Brioche di Julia Child










Ho rispolverato una vecchia ricetta che girava in rete più di 10 anni fa 😁, la classica ricetta che impazza per un periodo  e vedi solo quella, poi si ferma perchè ha preso posto qualcos'altro.
L'avevo fatta anch'io ma mai postata perché io non seguo i tormentoni 😅😅 arrivo sempre dopo!
Ecco queste brioche le ho sfornate l'altro giorno soffici come una nuvola, profumate, deliziose.
Nient’altro.
Squisite.  😋😋😋


Le brioche di Julia Child
Julia Child, da nubile: Julia Carolyn McWilliams (Pasadena, 15 agosto 1912 – Santa Barbara, 13 agosto 2004), è stata una cuoca, scrittrice e personaggio televisivo statunitense.

Autrice di libri di cucina, ha pubblicato nel 1961 assieme a due colleghe gourmand francesi il suo ricettario più conosciuto, Mastering the Art of French Cooking, scritto sulla base della sua esperienza di vita a Parigi dove abitò seguendo il marito, Paul Child, funzionario di un ente governativo statunitense. Il libro fu un successo tale che fu insignita della Presidential Medal of Freedom. (fonte Wikipedia)


fonte  qui

Alcune info prima di iniziare:
-il lievito che ho usato è quello fresco, e di solito ne uso dai 15 g al massimo 18g
-ho usato farina Manitoba Molino Rossetto proteine 14%
-ho messo 100 di zucchero e semi di bacca di vaniglia
-ho pesato le uova perché avendo le galline ho tutte uova con pesi diversi, e vanno usate a temperatura ambiente
-ho usato burro bavarese

Éponge
85 g di latte intero tiepido
20 g di lievito di birra fresco o una bustina di lievito disidratato 
1 uovo  (50 g peso senza guscio)
360 g farina 0

In una ciotola versare il latte tiepido e fare sciogliere il lievito, unire  l’uovo e mescolare. Aggiungere 180 g di farina e impastare per 4 o 5 minuti. Fare cadere a pioggia sull’impasto i rimanenti 180 g di farina fino a ricoprirlo tutto, e lasciarlo lievitare per 30-40 minuti, (io 40).
Io l'ho preparato in planetaria con frusta a K

Dopo 40 minuti la farina risulterà crepata.

Impasto
Éponge
70 g di zucchero (se la si vuole più zuccherata si possono raggiungere i 100g)
Mezzo cucchiaino di sale (io 6 g)
4 uova sbattute ( ho messo 182 g di uova peso senza guscio)
200 g farina 0 (180 g da aggiungere, 20 g da conservare in caso di necessità)
170 g di burro a temperatura ambiente, io ho usato burro bavarese

Versare lo zucchero, il sale, le uova sbattute e 180 g  di farina sull’éponge. Mettere nell’impastatrice o nella macchina del pane ed impastare per almeno 20/25 minuti (io planetaria, 25 minuti, frusta a k).
 Nel caso in cui l’impasto non si dovesse staccare dalle pareti completamente aggiungere poco alla volta i restanti 20g di farina supplementare, il vostro impasto dovrà essere incordato.

A questo punto ho usato il gancio.
Ora unire il burro morbido facendolo assorbire gradualmente; non aggiungerne altro fino a quando quello precedente non sarà stato assorbito completamente.  Ho fatto andare l’impastatrice per circa 20 minuti.  Impastare fino a completo incordamento. Dovrete ottenere un impasto liscio, lucido ed elastico.

Imburrate o oliate una grande ciotola e adagiatevi l’impasto.
A questo punto avete due strade:

1) O fare lievitare a temperatura ambiente per 2 h, 2h e 30 nella ciotola coperta e riparata da correnti d’aria: bisogna che l’impasto raddoppi di volume, non di più;

2) O fare lievitare nella parte meno fredda del frigo per un periodo di tempo che va da 4 a 6 ore, massimo tutta la notte. 

Io ho fatto partire la lievitazione e messo in frigo 4 ore.
Consiglio questo passaggio, ne gioverà l'impasto e anche la lavorazione successiva.


Se scegliete la prima strada, avvenuta la lievitazione formate a vostro piacere;

nel caso della seconda, invece, dopo aver tirato l’impasto fuori dal frigo lasciarlo a temperatura ambiente per un’ora e poi formare. 
(Per queste briochine ho diviso l’impasto in 13 pezzi di circa 80, 85 gr e poi formato).

Spennellare le briochine con una miscela di acqua (io latte) e tuorlo d’uovo e poi lasciare lievitare fino al raddoppio, sistematele nelle teglie distanziandole il più possibile, crescono molto in cottura, rischiate che si "bacino", un’ora circa. 
Sorvegliatele perché crescono rapidamente!!

Infornare ad una temperatura di 180°C, forno preriscaldato, statico sopra e sotto.

Il tempo di cottura varierà in base alla pezzatura e alla forma data. Per queste briochine c’è voluto da un quarto d’ora a 20 minuti, cottura giovane!

22 commenti:

  1. Ma sai che non ne avevo mai sentito parlare :-P io e le mode siamo lontane anni luce!
    Comunque l'aspetto è super invitante e danno l'idea di sciogliersi in bocca..gnammy!!!

    RispondiElimina
  2. Sembrano davvero morbide e buonissime. Mi stuzzicano per una colazione domenicale super golosa.

    RispondiElimina
  3. Sono fantastiche Fede, provo a farle pure io, grazie!

    RispondiElimina
  4. Ma sai che anche io non l'ho mai fatta? Questa super sofficità va provata!
    baci
    Alice

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Bene vedo che più di qualcuno l'aveva persa😅allora si devi provarla, un abbraccio😘

      Elimina
  5. Io non panifico ne faccio dolci tanto non posso mangiarli ma una briosche la prendo volentieri. Buona domenica.

    RispondiElimina
  6. Hai ragione: ci sono ricette con cui si viene mitragliati per un certo periodo e che poi cadono miseramente nel dimenticatoio. Io queste brioches me le ero perse per cui ti ringrazio infinitamente per non essere schiava delle mode del momento perché me le hai fatte conoscere!!!!
    Le proverò sicuramente perché mi ispirano davvero molto.
    Un caro abbraccio e buon inizio di settimana

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie 😍se le provi fammi sapere 💖un abbraccio buona settimana

      Elimina
    2. Fatte!!!!! <3
      Non avevo latte e quindi ho apportato una modifica tutta mia... ;-)

      Elimina
    3. che bello mi fa piacere 💖

      Elimina
  7. Hai fatto bene a rispolverare la ricetta.. guarda che belle.. e si vede proprio che son sofficissime!! Ma tu sei bravissima con questi lievitati cara mia Fede! Un bacione

    RispondiElimina
  8. faccio anche io cosi preparo ma non pubblico, certa vederla dopo un po rilassa e fa apprezzare anche meglio le cose

    RispondiElimina
  9. Fantasticheeeee, sei tremendamente bravissimaaaaaaaaaaaa....

    RispondiElimina
  10. Dici che per colazione di domani mi arrivano?? ❤️😍😍😍😍bellissime

    RispondiElimina

Ciao, grazie per il tuo commento.
Mi fa piacere ricevere anche le tue critiche!
Non esitare a darmi qualche dritta!
Federica
Commenti anonimi se non firmati verranno rimossi.
Commenti con link attivi e inattivi di qualsiasi genere verranno rimossi
Commenti con pubblicità a contest o altro verranno rimossi

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...
Questo blog non rappresenta un prodotto editoriale, ai sensi della legge 62 del 7/3/2001. Alcune immagini sono tratte da internet, ma se il loro uso violasse i diritti d'autore, lo si comunichi all'autore del blog che provvederà alla loro pronta rimozione. L'autore dichiara di non essere responsabile dei commenti lasciati nei post. Eventuali commenti dei lettori, lesivi dell'immagine o dell'onorabilità di persone terze il cui contenuto fosse ritenuto non idoneo alla pubblicazione, verranno insidacabilmente rimossi.
Autorizzo la pubblicazione delle mie foto e ricette a condizione venga sempre inserito un link a questo blog
Copyright © Federica Simoni