Il Panino di Tonino








Una ricetta semplice da realizzare e allo stesso tempo perfetta per ottenere dei super panini  dalla mollica morbidissima e scioglievole.


ricetta del maestro Antonio Chiera

Ingredienti per 10 pezzi da 110 g

400 g farina 0 per pizza Molino Rossetto
100 g Tritordeum*
250 g acqua   225 g
25 g zucchero
30 g uova intere
5 g  malto in polvere Molino Rossetto
5 g miele
10 g lievito di birra fresco
10 g sale
35 g burro
35 g olio evo

Impasto e lievitazione nella macchina del pane

Inserire nel cestello le farine, lo zucchero, il miele, il malto, il lievito, quasi tutta l'acqua e avviare proseguire con le uova sbattute, ad assorbimento proseguire con il burro a fiocchetti, la restante acqua,  poi il sale e da ultimo l'olio a filo.
(ho messo un po' meno acqua)

Lasciare lievitare fino al raddoppio, per me 2 ore.

Riprendere e dividere l'impasto in pezzi da 110 g, disporli nella placca del forno e metterli in forno a lievitare fino al raddoppio, per me altre 2 ore.

Accendere il forno a 180° 

Spruzzare i panini con acqua e cospargerli con i semi di sesamo

Infornare per circa 15-20 minuti.


*È un incrocio naturale fra un grano duro (Triticum durum) e un tipo di orzo selvatico (Hordeum chilense), ottenuto secondo metodi e tecnologie tradizionali in 30 anni di studi e coltivato in filiera controllata, secondo un rigido disciplinare.
Il Tritordeum è un cereale molto robusto, che necessita di un minor quantitativo di fertilizzanti rispetto al grano ed è molto resistente a siccità e malattie parassitarie dei cereali comuni.


Ricetta originale
800 g farina w 260
200 f farina cereali
500 g acqua
50 g zucchero
60 g uova intere
10 g malto
10 g miele
25 g lievito di birra fresco
15 g sale
75 g burro
75 g olio e.v.o

Mettere in planetaria le farine, malto, zucchero, miele, lievito, acqua e uova.
impastare e appena forma la maglia glutinica unire il sale, poi burro e olio in 2 volte
Fare triplicare a  temp. 25-26 gradi.
Fare pezzature da 110 g e fare lievitare.
Infornare a 175° per 12-15 minuti.
Adatto per prima colazione, hamburger, hot dog e buffet

19 commenti:

  1. Cara Simona, vedendo questi belli e buoni panini, mi sono detto! beati chi li ha.
    Ciao e buona serata con un forte abbraccio e un sorriso:-)
    Tomaso

    RispondiElimina
  2. Sono stupendi questi panini...anche semplici da realizzare..mi sa che ci provo, un abbraccio

    RispondiElimina
  3. questi buns sono bellissimi Federica, mi piacerebbe molto assaggiarli. Spero tu stia bene, un abbraccio

    RispondiElimina
  4. L'aspetto è perfetto! Prendo appunti e provo con la mia pasta madre ^_^
    Ti farò sapere <3

    RispondiElimina
    Risposte
    1. bene di sicuro verranno super i tuoi con il lievito madre 😊😋😋😋

      Elimina
  5. Non conoscevo questo cereale, che dire....come sempre bravissima, hai ottenuto dei panini strepitosi!
    Un abbraccio e buona giornata :)

    RispondiElimina
  6. Mai sentito qursto Tritordeum.. che visto il risultato! Non so se sia facile trovarlo nei supermercati! Bravissima come sempre mia cara.. Un bacione

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Io lo trovo alla coop, oppure si trova on line😊

      Elimina
  7. Le ricette del maestro Chiera sono meravigliose e tu sei stata bravissima come sempre!! Complimenti!
    Un bacione, buona serata!

    RispondiElimina
  8. Bellisimo Fede, lover yours paninis!! un abbraccio cara

    RispondiElimina
  9. Una ricetta da provare! Chissà se trovo qui da me il Tritordeum! Un bacio

    RispondiElimina
  10. Che dire...sono perfetti ! Ciao...buona domenica!

    RispondiElimina
  11. Oddio che spettacolo!!! sembrano delle nuvole. E vedo che c'è anche poco burro

    RispondiElimina

Ciao, grazie per il tuo commento.
Mi fa piacere ricevere anche le tue critiche!
Non esitare a darmi qualche dritta!
Federica
Commenti anonimi se non firmati verranno rimossi.
Commenti con link attivi e inattivi di qualsiasi genere verranno rimossi
Commenti con pubblicità a contest o altro verranno rimossi

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...
Questo blog non rappresenta un prodotto editoriale, ai sensi della legge 62 del 7/3/2001. Alcune immagini sono tratte da internet, ma se il loro uso violasse i diritti d'autore, lo si comunichi all'autore del blog che provvederà alla loro pronta rimozione. L'autore dichiara di non essere responsabile dei commenti lasciati nei post. Eventuali commenti dei lettori, lesivi dell'immagine o dell'onorabilità di persone terze il cui contenuto fosse ritenuto non idoneo alla pubblicazione, verranno insidacabilmente rimossi.
Autorizzo la pubblicazione delle mie foto e ricette a condizione venga sempre inserito un link a questo blog
Copyright © Federica Simoni