Biscotti con farina di sorgo e tapioca








Tra le tante farine in commercio in vendita al Naturasì, ho trovato la farina di sorgo.
Curiosa di saperne di più su questo cereale l'ho comprata e provata.
Ho iniziato con questi buonissimi biscotti per la colazione, ma nel frattempo l'ho provata anche in un pane.

Quando si parla di sorgo (anche detto Broom Corn) si fa riferimento ad un gruppo di Specie cerealicole appartenenti al Genere Sorghum e alla famiglia delle Poaceae (Graminacee); tra queste, la più nota, perché destinata all'alimentazione umana, è la vulgare. 
Probabilmente nativo dell'area equatoriale, il sorgo è un cereale tipico dell'Africa, dove, sul versante orientale, viene maggiormente coltivata la varietà durra. Esistono anche il sorgo dolce (per la melassa e lo zucchero), il sorgo da scope e il sorgo da foraggio.
Rispetto ai giorni nostri, in passato la coltivazione del sorgo era molto più importante; ciò è giustificabile dal fatto che, un tempo, le tecnologie agrarie non consentivano un'irrigazione abbastanza efficiente e, a differenza di molte altre, questa pianta era in grado di resistere brillantemente alla siccità. Oggi, tale coltura è stata in gran parte rimpiazzata dal mais, anche se, in Somalia ed Eritrea, costituisce ancora una fonte primaria di reddito.
Com'è deducibile da quanto detto finora, il sorgo può avere numerose applicazioni. Quello destinato all'alimentazione umana è ridotto in farina e destinato alla panificazione.

La farina di sorgo NON contiene glutine, di color bianco giallognolo, al tatto è fine e presenta una leggera igroscopia (assorbe l'umidità dall'ambiente). I granuli di amido paiono simili a quelli del mais, cereale con cui il sorgo condivide gran parte del profilo nutrizionale.
La farina viene utilizzata come base di panificazione in Africa, in certi luoghi dell'Asia Meridionale e in alcuni paesi dell'America Centrale (per produrre prodotti simili a piadine, in quanto NON lievita)
In Italia, la farina di sorgo è quasi del tutto sconosciuta (anche se viene coltivato in piccole quantità) e può essere miscelata con quella di frumento per creare impasti di poca forza (2 parti di frumento e 1 parte di sorgo).
Fonte: qui


Farina mix 1000 usi e amido di tapioca Molino Rossetto

Ingredienti per 2 placche da forno

12 g cremortartaro
200 g farina mix 1000 usi senza glutine
50 g amido di tapioca
50 g farina di sorgo
1 uovo
130 g zucchero
90 g burro leggermente salato Lurpak

Nella planetaria montare burro e zucchero, unire l'uovo e poi di seguito le polveri.
Appena si compatta avvolgere con pellicola e porre in frigo almeno 30 minuti. Consiglio sempre di  appiattire il composto in questo
modi si raffredda prima.

Riprendere il composto stendere e incidere i biscotti, disporli nelle placche foderate di carta.

Io inforno le placche insieme ripiano 1 e 4 partendo da sotto.
Funzione ventilato a 180 gradi per 20/22 minuti.
Ognuno si regoli con il proprio forno per la cottura.

14 commenti:

  1. Bellissimi davvero,bravissima,sempre un passo avanti,un abbraccio

    RispondiElimina
  2. Che belli e che buoni>! Davvero una vera meraviglia...complimenti e ne prendo uno? Ok?? bacione buona giornata :-D

    RispondiElimina
  3. Da te c'è sempre da imparare...sono belli a vedersi e chissà che buoni inzuppati *_*

    RispondiElimina
  4. La conosco benissimo la farina di sorgo ma qui purtroppo non riesco a trovarla. Te la invidio. I tuoi biscotti devono avere un sapore tutto particolare. Baci.

    RispondiElimina
  5. Non ho mai trovato questo tipo di farina ma mi piace provare cose e anche imparare, ho letto il tuo post con molto interesse.
    A presto e buona serata!

    RispondiElimina
  6. Non ho mai avuto l'occasione di assaggiare questa farina ma la mia curiosità è stata messa sull'attenti :-) I tuoi biscotti devono essere strepitosi, complimenti!!!

    RispondiElimina
  7. che brava che sei Fede, complimenti...

    RispondiElimina
  8. Non ho mai visto questa farina in giro. I biscotti hanno un aspetto delizioso, proprio da frollini per la colazione. Sarei molto curiosa di assaggiarli per capire che sapore ha.

    RispondiElimina
  9. Buoni e sani questi biscotti!!

    RispondiElimina
  10. Grazie per le info !! Non conoscevo questa farina e i tuoi biscotti devono essere buonissimi! Buon w.e. Cara

    RispondiElimina
  11. Molto interressante la consistenza e l'uso delle farina, ottimo spunto

    RispondiElimina
  12. Si scoprono sempre nuovi ingredienti da utilizzare in cucina. Una ricetta da provare. Complimenti. Buona giornata da Fabiola di rossopomodoro

    RispondiElimina
  13. Mai usato il sorgo, mi hai incuriosita ;) biscotti bellissimi!

    RispondiElimina

Ciao, grazie per il tuo commento.
Mi fa piacere ricevere anche le tue critiche!
Non esitare a darmi qualche dritta!
Federica
Commenti anonimi se non firmati verranno rimossi.
Commenti con link attivi e inattivi di qualsiasi genere verranno rimossi
Commenti con pubblicità a contest o altro verranno rimossi

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...
Questo blog non rappresenta un prodotto editoriale, ai sensi della legge 62 del 7/3/2001. Alcune immagini sono tratte da internet, ma se il loro uso violasse i diritti d'autore, lo si comunichi all'autore del blog che provvederà alla loro pronta rimozione. L'autore dichiara di non essere responsabile dei commenti lasciati nei post. Eventuali commenti dei lettori, lesivi dell'immagine o dell'onorabilità di persone terze il cui contenuto fosse ritenuto non idoneo alla pubblicazione, verranno insidacabilmente rimossi.
Autorizzo la pubblicazione delle mie foto e ricette a condizione venga sempre inserito un link a questo blog
Copyright © Federica Simoni