Tarallini con farina di Grano Arso







Buongiorno e Buona settimana!
Oggi vi racconto della farina di Grano Arso cos'è e come l'ho usata per la prima volta

La farina di Grano Arso ha origini antiche ed essenzialmente povere.  
Come succede tuttora, anche in passato i ricchi proprietari terrieri, dopo la mietitura del grano usavano bruciare le stoppie e davano la possibilità ai contadini poveri di raccogliere i chicchi di grano bruciati rimasti per terra.

I poveri, infatti, non potevano permettersi la farina bianca e, quindi, macinavano i chicchi di grano arso per produrre farina per fare il pane, oppure la utilizzavano come merce di scambio per comprare la costosissima farina bianca: con un kg di farina di grano arso potevano acquistare solamente una manciata di farina bianca.

Questa, dunque è la “vera” farina di grano arso che, però, oggi è vietata dalla legge perché il chicco di grano bruciato contiene sostanze cancerogene. Pertanto, oggi per riprodurre i profumi ed il sapore di quella particolare farina, il grano viene prima tostato con metodi sicuri e poi macinato: la farina di grano arso in commercio oggi, dunque, non è altro che farina derivante dalla macinatura di grano tostato e non propriamente arso.

La tostatura del grano conferisce a questa farina degli eccezionali aromi di nocciola e tabacco che vanno ad arricchire l’aroma ed il gusto della pasta fatta in casa o di qualsiasi lievitato in cui essa viene adoperata. Unica nota per l’uso: non va mai utilizzata in purezza, ma nella misura (massimo) di 1:3.
Fonte: qui

In questa ricetta l'aroma del grano arso scompare, pertanto non presenta retrogusti

Farine Molino Rossetto

ingredienti
210 gr farina 0
40 gr farina di grano arso
5 gr zucchero
66 gr acqua
46 gr vino bianco secco
6 gr sale
40 gr olio girasole

L'impasto lo faccio nella macchina del pane ma si può fare anche a mano

Iniziare con le farine e lo zucchero, poi unire 60 gr d'acqua, quando è stata assorbita unire 40 gr di vino, dopo 2 minuti unire il sale e l'olio molto lentamente, per rendere il composto liscio e omogeneo ho unito anche altri  6 gr di acqua e 6 gr di vino, dovete regolarvi in fase d'impastamento.

Avvolgere con pellicola e fare riposare 30 minuti.

Accendere il forno a 180 gradi.
Riprendere l'impasto fare dei bigolini e ricavare pezzettini da circa 8/10 grammi, unire le estremità e disporli nella placca del forno.

Spennellare con olio e infornare per circa 30 minuti.

Ho fatto 2 infornate

71 commenti:

  1. Para un picoteo o una merienda están geniales, Federica!!

    Besos

    RispondiElimina
  2. Se strepitosa Fede,son favolosi!!!! :-))
    Un bacione felice settimana

    RispondiElimina
  3. Che buoni i tuoi taralli, perfetti abbinati al salame . Un abbraccio Daniela.

    RispondiElimina
  4. Ho provato anch'io questa farina e devo dire che regala un profumo davvero particolare ai lievitati e questi tarallucci rustici sono una favola!!Bacioni,Imma

    RispondiElimina
    Risposte
    1. non vedo l'ora di vedere cosa hai sfornato ^_^ ciaoooooo

      Elimina
  5. ma che belli!!!bravissima,come sempre :)) buona settimana,Fede ^__^

    RispondiElimina
  6. salvo la ricetta, i miei cuccioli vanno matti per i taralli in ogni loro versione!

    RispondiElimina
  7. Questa ricetta me la segno di sicuro!Complimenti, sono bellissimi questi taralli! Buona giornata.

    RispondiElimina
  8. grazie per la breve delucidazione, sempre e opportunamente utile :) sono bellissimi questi tarallini :)

    RispondiElimina
  9. Non si smette mai di imparare, grazie Fede per questa storia e per questi taralli sicuramente deliziosi!

    Un bacio

    Simo

    RispondiElimina
  10. Non la conoscevo questa farina.
    Io di solito faccio una prima cottura in acqua, vedo che tu non l'hai fatta. Magari provo anch'io a fare così. ciao

    RispondiElimina
    Risposte
    1. anch'io li faccio di solito con la bollitura e nel blog ci sono, ma altre volte ho già fatto così saltando quel passaggio e vengono ugualmente ottimi, ciaooooooooooooooooo

      Elimina
  11. è da parecchio che faccio il filo a quella farina, credo proprio che rientrerà nel prossimo rifornimento. questi tarallini sono troppo uno tira l'altro. un bacione, buona settimana

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ^_^ bene dai è ora di prenderla!! ciaooooo

      Elimina
  12. Ho provato questa farina settimane fa..mi ha sorpreso molto!!!!Ottima idea nei tarallini.. baci e buon inizio settimana :-)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. beneeeee chissà cosa hai fatto di buono!!! ciaooooooo

      Elimina
  13. Belliiiiiiiiiiiii amica hai sfornato una vera bonta'!!!! grazie per la citazione amica ;-)

    RispondiElimina
  14. finalmente ho capito cosa sia il grano arso grazie a te e i taralli sono deliziosi e sfiziosissimi :P

    RispondiElimina
  15. Bellissimi, una fantastica proposta!!! Baci

    RispondiElimina
  16. Golooosi!! Da mangiare subito!!!!
    Baci

    RispondiElimina
  17. Sarei molto curiosa di assaggiare la farina di grano arso, i tuoi taralli sono molto sfiziosi e con quella fettina di salame...ancora più golosi...bravissima!!!
    Bacioni...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. è un leggero gusto di tabacco, non bisogna esagerare con la quantità. è particolare ma buona!

      Elimina
  18. Sono meravigliosi! Felice settimana! :)

    RispondiElimina
  19. Sai ne immagino il sapore,l'odore e nell'attesa di provarla per davvero,mi rifaccio gli occhi con i tuoi tarallini!Mamma mia quanto mi piacciono,perciò tesoro,sono troppo pericolosi...ma ti adoro lo stesso,anzi di più!Un abbraccio cara Fede!

    RispondiElimina
  20. Ciao! Silvia adora questa farina, proprio per il suo sapore intenso ed il profumo caratteristico! I tarallini sono davvero un'ottima idea di utilizzo! Bacioni

    RispondiElimina
  21. Ciao Fede!!!
    Questa farina è nell'elenco da provare da un po'...mi incuriosisce un sacco...
    Mi piacciono i tuoi tarallini...ancor più in versione più veloce con un'unica cottura!!!!

    Un abbraccio
    monica

    RispondiElimina
  22. Fede che meraviglia e poi un altra nuova farina...non riesco a starti dietro ho appena ordinato e ora voglio anche questa di grano arso,sono curiosissima! Bravissima,buona settimana cara bacioni :*

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ahahahahah non riempirti di farine che poi arriva il caldo!!!! baciiiiiiiiiiiiii

      Elimina
  23. Che buoni i taralli e poi con quel salame di accompagnamento devono essere favolosi! Baci

    RispondiElimina
  24. Che meraviglia questi taralli! Mai usato questa farina ,anche se ho sentito.Lo devo prima comprare.
    baci e buona settimana!

    RispondiElimina
  25. Bravissima!!! Interessantissimo post!!! ^_^

    RispondiElimina
  26. Che buoni Fede! Look delicious!
    xo

    RispondiElimina
  27. Ne avevo sentito parlare ma le origini non le conoscevo, grazie per le info e per questa ricettina sfiziosissima. Baci cara

    RispondiElimina
  28. Amica, anche io ho questa farina ma non l'ho ancora utilizzata... adesso, grazie a te, ho approfondito la mia conoscenza e ti ringrazio! Sei sempre unica! <3 Questi tarallini devono essere ottimi, complimenti! Un abbraccio forte forte, felice settimana :) <3

    RispondiElimina
  29. fantastici, questa farina è speciale, brava

    RispondiElimina
  30. adoro i taralli cara Federica è la tua ricetta è favolosa me la segno subito,ottima presentazione con il salame che adoro,un bacione ^_^

    RispondiElimina
  31. bravissima fede!!
    che bei taralli!!=)
    baci vale

    RispondiElimina
  32. Che bella l'idea della fetta di salame dentro i taralli !
    Grande cuoca,sei bravissima.

    RispondiElimina
  33. Questi sono fantastici! Il grano arso lo avevo gia' sentito, ma non conoscevo propriamente la storia! grazie per tutte queste informazioni e novita'!!! baci

    RispondiElimina
  34. Sei un tesoro grazie per questa bellissima storia sul grano arso...ti abbraccio

    RispondiElimina
  35. ch egran bella ricetta secondo me la farina di grano arso da anche sapore oltre che colore

    RispondiElimina

Ciao, grazie per il tuo commento.
Mi fa piacere ricevere anche le tue critiche!
Non esitare a darmi qualche dritta!
Federica
Commenti anonimi se non firmati verranno rimossi.
Commenti con link attivi e inattivi di qualsiasi genere verranno rimossi
Commenti con pubblicità a contest o altro verranno rimossi

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...
Questo blog non rappresenta un prodotto editoriale, ai sensi della legge 62 del 7/3/2001. Alcune immagini sono tratte da internet, ma se il loro uso violasse i diritti d'autore, lo si comunichi all'autore del blog che provvederà alla loro pronta rimozione. L'autore dichiara di non essere responsabile dei commenti lasciati nei post. Eventuali commenti dei lettori, lesivi dell'immagine o dell'onorabilità di persone terze il cui contenuto fosse ritenuto non idoneo alla pubblicazione, verranno insidacabilmente rimossi.
Autorizzo la pubblicazione delle mie foto e ricette a condizione venga sempre inserito un link a questo blog
Copyright © Federica Simoni