Pandorlato









Volete un pane che profuma di Natale? Il Pandorlato è perfetto!! Si fa in un giorno ed è buonissimo!! La ricetta ovviamente è una garanzia ed è di Paoletta.
Ha una difficoltà però... è tosto da incordare, quindi ci vuole una planetaria, sconsigliato bimby e macchina del pane perché questi non incordano l'impasto e se non incorda rimane liquido o quasi... un impasto incordato significa che si tende come una corda elastica.

Per capire come deve essere un impasto incordato, guardate il video di Piero qui
Un impasto incordato è appunto come una corda, ma elastica, se lo tiri non si spezza, o perlomeno non si spezza subito, e se lo prendi tra le dita fa come un velo sottile.

Mentre serrare l'incordatura vuol dire che deve essere bella forte, non solo iniziale.

In rosso i miei appunti
Ingredienti:
280 g farina W 350 (70 g per il lievitino, 210 g per l'impasto circa 20/30 g di scorta)  
80 g latte intero
90 g zucchero
110 g burro  (40 g fuso e freddo, 70 morbido)
180 g uova intere (3 uova)
8 g lievito di birra fresco
5 g sale
zeste grattugiata di 1 arancia Io le zeste di 2 arance
2 cucchiai di cointreau  (omesso)
1 cucchiaino miele d’acacia
1 manciata di mandorle con la pelle

Al mattino verso le 7
note: io ho iniziato al mattino e infornato la sera, ma è possibile il contrario.

Mescoliamo il latte intiepidito con il lievito, il miele e 70 g di farina, copriamo.
Dopo una mezz’ora, per me 1 ora (deve gonfiare) uniamo gli albumi, il resto della farina e mescoliamo, con la foglia, a vel. 1 (ken). 
Uniamo il sale, il liquore e portiamo lentamente a vel. 2, incordiamo (ci vorranno 5 – 10 minuti). 
Per me 13 minuti e il sale l'ho unito dopo lo zucchero e non in questa fase

Riduciamo a vel. 1,5 ed uniamo un tuorlo, alla ripresa dell’incordatura aggiungiamo un altro tuorlo e metà dello zucchero, riprendiamo l’incordatura ed uniamo l’ultimo tuorlo con tutto lo zucchero, incordiamo.

Serriamo l’incordatura ed uniamo, un cucchiaino alla volta, 40 g di burro fuso freddo, portiamo a 1,5, incordiamo ed aggiungiamo il burro rimanente morbido a pezzetti, insieme alla buccia di arancia, incordiamo.
Dovrà presentarsi lucido e ben legato.

note: io ho faticato un po' ad incordare, alla fine, dopo il burro morbido, ho aggiunto 25 g di farina

Poniamo in un recipiente da frigo, sigilliamo e, dopo 40/50 minuti, per me 1 ora (assicurarsi che parta la lievitazione), poniamo in frigo in una zona sui 6 – 7° per circa 6/8 ore.

Tiriamo fuori dal frigo e dopo circa un'ora  rovesciamo sul tavolo infarinato e diamo le pieghe del tipo 2, dovremo ottenere una massa compatta.

Con la chiusura sotto arrotondiamo e trasferiamo in uno stampo da panettone da 750 g. 16 x 11 cm. Copriamo con pellicola e poniamo in forno spento, lampadina accesa fino a che non arriva ad un dito e mezzo sotto il bordo dello stampo.

note: a me ci sono volute circa 3 ore, ma leggevo in giro che a qualcuno ce ne ha messe meno di 2, ad altri anche 5 ore, per cui controllate!

Pennelliamo delicatamente con albume leggermente battuto e spolveriamo prima con zucchero a granella, poi decoriamo delicatamente con le mandorle a piacere, infine spolveriamo con zucchero a velo.
Quando quest'ultimo sarà assorbito spolveriamo ancora con zucchero a velo, e inforniamo a 180° per circa 30 minuti, su placca del forno, posizionata su grata bassa, perché cresce molto.
Controlliamo di frequente che lo zucchero non bruci, casomai copriamo con carta stagnola. Sforniamo e poniamo su una gratella fino al raffreddamento.

Nota:
io ho usato la manitoba Lo Conte, e un'altra volta ho usato la farina Panettone del Molino Quaglia sfornandoli piccolini, ottimi risultati in entrambi i casi

Grazie a Andreea per aver provato la ricetta

26 commenti:

  1. Cara Federica, credo che un bel pezzo me lo sbafo subito!!!
    Peccato che sia solo virtualmente.
    Ciao e buona giornata cara amica.
    Tomaso

    RispondiElimina
  2. Che spettacolo!!!!! io st'anno ho rinunciato ai grandi lievitati hihihi.. baci e buon lunedì :-*

    RispondiElimina
  3. È bellissimo e non tanto complicato da fare...quasi quasi mi metto all'opera ;)

    RispondiElimina
  4. Che bel lavoro che hai fatto, bravissima!!

    RispondiElimina
  5. buonissimo già fatto e perfetto a chi non piace i canditi..un bacione..!!

    RispondiElimina
  6. Ti é venuto uno spettacolo Fede!

    RispondiElimina
  7. Ma che meraviglia Fede, ti è venuto molto bene. Come non mangerei una bella fetta in questo momento ! Slurp !

    RispondiElimina
  8. Meraviglioso pandorlato,complimenti.

    RispondiElimina
  9. Che dire Fede é uno spettacolo davvero,tu riesci sempre a lasciarmi senza parole...cosa darei per avere le tue capacità!!!! Un abbraccio,Imma

    RispondiElimina
  10. L'idea di realizzare questa meraviglia in un giorno mi stuzzica moltissimo..grazie della condivisione e buon assaggio ^_*

    RispondiElimina
  11. Ecco un lievitato che potrei fare con la mia fidata planetaria, segno la ricetta e poi che dirti ti è venuto stra bello, ma tu con i lievitati sei veramente brava!

    RispondiElimina
  12. MITICA FEDE, MI PIACE MOLTO!!!BACI SABRY

    RispondiElimina
  13. Che bontà fede.....anche io volevo preparare il panettone..cmq qst deve essere ottimo...come tutte le tue ricette ....ho visto anche la tua raccolta foto tutti piatti bellissimi

    RispondiElimina
  14. stupendo,lo vedo sulla tavola della colazione, bravissima e grazie cara

    RispondiElimina
  15. Mi piacerebbe tanto provarla. Io sto sfornando solo panettoni a lunga lievitazione ma tra una crescita e l'altra potrei farlo!
    Grazie!

    RispondiElimina
  16. Che aspetto magnifico...mi incuriosisce tantissimo, anche perché sembra sofficissimo ! Grazie per la ricetta e per i consigli :) felice serata !

    RispondiElimina
  17. non ho una vera e propria planetaria, mi accontento di ammirare il tuo !

    RispondiElimina
  18. Espectacular!! menuda miga tiene :)

    RispondiElimina
  19. Ammazza Fede che spettacolo!! io non ce la potrei mai fare

    RispondiElimina
  20. È' perfetto . Sei bravissima cara . Buona serata

    RispondiElimina
  21. bellissimo.. perfetto.. anche la versione mignon, davvero graziosi...

    RispondiElimina
  22. ma come sei avanti con questo "pandorlato"!! Un abbraccio SILVIA

    RispondiElimina
  23. Ciao Fede, eccomi sono ritornata da te, ma questa volta per ringraziarti. Ho provato il tuo Pandorlato e ha avuto successo. Grazie di aver condiviso la ricetta con noi. Sicuramente come primo esperimento sono rimasta soddisfatta ma dovrò ancora rifarlo perché è piaciuto. Ti lascio il link della ricetta : http://lericettediclaudiaeandre.blogspot.it/2015/12/pandorlato.html
    Grazie ancora, un abbraccio e buone feste !

    RispondiElimina

Ciao, grazie per il tuo commento.
Mi fa piacere ricevere anche le tue critiche!
Non esitare a darmi qualche dritta!
Federica
Commenti anonimi se non firmati verranno rimossi.
Commenti con link attivi e inattivi di qualsiasi genere verranno rimossi
Commenti con pubblicità a contest o altro verranno rimossi

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...
Questo blog non rappresenta un prodotto editoriale, ai sensi della legge 62 del 7/3/2001. Alcune immagini sono tratte da internet, ma se il loro uso violasse i diritti d'autore, lo si comunichi all'autore del blog che provvederà alla loro pronta rimozione. L'autore dichiara di non essere responsabile dei commenti lasciati nei post. Eventuali commenti dei lettori, lesivi dell'immagine o dell'onorabilità di persone terze il cui contenuto fosse ritenuto non idoneo alla pubblicazione, verranno insidacabilmente rimossi.
Autorizzo la pubblicazione delle mie foto e ricette a condizione venga sempre inserito un link a questo blog
Copyright © Federica Simoni