Pizza in giornata






Ricetta originale pubblicata nel gruppo Facebook
ChieraStyle Fan Club - Pizza in giornata

Ingredienti
  500 g farina w 240
  500 g farina w 350
  800 g acqua
  25 g sale
  50 g olio
  15 g miele
  10 g lievito di birra

Ore 9:00
Inizio autosili  con tutta farina e 550 g di acqua.

Ore 10:00
Sciogliere il lievito con i 250 g di acqua rimanenti.
Iniziare ad impastare l’autolisi con l’acqua ed il lievito poco per volta fino a
quando non incorda bene, unire poi miele, il sale ed infine l’olio in due volte.
Mettere l’impasto in un recipiente e dopo mezzora fare una prima piega,  far
riposare altri 20 minuti e fare un’altra piega. Mettere in frigo fino al raddoppio.

Ore 15:00
Al raddoppio, togliere dal frigo e fare pezzature desiderate.
Fare lievitare, stendere su teglia o pala e fare precottura (circa 7-8 minuti), farcire e terminare la
cottura.
Forno caldo a 250°.



Io ho fatto metà dose
250 g farina tipo 1 Lo Conte W260
250 g farina W330 Molino Rossetto
400 g acqua
12 g sale
15 g olio
5 g miele
5 g lievito di birra fresco

ore 10
autolisi con tutta la farina e 280 g acqua

Ore 11
All'impasto aggiungere il lievito sbriciolato e l'acqua restante: unirla poca alla volta e versare la successiva solo quando la precedente è assorbita, sennò rischiate di avere un blob indefinito.
Incordare bene l'impasto. Unire poi il miele, il sale, e  l'olio in 2 volte.
Anche se incordato l'impasto si presenta mollissimo: è normale perché è molto idratato!

Metterlo in una ciotola coprire con pellicola e lasciarlo riposare a temperatura ambiente. 
Dopo mezz'ora, con l'aiuto di una spatola (io tarocco) date un giro di pieghe in ciotola, coprite di nuovo con pellicola.
Dopo 20 minuti, dare un altro giro di pieghe.

Con la sequenza di giri di pieghe vedrete cambiare la struttura dell'impasto: sarà sempre morbido ma più compatto.
Dopo l'ultima piega, porre la ciotola in frigo.

ore 16,30
Tirare fuori dal frigo*, io qui ho stagliato subito l'impasto e fatto palline da 190 g
Sistemare i panetti su una piano cosparso di semola (io una teglia), copriteli e lasciateli raddoppiare.


Per la cottura io ho utilizzato il fornetto G3 Ferrari  ore 19,30

Nel forno di casa preriscaldatelo alla massima potenza ed infornare le pizze condite all'ultimo ripiano per 10 minuti scarsi, poi unire la mozzarella e cuocere nella parte in alto per 5/6 minuti

Per quanto riguarda altre info ho raccolto nel gruppo queste:
quanti panetti vengono con queste quantità?
io ho fatto metà dose ed è venuta una teglia 30x40 e una 23x26


Farina va benissimo anche tutta W330

Oppure metà 0 e metà manitoba

*fuori dal frigo ho visto che alcuni attendono 30 minuti altri qualche ora.

Usare la foglia per impastare perchè è un impasto molto idratato

12 commenti:

  1. Ciao Federica, io mi sono cimentata per la prima volta nella pizza lo scorso w.e..
    Avendo creato il precedente, mo' non mi ferma più nessuno per cui...conservo con cura il link a questa tua ricetta perché la voglio provare!
    Un abbraccio. A presto!

    RispondiElimina
  2. Cara Federica, lo sai che per me la pizza, la mangerei 3 volte alla settimana.
    Ciao e buona serata con un forte abbraccio e un sorriso:-)
    Tomaso

    RispondiElimina
  3. Quel che mi preoccupa di queste ricette è la cottura in forno alla massima potenza. Già a 180 °C dopo dieci minuti rischio di bruciare il fondo. Hai qualche suggerimento al riguardo ?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Allora potresti controllare l'effettiva temperatura del forno con un termometro in modo da essere sicura che i 180° sono reali.
      SE la temperatura va bene, potresti provare a mettere sul fondo un'altra teglia vuota che faccia da isolante. Fammi sapere <3

      Elimina
    2. Grazie Federica, provo di sicuro. E' da tanto tempo che voglio provare questa tipologia di impasto e con tutto il tempo che ho in questi giorni...non ho scuse ahahah

      Elimina
    3. Eccomi qua. Per essere la prima volta sono più che soddisfatta del risultato. E? sofficissima e bella alta. Non sapevo come regolarmi con i tempi di cottura ed a posteriori la cuocerei di più perchè sotto non aveva fatto la crosticina. Ho pure sbagliato perchè ho farcito subito invece prima devo cuocere in bianco e solo gli ultimi minuti mettere la farcitura. Io ho fatto una teglia unica 30x40. Hai suggerimenti su come stenderla ? Io ho rovesciato l'impasto dentro la teglia e con le mani ho cercato di tirarla ma era molto morbida e non sono riuscita a stenderla uniformemente. Dovevo usare il matterello ? Grazie Fede !!!!

      Elimina
    4. Per stenderla niente mattarello.
      La farina di semola asciuga impasto e ti aiuta a maneggiarlo meglio.
      Un'altra cosa è iniziare a stenderla e se vedi che hai difficoltà lasciarla riposare 10 minuti e poi proseguire. se ti interessa ti posso inserire nel gruppo del maestro Chiera, è un gruppo serio ci si aiuta per imparare, fammi sapere.

      Elimina
    5. Ok, niente matterello ! Federica, grazie per le precisazioni e grazie se mi inserisci nel gruppo

      Elimina
  4. Grazie!! adoro la pizza e in questo giorni a casa è ora di sperimentare!!

    RispondiElimina
  5. Adoro la pizza, strepitosa Fede!!!

    RispondiElimina
  6. Di solito utilizzo lievito madre ma questa ricetta la voglio provare!

    RispondiElimina
  7. che meraviglia Fede è stupenda, doveva essere una bimba. Certo quel fornetto cuoce davvero bene

    RispondiElimina

Ciao, grazie per il tuo commento.
Mi fa piacere ricevere anche le tue critiche!
Non esitare a darmi qualche dritta!
Federica
Commenti anonimi se non firmati verranno rimossi.
Commenti con link attivi e inattivi di qualsiasi genere verranno rimossi
Commenti con pubblicità a contest o altro verranno rimossi

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...
Questo blog non rappresenta un prodotto editoriale, ai sensi della legge 62 del 7/3/2001. Alcune immagini sono tratte da internet, ma se il loro uso violasse i diritti d'autore, lo si comunichi all'autore del blog che provvederà alla loro pronta rimozione. L'autore dichiara di non essere responsabile dei commenti lasciati nei post. Eventuali commenti dei lettori, lesivi dell'immagine o dell'onorabilità di persone terze il cui contenuto fosse ritenuto non idoneo alla pubblicazione, verranno insidacabilmente rimossi.
Autorizzo la pubblicazione delle mie foto e ricette a condizione venga sempre inserito un link a questo blog
Copyright © Federica Simoni