Grissini con pasta di riporto




In questo post trovate tutto sulla pasta di riporto


Che mi piacciono i lievitati ormai si è capito, che panifico tanto pure... e questi grissini? Questi grissini contengono la pasta di riporto..ossia un pezzo di pasta lievitata tolta dall'ultimo impasto di pane fatto.
La pasta di riporto è un'alternativa semplice che aumenterà la consistenza e migliorerà il gusto dei lievitati a cui è aggiunta.
In pratica si fa l'impasto del pane, si fa lievitare, dopo la prima lievitazione  ne prelevo circa 250/300 grammi li metto in un contenitore di vetro con coperchio, e lo metto in frigo nella parte meno fredda.
Prima di utilizzarlo lasciarlo a temperatura ambiente per almeno 1 ora.
Calcolate che la pasta di riporto va usata però entro breve tempo circa 2/3 giorni, se invece panificate a giorni alterni la pasta prenderà sempre + forza e potrete diminuire la quantità di lievito di birra fresco di volta in volta fino ad arrivare a usarne qualche grammo.
Questi grissini ci sono piaciuti davvero tantissimo, un gusto e un profumo...da mangiarne uno dietro l'altro!!

ingredienti per circa 40 grissini

400 gr farina 0
150 gr manitoba
10 gr malto d'orzo in polvere
250 gr pasta di riporto
8 gr lievito di birra fresco
80 gr panna fresca a temperatura ambiente
260 gr acqua naturale (sant'anna)
3 cucchiai olio di semi di soia
14 gr sale


Per lucidare: tuorlo e panna
per decorare semi di sesamo e papavero

Per prima cosa tirare fuori dal frigo la pasta di riporto e lasciarla a temperatura ambiente per almeno un'ora.

Nella macchina del pane iniziare l'impasto con le farine, il lievito e l'acqua, unire la pasta di riporto in pezzi e lentamente unire la panna
Successivamente unire l'olio e il sale.

Coprire e lasciare lievitare fino al raddoppio.

Trascorso il tempo, nel mio caso 2 ore e mezza, riprendere e senza impastare ricavare tanti pezzetti di pasta del peso di 20 gr.
Accendere il forno a 190 gradi

Stenderli per bene e depositarli nelle placche rivestite di carta.
Lucidare con un tuorlo sbattuto prima assieme  a 2 cucchiai di panna fresca.

Cospargere di semi e lasciare riposare 15 minuti

Nel frattempo il forno sarà in temperatura, quindi infornare una placca per volta per circa 18/20 minuti.

Una volta cotti tutti, abbasso la temperatura a 50 gradi, avvio la funzione ventilato e lascio lo sportello del forno socchiuso.

In questo modo li faccio asciugare e rendere croccanti, questa operazione varia da forno a forno, nel mio 30 minuti sono sufficienti, ma ognuno verificherà in base al proprio.


72 commenti:

  1. ho letto con attenzione il tuo post sulla pasta di riporto,non la conoscevo.Quanto sono belli questi grissini!Bravissima!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. grazie, se hai qualche dubbio chiedi pure dove posso ti aiuto con piacere!!^_^

      Elimina
  2. Questo da noi invece si chiama ''crescente'' in dialetto''u criscenti''...quando si panifica si fa sempre così..ed il pane lievita na meraviglia e sa pure na meraviglia!!ogni casa le sue tradizioni..bacioni e ti rubo qualche grissino sai ho un certo languorino

    RispondiElimina
    Risposte
    1. infatti profumo e gusto spettacolari!!^_^

      Elimina
  3. buoni questi grissini.. e mi piace anche l'idea della pasta di riporto :-D

    RispondiElimina
  4. Quante cose si imparano! Leverò anche io la pasta di riporto e proverò questi bei grissini! Devono essere buonissimi, cara Fede! :) Un bacione!

    RispondiElimina
  5. Wow che meraviglia! conoscevo la metodica della "pasta di riporto" ma non ho mai sperimentato... adesso che tu ci testimoni con questo splendore di grissini il magnifico risultato, non posso che incuriosirmi ancora di più sull'argomento! grazie per i suggerimenti tesoro sei bravissima! magnifici! un bacione e buon fine settimana:)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. si Simona la uso da molto e mi trovo bene, tutto ciò che fai acquista un gusto e un profumo buonissimo!!grazie!!ciaooooooo

      Elimina
  6. "pasta di riporto" ma dai! non conoscevo nulla di ciò! ma vedo che i grissini sono davvero fantastici:-)
    buon w.e. fede!
    vaty

    RispondiElimina
  7. Che buoni!!! io ci arrotolerei del prosciutto crudo! baci e buon w.e. cara!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. siiiii son buoni con tutto!!!buon w.e.

      Elimina
  8. Te han quedado geniales.

    Saludos

    RispondiElimina
  9. Ciao fede nn ho mai provato questa tecnica ma ne ho sentito molto parlare, nn sono una grande esperta di panificazione quindi prendo appunti e replico appena ne ho la possibilità, questi grissini sembrano favolosi!Un bacione e buon we

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Meggy è molto semplice da gestire, sono certa che se lo provi ti piace, fammi sapere. buon w.e.

      Elimina
  10. veramente pazzeschi i tuoi grissini!
    complimenti,sei molto brava!
    ...bravissima!
    Alla prossima

    RispondiElimina
    Risposte
    1. grazie della visita!!!!!!ciaooooooooo

      Elimina
  11. Che voglia di sgranocchio Fedeeeeeeee :) Ho gli scarti del LM da far fuori, ora ci studio...Sei inesauribile! Un bacione, buon we

    RispondiElimina
  12. Estupendas Federica!!. Me encantan estos palitos de pan, aunque son un vicio, te pones a comer en ellos y no paras :)


    besines

    RispondiElimina
  13. lo dico sempre che sei bravissima!!!!!!!
    e questi grissini...mmmhhh che buoni!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. grazie Carla, sei gentilissima!baci

      Elimina
  14. in effetti avevo il dubbio che la tua passione fossero i lieviti :P bravissima come sempre :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ahahhaha Debora grazie di cuore!ciao.

      Elimina
  15. Io ho capito solo che a casa tua si mangia di un bene, ma di un bene...

    RispondiElimina
  16. Da torinese... di grissini me ne intendo e i tuoi sono meravigliosiiiiiii!!!!!!!
    Sai fare tutto tutto tutto!!!!!!! Un bacione enorme e felice fine settimana!!!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. noooooo Lory non sò fare tutto, ho anch'io il mio tallone d'Achille!!un abbraccio.

      Elimina
  17. ciao cara ...non è altro che quella che da noi si chiama "crescente" e le nostre nonne , che usavano fare il pane in casa, non usavano che questo! Fino a non usare per niente lievito di birra....insomma credo si tratti alla fine del lievito madre antico!!!
    I grissini fatti in casa sono una bontà!!
    bacioni e buon w.e.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ecco come appunto mi ha scritto Rossella nel commento + su, io la chiamo così perchè nei libri ho sempre trovato questa dicitura.
      in ogni caso mi piace usarla!!^_____^baciiiiiiiiiiiiiii

      Elimina
  18. Favolosi Fede! I grissini a casa mia piacciono così tanto alle mie figlie che quando decido di prepararli so già che finiscono subito! Questi sono molto interessanti! buon weekend

    RispondiElimina
    Risposte
    1. allora di sicuro te li fanno fuori tutti!!!^__^

      Elimina
  19. Buoni!!! Da uno tira l'altro...un abbraccio cara Fede!!!!!!

    RispondiElimina
  20. non ho mai provato a fare nulla con la pasta di riporto...le tengo in considerazione per la prossima volta!
    grazie per il consiglio!
    alla prossima!

    RispondiElimina
  21. Sembrano quelli fatti dai panettieri, complimenti!

    RispondiElimina
  22. Chi ti segue lo sà...i lievitati sono il tuo amore.....ne sforni di tutti i tipi...e i tuoi grissini sono splendidi....devo provare anch'io con la pasta di riporto......un bacino stefy

    RispondiElimina
  23. Davvero ne sai una più del diavolo, questa della pasta di riporto proprio non la conoscevo. Che grissini favolosi ti sono venuti!
    Un bacione e buon fine settimana

    RispondiElimina
  24. questa non la conoscevo la pasta di riporto ! quando faccio il pane voglio provarla!!! i tuoi grissini sono da sgranocchiare!!!
    baci

    RispondiElimina
    Risposte
    1. fammi sapere, se hai bisogno citofona,ma non credo sei bravissima!^__^ciaoooooooooo

      Elimina
  25. Ma che dritta mi hai dato Fede!!!! Proverò sicuramente, questi grissini sono perfetti!! Bravissima cara e ..grazie! Un bacione.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. mi fa piacere esserti stata d'aiuto, fammi sapere Manuela!ciaoooooooo

      Elimina
  26. come al solito sei bravissima fede :-)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. grazie...anche se per quanto mi riguarda vedo sempre difetti!!^__^

      Elimina
  27. Buonissimi e invitanti!!! Complimenti, un bacione

    RispondiElimina
  28. Ma quante ne imparo da te super Fede!!Da rifare assolutamente e pensare che ho anche i semi di sesamo e papavero...beh da me non è poi così scontato!!Un bacione tesò,ma prima afferro una decina di grissini :(!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. te li passo con piacere Damiana, fammi sapere se provi questo metodo!un abbraccio e buon w.e.

      Elimina
  29. Look really nice Federica!!

    RispondiElimina
  30. la pasta di riporto mi capita talvolta di utilizzarla con la pizza. Non ci avevo mai pensato a farne altri usi. Questi grissini sono molto invitanti, brava coma sempre ;)

    RispondiElimina
  31. Una maravilla como todo lo que haces.
    Buen día

    RispondiElimina
  32. Hanno un aspetto delizioso e invitante!
    I crakers, mi hai contagiata e li ho fatti, ora tocca ai grissini!

    RispondiElimina
  33. bellissimi, e molto friabili, brava ciao e buon week end kiara

    RispondiElimina
  34. Anche a me piace tanto panificare;)
    Proverò di sicuro i tuoi grissini!!!
    Un bacio

    RispondiElimina
  35. Non conoscevo la pasta di riporto, grazie per averne parlato :) ottimi grissini!

    RispondiElimina
  36. davvero ingegnosi nonchè buonissimi! complimentoni :-*

    RispondiElimina
  37. Questa ricetta per me è fantastica!!! I grissini hanno un aspetto meraviglioso!
    Davvero bravissima!
    Un abbraccio

    RispondiElimina
  38. Che meraviglia questi grissini! Adesso me lo segno cosi poi li facciO!

    RispondiElimina
  39. Fede io non riesco più a starti dietro!!! ma come fai??!!!!
    Sei ogni giorno una scoperta, un vero pozzo di idee, ed ora mi leggo con attenzione la storia della pasta di riporto mentre sgranocchio un tuo grissino :-)

    RispondiElimina

Ciao, grazie per il tuo commento.
Mi fa piacere ricevere anche le tue critiche!
Non esitare a darmi qualche dritta!
Federica
Commenti anonimi se non firmati verranno rimossi.
Commenti con link attivi e inattivi di qualsiasi genere verranno rimossi
Commenti con pubblicità a contest o altro verranno rimossi

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...
Questo blog non rappresenta un prodotto editoriale, ai sensi della legge 62 del 7/3/2001. Alcune immagini sono tratte da internet, ma se il loro uso violasse i diritti d'autore, lo si comunichi all'autore del blog che provvederà alla loro pronta rimozione. L'autore dichiara di non essere responsabile dei commenti lasciati nei post. Eventuali commenti dei lettori, lesivi dell'immagine o dell'onorabilità di persone terze il cui contenuto fosse ritenuto non idoneo alla pubblicazione, verranno insidacabilmente rimossi.
Autorizzo la pubblicazione delle mie foto e ricette a condizione venga sempre inserito un link a questo blog
Copyright © Federica Simoni