Krapfen favolosi






La richiesta è arrivata chiara e precisa dal marito: Quando mi fai i krapfen?
La risposta l'ho trovata nel bellissimo blog di Federica, un blog ricco di ricette e di tentazioni ^_^ , che vi consiglio di visitare.
La ricetta mi ha conquistato subito ed è diventata il mio chiodo fisso da fare! ^_^ 
Vi consiglio di farli  perchè meritano di essere provati e credetemi sono una vera goduria per il corpo e la mente!!

Ricetta tratta dal blog Le Blonde Femme

In rosso le mie modifiche
Ingredienti per 25 krapfen da 40 gr, oppure 20 da 50 gr

per l’impasto
500 gr di farina forte per me Manitoba Lo Conte
60 gr di zucchero
10 gr di sale fino
150 gr di acqua a temperatura ambiente
15 gr di lievito di birra fresco
4 uova medie a temp. ambiente (peso senza guscio 204 gr)
scorza grattugiata di mezzo limone
125 gr di burro bavarese morbido, a temperatura ambiente

per la cottura
2 litri di olio di semi di girasole arachide

per la finitura
zucchero semolato

Ho iniziato verso le 17 l'impasto

Nell'impastatore inserire  farina, zucchero e lievito sbriciolato, unire l'acqua e avviare, poi unire le uova leggermente sbattute a parte, la buccia di limone, e il sale.
Impastare con il gancio a foglia a velocità media per 8 minuti, a me ne son voluti 11 minuti, finché l'impasto si stacca dalle pareti della ciotola e forma una palla.
Spegnere e lasciare riposare 1 minuto.
Montare il gancio a uncino a iniziare a impastare a media velocità aggiungendo il burro poco alla volta fino a che è tutto incorporato. Una volta fatto questo passaggio alzate la velocità al massimo e impastate per 5 minuti, fino a che l’impasto è lucido, liscio e molto elastico. 
Lasciate l’impasto nella ciotola, coprite con un panno umido e fate lievitare fino al raddoppio (tra i 60 e gli 80 minuti). Passato questo tempo sgonfiate l’impasto, coprite nuovamente con il panno e mettete in frigo 12 ore o tutta la notte. Per me 12 ore

Il giorno dopo tirate fuori l’impasto dal frigo e dividetelo subito  in 20 pezzi da 50 gr circa, formate delle palline lisce e leggermente schiacciate e disponetele su una o più placche ben infarinate, lasciando un po’ di spazio tra l’una e l’altra in modo che non vengano in contatto durante la lievitazione. 
Io avendone fatte 25 ho usato 3 placche.


Coprite con la pellicola, lasciandola cadere morbida, e fate lievitare 4 ore o finché non raddoppiano.
Io ho messo le placche in forno spento senza pellicola con un panno umido appoggiato alla griglia del forno. Hanno lievitato in 3 ore e mezza.

Nel frattempo preparare le creme

Quando i krapfen sono lievitati preparatevi per friggere: mettete l’olio nella friggitrice o in una pentola capiente e portatelo a 180°C, coprite un vassoio con carta assorbente, preparate un piatto con lo zucchero semolato e infine un vassoio (con poca carta assorbente) per accogliere i krapfen pronti.
Prendete delicatamente i krapfen (fate attenzione a non sgonfiarli!!) saranno molto morbidi e se necessario usate una paletta un poco infarinata e calateli nell'olio, cuocete 2 minuti per lato controllando costantemente la temperatura dell’olio per evitare che scuriscano troppo o che, in caso di temperatura troppo bassa, assorbano l’olio. Friggetene 3-4 alla volta, conforme la grandezza della vostra pentola.
Man mano che i krapfen sono pronti scolateli sulla carte assorbente, rotolateli nello zucchero semolato e metteteli sul vassoio finale.
Per farcirli fate prima un piccolo foro, con un coltello appuntito, sulla linea bianca del krapfen.
Riempite una sac-à-poche o una siringa da pasticceria con la crema e riempite ogni krapfen finché è bello gonfio :P

Creme:

Per 10 Krapfen
crema pasticcera
180 gr panna fresca
120 gr latte
70 gr zucchero
40 gr farina con amido
1 uovo
buccia di limone

Scaldare i liquidi.
A parte sbattere uovo, zucchero e farina, unire i liquidi caldi e portare a densità su fuoco dolce, versare in una ciotola e unire la buccia di limone. Coprire con pellicola a contatto e lasciare raffreddare.

Per 10 Krapfen
crema pasticcera al cioccolato
50 gr panna fresca
250 gr latte
70 zucchero
1 uovo
40 gr farina con amido
80 gr di cioccolato fondente tritato finemente

Scaldare i liquidi.
A parte sbattere uovo, zucchero e farina, unire i liquidi caldi e portare a densità su fuoco dolce, unire il cioccolato mescolare fino a completo scioglimento e versare in una ciotola con pellicola a contatto.

NOTE:
- Farine adatte manitoba Lo Conte, W330 Molino Rossetto, Farina panettone Molino Quaglia

- i krapfen farciti e coperti bene con la pellicola possono essere conservati in frigo e scaldati in forno bassissimo prima di essere serviti. 


- Il riposo in frigo è importantissimo perché l'impasto  lievita una seconda volta ed è anche più maneggiabile.

- Ho farcito 10 krapfen con crema pasticcera, 10 con crema al cioccolato e 5 con marmellata di albicocche


Grazie a Giovanna per aver provato la ricetta

58 commenti:

  1. Da tempo non guardo più ricette di krapfen perché ho trovato la ricetta perfetta ma i tuoi mi tentano e vorrei provarli.
    Bravissima Federica,sei una gran cuoca.

    RispondiElimina
  2. Fanno fare proprio wow, vero???? Deve avere a che fare con il chiamarsi Federica...;)

    RispondiElimina
  3. sono davvero favolosi! adoro i krapfen!
    quanto mi manca il trentino e le mie settimane bianche...dove almeno uno era concesso! ahhaah
    Complimenti Fede, immagino che il marito ora l'hai accontentato!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Simona <3 si marito sistemato ^__^

      Elimina
  4. bellissimi e buonissimi!!! adoro i krapfen, mi ricordano la mia infanzia...
    bacioni.

    RispondiElimina
  5. fedeeeeeeeeeeeeeeeeeee copio subito la ricetta e li preparo domenica, i miei fianchi ti ringraziano :-)

    RispondiElimina
  6. Certo che dopo una richiesta come quella non si poteva certo rimanere con le mani in mano. 23 krapfen in due....si può fare :-)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ahahahhaha altro che san valentino!!

      Elimina
  7. mettono l'acquolina solo a guardarli immagino ad averle davanti gli occhi..ancora una volta il marito e' fortunato :-D...segno amica!

    RispondiElimina
  8. Misericordia Fede!!! Hai deciso di farmi svenire davanti al PC!!!
    Visione goduriosa :)
    Un bacione, buona giornata

    RispondiElimina
  9. Svengo!!! Sono di una bellezza e di una goduria unica. Il procedimento è lungo ma non mi spaventa. Salvo e credo proprio che diventeranno anche il mio chiodo fisso.
    Baci.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Falli Natalia che sono buonissimi!!

      Elimina
  10. Fede sono spettacolari...io li adoro...brava :P

    RispondiElimina
  11. Sono bellissimi! Grazie mille per la ricetta e per la precisione con cui hai scritto anche le note :D Ho mangiato i Krapfen a Berlino e a Monaco di Baviera, ma non ho mai provato a rifarli, perchè nei blog nostrani si trovano ricette di bombe... spacciate per krapfen. I krapfen sono tutta un'altra cosa, hanno una leggerezza che i nostri bomboloni non hanno, quindi quasi quasi provo la tua ricetta, perchè promette benissimo! Grazie e un bacione

    RispondiElimina
  12. sono favolosi come lo è il blog di Federica,complimenti e grazie al marito per la richiesta che ti ha permesso di regalarci tanta bontà,felice giornata

    RispondiElimina
  13. ho un malore a guardarle, sono stupende! sei davvero instancabile, ma come fai? sforni e cuoci roba fantastica ogni giorno, un vero mito! bacioni

    RispondiElimina
    Risposte
    1. grazie Sonia sei sempre gentilissima!!! <3

      Elimina
  14. Con questi mi hai stesa.. sono golosissimi!!!! smackk

    RispondiElimina
  15. favolosi, si...mi ci tufferei dentro a questi krapfen!!! Strepitosi!!!!!!!!!!!
    baciotto cara

    RispondiElimina
  16. quelle cremine che si intravedono mi stanno facendo sognare!!!!Bravissima!!!!Baci Sabry

    RispondiElimina
  17. Cara Federica e ci credo che sono favolosi ,solo guardando la foto mi viene una voglia pazzesca di prepararli,bravissima come sempre,un bacione ^_^

    RispondiElimina
  18. svengo................
    Gp non me li ha mai chiesti.... gli faccio vedere queste foto tipo messaggio neanche poi molto subliminale così me li chiede e glieli preparo! ora vado a dirglielo anche alla "bionda" :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. grazie della visita Viviana, beh si faglieli vedere vedrai che se li sognerà anche di notte ^__^ e poi dovrai farli ^_^ a presto

      Elimina
  19. :O sono meravigliosi!!! segno :)

    RispondiElimina
  20. gnam, da noi si chiamano bombe, le ho fatte ieri! un abbraccio
    ciao Reby

    RispondiElimina
  21. vorrei che mi indicassi una tua ricetta che non sia favolosa :)
    questi mi ricordano quelli che faceva mia suocera e che chiamavano zeppole, e io ogni volta"non sono zeppole , sono krapfen!" ma nulla da fare non le entrava :)
    bacio

    RispondiElimina
  22. WOW Federica che spettacolo i tuoi krapfen, con quelle creme poi sono una vera goduria, brava!!!
    Bacioni...

    RispondiElimina
  23. alla parola favolosi in accoppiamento con krapfen sono svenuta... ecco la ricetta da segnare subito... mi fermerò col friggere quest'anno? :) meravigliosi :*

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Simona questi passano al primo post non la mollo più questa ricetta!! ^_^ <3

      Elimina
  24. Che ricetta fantastica l'ho letta tutta tutta ...devo farli!!!

    RispondiElimina
  25. li ho fatti anche io ;)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ^_^ allora sai già quanto son buoni!

      Elimina
  26. Io adoro i kraphen e per quest'anno ho già dato, fatti e mangiati anche troppo! Però questa tua versione è una vera libidine per gli occhi e immagino per la bocca!

    RispondiElimina
  27. krapfen di una golosità unica, bravissima

    RispondiElimina
  28. Ciao li ho fatti ieri veramente favolosi..

    RispondiElimina

Ciao, grazie per il tuo commento.
Mi fa piacere ricevere anche le tue critiche!
Non esitare a darmi qualche dritta!
Federica
Commenti anonimi se non firmati verranno rimossi.
Commenti con link attivi e inattivi di qualsiasi genere verranno rimossi
Commenti con pubblicità a contest o altro verranno rimossi

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...
Questo blog non rappresenta un prodotto editoriale, ai sensi della legge 62 del 7/3/2001. Alcune immagini sono tratte da internet, ma se il loro uso violasse i diritti d'autore, lo si comunichi all'autore del blog che provvederà alla loro pronta rimozione. L'autore dichiara di non essere responsabile dei commenti lasciati nei post. Eventuali commenti dei lettori, lesivi dell'immagine o dell'onorabilità di persone terze il cui contenuto fosse ritenuto non idoneo alla pubblicazione, verranno insidacabilmente rimossi.
Autorizzo la pubblicazione delle mie foto e ricette a condizione venga sempre inserito un link a questo blog
Copyright © Federica Simoni