79 commenti:

  1. ma tu sei sempre avanti.. guarda che splendido post
    brava

    RispondiElimina
  2. Quello che mancava in rete ci hai pensato tu! geniale... sto ripassando alcuni termini e imparandone di di nuovi... Grazie Fede! post da incorniciare:**

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Simona, qualcosa c'è in rete ma sai che mi piace approfondire ^______^ un abbraccione!

      Elimina
  3. Sei davvero una amica preziosa ♥ Grazie Federica, post fantastico :*

    RispondiElimina
  4. Super utile tesoro mio questo post....salvato subito e grazieeeee!!Baci,imma

    RispondiElimina
  5. E' vero, mi hai beccato in castagna! A volte non capisco proprio di cosa si stia parlando quando qualcuno tira fuori termini che per me sono UFO!
    Questa tua bellissima pagina me la metto da parte e ti ringrazio tanto!! Utilissima e nessuno mai ci ha pensato!!
    Super brava!
    Ti abbraccio Fede<3<3<3

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Spero torni utile,vedrò di tenerlo aggiornato ^_^

      Elimina
  6. Grazie Fede ho subito salvato questo utilissimo glossario, ma quanto mi piace il tuo blog <3

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie a te Veronica della fiducia <3

      Elimina
  7. MERAVIGLIOSO!!!!!! Solo tu ci fai questi post strepitosi....mi piacciono troppo!!! Scrivi un libro ti prego,io lo comprerei subito ;)
    Buona giornata fantastica Fede! ^__*

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ^__^ grazie di cuore Isabella !!Un abbraccione

      Elimina
    2. Ma grazie di cuore a te cara sei indispensabile!!! Baci :*

      Elimina
  8. Sei un MITOOOOO
    grazie mille per questo post informativo .

    RispondiElimina
  9. Moooolto moooolto utile Fede,bravissima!!!!:-))
    Bacioni

    RispondiElimina
  10. Sei geniale, davvero un'amica preziosa . Un abbraccio Daniela.

    RispondiElimina
  11. Molto molto utile!! Grazie mille

    RispondiElimina
  12. Utilissima questa guida e davvero ben fatta, complimenti! :)

    RispondiElimina
  13. Sapessi quante volte mi è capitato,soprattutto quando ero più giovane!Tesoro questo post sarà d'aiuto a noi un pò più esperte e a tutte le cuochine alle prime armi!Grazie super Fede!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Siii pure a me è successo!! spero sia utile un abbraccio!

      Elimina
  14. noooooooooooooooooooooo un ABC geniale!!! grande e mitica la mia amicaaaaaaaaaa

    RispondiElimina
  15. tu si che sei una foodblogger con la effe maiuscola...post interessantissimo e da tenere sempre a portata di mano :*

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ^__^ Grazie Letizia mi conosci un pò sai che mi piace condividere!baciiiiiiiiiiiiii

      Elimina
  16. Grazie...un post stra-utile!!!!
    Sei un tesoro!!!

    Un abbraccio
    monica

    RispondiElimina
  17. sei un genio,grazie per il post molto utile

    RispondiElimina
  18. Hai avuto una bellissima idea, questo glossario è davvero molto utile! Un bacione

    RispondiElimina
  19. Grazie Federica, ci voleva proprio.
    Buona giornata
    Mandi

    RispondiElimina
  20. Es de mucha utilidad estos tèrminos yo los publiquè en el 2009 en mi blog "en trucos y consejos" mi abuela era chef,me alegro que tu lo repitas,abrazos.

    RispondiElimina
  21. Grazie Federica utilissimo questo ABC, ci sono alcuni termini che non conoscevo neanche! Baci

    RispondiElimina
  22. Cara Federica, mi ci è voluto del tempo per leggerli tutti!!! ma molti non li conoscevo per niente!!!
    Dunque grazie cara amica, di questo interessante alfabeto.
    Buon pomeriggio con un abbraccio forte.
    Tomaso

    RispondiElimina
  23. Fede, tu mi hai insegnato tante cose e quando vengo qui non smetto mai di imparare qualcosa di nuovo! Sei grande, grazie per questo utilissimo post!!! Ti abbraccio forte forte <3

    RispondiElimina
  24. ma che meravigliaaaaaaaaaaaa!!!Tu sei la zanichelli della cucina ^_^ J'adore!!Sempre utilissima Fede!!Salvo tra i preferiti :*

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ^__^ bella la zanichelli della cucina, pensa che l'araba mi chiama il piccolo chimico ^__^ Grazie <3

      Elimina
  25. Grazie Federica, un post preziosissimo...sei troppo forte!!!
    Bacioni, buona serata...

    RispondiElimina
  26. oh mamma...serviranno ancora un paio di ore per copiare tutto!!!ma il tuo post è assolutamente gradito e utile...grazie1!!!!

    RispondiElimina
  27. Che meraviglia!!!!! Federica non conoscevo il significato di una buona parte di questi termini, sei mitica mia cara Federica. Buonanotte.

    RispondiElimina
  28. Grazie di cuore Federica per questo post utilissimo!! Sei fantastica!! Baci, Mary

    RispondiElimina
  29. Grazie!!!!!!!!! Post straordinario!
    Baci
    MG

    RispondiElimina
  30. Grande Fede!! Post utilissimo, grazie!!!

    RispondiElimina
  31. Utilissimo glossario! E tu sei geniale.

    RispondiElimina
  32. e si che mi è successo...post utilissimo! Un abbraccio SILVIA

    RispondiElimina
  33. eh chissà quante volte è successo di non conoscere determinati termini in cucina!
    un post utilissimo...grazie fede...sei grande!
    un bacione

    RispondiElimina
    Risposte
    1. si a me è successo così ho pensato che magari può essere utile anche agli altri ^_^ grazie

      Elimina
  34. Brava Fede, post davvero utile.

    RispondiElimina
  35. Stampatooooooo, grazie Fede!!!!!
    Un bacione!!!!

    RispondiElimina
  36. Cavoli Federica...ma questo me lo stampo si!!! super utilissimo, quanti che sono e alcuni che non conoscevo! grazie! a presto!

    RispondiElimina
  37. federica questo è da stampare e mettere in una cornice in cucina non scherzo
    perche'salvato te lo dimentichi
    in un 'agenda pure
    invece appeso al muro maiii ^.^
    unica

    RispondiElimina
    Risposte
    1. si è vero appeso al muro è più comodo!! ^__^ baciiiiiiiii

      Elimina
  38. Non posso non commentare questo grandioso lavoro con un osservazione....eh sì....si si....manca la parola "Federica: (significato) vai nel suo blog e le scopri tutte ! Brava Fede, quanto hai lavorato!!!!

    RispondiElimina

Ciao, grazie per il tuo commento.
Mi fa piacere ricevere anche le tue critiche!
Non esitare a darmi qualche dritta!
Federica
Commenti anonimi se non firmati verranno rimossi.
Commenti con link attivi e inattivi di qualsiasi genere verranno rimossi
Commenti con pubblicità a contest o altro verranno rimossi

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...
Questo blog non rappresenta un prodotto editoriale, ai sensi della legge 62 del 7/3/2001. Alcune immagini sono tratte da internet, ma se il loro uso violasse i diritti d'autore, lo si comunichi all'autore del blog che provvederà alla loro pronta rimozione. L'autore dichiara di non essere responsabile dei commenti lasciati nei post. Eventuali commenti dei lettori, lesivi dell'immagine o dell'onorabilità di persone terze il cui contenuto fosse ritenuto non idoneo alla pubblicazione, verranno insidacabilmente rimossi.
Autorizzo la pubblicazione delle mie foto e ricette a condizione venga sempre inserito un link a questo blog
Copyright © Federica Simoni