Pancarrè

 






Il pancarrè è un pane che mi piace fare e trovo comodo, soprattutto quando mio marito lavora e la pausa è breve e deve per forza consumare un panino veloce.
La ricetta è semplice e può anche essere realizzata a mano.
Otterrete un pane morbido e fondente😋😋
A piacere può essere arricchito da erbe aromatiche, e una volta cotto si presta anche ad essere congelato

Fonte ricetta qui

Note mie:
ho usato farina per pizza W 270 Simec
ho usato burro bavarese
ho unito 10 g di zucchero
non ho inserito la lecitina (la lecitina lega i grassi, migliora il volume e la conservabilità)
Ho fatto l'impasto con la macchina del pane
ho usato uno stampo da plumcake da 30 cm
in totale ho inserito 335 g di latte
in estate metto 5 g di lievito, in inverno 8-10 g


Ingredienti:
500 g farina W 250 (in alternativa farina 0 per pizza, 12% proteine)
300 g latte intero
35 g burro di cui metà fuso
20 g strutto (o ancora 25gr burro)
10 g sale
5 g lievito

1 cucchiaino lecitina di soia + 50gr acqua (facoltativo – l’acqua va adoperata solo se usiamo la lecitina).


Dal post originale:

"E' importante che l'impasto risulti morbido ma non molle, per cui l'idratazione va regolata secondo la capacità l'assorbimento della farina che si utilizza, riducendola anche del 15/20%, se non si dispone di farina ad alto assorbimento.
Consiglio di aggiungere gli ultimi 50gr di latte solo se l'impasto la chiede."


Sciogliere il lievito in 250 g di latte tiepido, unire 230 g di farina e lasciare gonfiare a 26° (ca. 2 ore).
Se si dispone di lecitina, polverizzarla nel macinacaffè e stemperarla nell’acqua intiepidita.

Unire nella ciotola il latte rimanente, (la lecitina se si decide di usarla) la farina riservandone una manciata, avviare la macchina a vel 1. Quando la massa si sarà compattata, ma non ancora incordata, unire a filo il burro fuso freddo insieme al sale e, all’assorbimento, la farina rimanente.

Aumentare la velocità a 1,5 ed incordare, dopodiché unire a bassa velocità il burro restante e lo strutto. Lavorare a velocità sostenuta finché la massa non si presenterà semilucida ed elastica.

Coprire e lasciare puntare 30’. Io lo lascio dentro la macchina del pane.

Rovesciare l’impasto sulla spianatoia, appiattirlo leggermente con le mani, dando forma pressoché quadrata e dare le pieghe del tipo 1 (piega a 3)

Rimettere nella ciotola con la chiusura sotto e lasciare lievitare, coperto, a 26°, fino al raddoppio (ca 2 ore).

Porre l’impasto sulla spianatoia e, senza lavorarlo, avvolgere lasco a palla, coprire a campana. Imburrare uno stampo da plum cake.

Trascorsi 15', ribaltare la sfera, appiattire con le mani ed avvolgere a baguette.
Dopo 10’ allungare ad una misura circa tripla rispetto allo stampo, piegare in due e avvolgere a spirale.
Ma la formatura potete farla come preferite.

Metterlo nello stampo, pennellare con pochissimo latte e lasciare lievitare coperto a 26° fin quasi al raddoppio.

Infornare a 200° con vapore per 10’. Ridurre a 180° e portare a cottura (circa 30’), togliendo l'acqua negli ultimi 5'.


26 commenti:

  1. Mai provato un pane del genere, chissà che non sia la volta buona!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Per me uno dei migliori, fammi sapere cosa ne pensi se lo fai.😊

      Elimina
  2. Anche a me piace fare il pancarrè in casa, non ha niente a che vedere con quelli industriali. Bellissimo il tuo Fede

    RispondiElimina
  3. Io lo trovo comodissimo perchè si riesce a porzionare e congelare benissimo. Così è sempre disponibile

    RispondiElimina
  4. Hai proprio ragione, il pancarré è davvero utile! Io poi lo adoro... anche mangiato così a fette senza niente in mezzo -_-. Il pancarré fatto in casa, poi, è davvero buono e non ha quell' odore di alcool che si sente aprendo le confezioni di quelli industriali.
    Un abbraccio, a presto.

    RispondiElimina
  5. Cara Federica, certo che tutto il pane si chiama pane!Questo è un'altra cosa.
    Ciao e buona giornata con un forte forte abbraccio.
    Tomaso

    RispondiElimina
  6. Il pancarrè fatto in casa è decisamente meglio di quello acquistato che ha sempre sapore di alcool.
    Questo pane è meraviglioso e si vede quanto sia morbido ^_^
    Un bacio

    RispondiElimina
  7. Ottimo hai tutta la mia ammirazione non è pero nelle mie corde. Buona serata.

    RispondiElimina
  8. ....che dire?! E' strepitosooooooo
    bacioni cara

    RispondiElimina
  9. Che meravigliosa sofficità!
    baci
    Alice

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Alice, si è davvero molto molto soffice, un abbraccio💖

      Elimina
  10. Buonissimo, lo faccio spesso anche io! Un bacio

    RispondiElimina
  11. Eccolo qui.. in tutta la sua perfezione!!! bacioni cara

    RispondiElimina
  12. Amo il pan carrè, e il tuo oltre a essere buono è spettacolare,brava. Buona serata.

    RispondiElimina
  13. Provato più volte ❤️❤️Buonissimo.. quando poi lo scaldi fa un profumo 😍😍😍bravissima Fede ❤️❤️

    RispondiElimina
    Risposte
    1. siii vero è buonissimo, grazie 😍💖💖💖💖

      Elimina

Ciao, grazie per il tuo commento.
Mi fa piacere ricevere anche le tue critiche!
Non esitare a darmi qualche dritta!
Federica
Commenti anonimi se non firmati verranno rimossi.
Commenti con link attivi e inattivi di qualsiasi genere verranno rimossi
Commenti con pubblicità a contest o altro verranno rimossi

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...
Questo blog non rappresenta un prodotto editoriale, ai sensi della legge 62 del 7/3/2001. Alcune immagini sono tratte da internet, ma se il loro uso violasse i diritti d'autore, lo si comunichi all'autore del blog che provvederà alla loro pronta rimozione. L'autore dichiara di non essere responsabile dei commenti lasciati nei post. Eventuali commenti dei lettori, lesivi dell'immagine o dell'onorabilità di persone terze il cui contenuto fosse ritenuto non idoneo alla pubblicazione, verranno insidacabilmente rimossi.
Autorizzo la pubblicazione delle mie foto e ricette a condizione venga sempre inserito un link a questo blog
Copyright © Federica Simoni