Pancarrè morbido allo yogurt









Nel lontano 2009 sfornai questo pancarrè morbidissimo  di Paoletta.
E' una delle mie ricette preferite che sforno spesso visto che si abbina benissimo sia con il dolce che il salato.
Questa volta però ho voluto cambiare qualcosina.
Complice il mio nuovo acquisto: un bel stampo ovale regolabile per dolci e pane... e subito penso: rifaccio il pancarré  cambio stampo e modifico pure un po la ricetta ^__^

Rispetto alla  vecchia ricetta pubblicata  ho sostituito:
-la farina: 250 g farina 0 e 250 g manitoba miscelate tra loro con tutta farina panettone.
-10 g olio evo sostituito con 15 g olio di girasole


Ingredienti totali:
500 g farina panettone
30 g burro morbido 
15 g olio di girasole
125 g di yogurt bianco dolce
75 g di acqua
30 g di zucchero
12 g di sale


Per il lievitino:
120 g latte
150 g di farina presa dal totale
1 cucchiaino di malto di grano o miele
12 g di lievito di birra fresco

Fare un lievitino con gli ingredienti sopra e lasciar lievitare per circa 1 ora e mezza o fino al raddoppio. (In estate 1 ora, o poco più, è sufficiente)
Nel frattempo miscelare l'acqua e lo yogurt e lasciar riposare a temperatura ambiente.

Quando il lievitino ha quasi raggiunto il doppio del volume, fare un impasto sul tavolo con il resto degli ingredienti e lavorarlo bene.
Appena il lievitino è pronto mettetelo sul tavolo schiacciarlo bene e tirarlo con il le mani, mettere al centro il secondo impasto poi cominciate a lavorarlo battendo finché non ci saranno più striature bianche il che indica che i due impasti si sono già completamente amalgamati (ci vorranno almeno 15 minuti).
Trasferire in una ciotola, far riposare 40 minuti (in inverno ce ne vorranno 50/60) e mettere in frigo circa 8 ore coperto con panno umido.
Al mattino tirare fuori la ciotola e lasciare l'impasto a temperatura ambiente circa 1 ora. Dopodiché spezzare in due, sgonfiare un poco e dare le pieghe del secondo tipo coprire i due panetti e lasciarli riposare circa 15/20 minuti.
Formare ora due cordoni lunghi circa 30 cm. e arrotolarli tra loro. Posizionare in uno stampo da plumcake lungo 35 cm. e unto d'olio di semi. Pennellare di latte.
Lasciare lievitare circa 40 minuti (in inverno 1 ora) pennellare ancora un poco di latte e se si desidera, spolverare di semi di sesamo.
Infornare in forno caldo a 220° per i primi 20 minuti, coprire poi con carta forno la superficie che si sarà già dorata e proseguire la cottura a 180/190° per altri 15/20 minuti.


Sfornare il pancarré e senza toglierlo dallo stampo, avvolgerlo bene in un grosso panno di cotone e lasciarlo raffreddare.

Toglierlo poi dallo stampo e non consumare prima di almeno 3 o 4 ore.




21 commenti:

  1. È uno spettacolo. ..mi piacciono molto i lievitati. .lo proverò sicuramente. .baci :*

    RispondiElimina
  2. I tuoi lievitati sono uno spettacolo,complimenti,perfetto oltre che molto bello,bravissima

    RispondiElimina
  3. CHE SPETTACOLO CARA, BRAVISSIMA!!!!BACI SABRY

    RispondiElimina
  4. Adoro entrambe le versioni, Federica. Ma la morbidezza dello yogurt...magnifica!
    Un abbraccio,
    MG

    RispondiElimina
  5. Ha un bellissimo aspetto, adoro (come sempre) la presentazione! Allo yogurt dev'essere molto morbido

    RispondiElimina
  6. Fedeeeee è straordinario! ma quanto sei brava?? baciotti!

    RispondiElimina
  7. Ti è venuto una meraviglia, ne mangerei metà da solo e metà con i salumi!

    RispondiElimina
  8. Look perfect amd delizioso cara!!!!
    Baci!!

    RispondiElimina
  9. Soffice e splendidamente lievitato, bravissima Fede!!!!

    RispondiElimina
  10. che meraviglia Fede, sembra una piuma :)
    un bacione, buona giornata

    RispondiElimina
  11. Cara Fede la ricetta di Anice&Cannella è super top e tu come sempre con i lievitati sei fortissima.
    Ti abbraccio e buon inizio :) smack

    RispondiElimina
  12. Bellissimo. Lo proverò, qui viviamo di pancarrè. Bacioni.

    RispondiElimina
  13. Ciao Fede,questo pancarré é uno spettacolo... Bello e soffici come una nuvola!
    Bravissima!!!
    Ti auguro uno splendido week-end!
    Un abbraccio Laura<3<3<3

    RispondiElimina
  14. morbido ed invitante,un abbraccio,ciao Reby

    RispondiElimina
  15. la morbidezza è un requisito importante per un pan carrè, ottima versione

    RispondiElimina
  16. Mi piace la vecchia e la nuova versione.

    RispondiElimina
  17. Che morbidezza!!! Ma come fanno a venirti cosi' bene i panbauletti....! Troppo brava!

    RispondiElimina
  18. E' spettacolare!! bravissima..

    RispondiElimina
  19. Bravissima, ma mi occorre sapere:lo stampo di quale marca e quale misura , idem per la farina panettone, che marca è dove si compra? Scusa, ma sono impaziente di farlo anch'io. Un saluto da Lucia.

    RispondiElimina
  20. Bravissima, come sempre. Ma mi dici dello stampo, marca e misure, e anche della farina panettone,marca e dove comprare.
    Grazie mille

    RispondiElimina
    Risposte
    1. grazie, la marca dello stampo non la ricordo comunque è uno stampo ovale regolabile senza fondo che va bene anche x i semifreddi 43,5 x 6,9. la farina panettone si acquista solo on line da molino quaglia. Nel post è scritto come sostituirla.

      Elimina

Ciao, grazie per il tuo commento.
Mi fa piacere ricevere anche le tue critiche!
Non esitare a darmi qualche dritta!
Federica
Commenti anonimi se non firmati verranno rimossi.
Commenti con link attivi e inattivi di qualsiasi genere verranno rimossi
Commenti con pubblicità a contest o altro verranno rimossi

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...
Questo blog non rappresenta un prodotto editoriale, ai sensi della legge 62 del 7/3/2001. Alcune immagini sono tratte da internet, ma se il loro uso violasse i diritti d'autore, lo si comunichi all'autore del blog che provvederà alla loro pronta rimozione. L'autore dichiara di non essere responsabile dei commenti lasciati nei post. Eventuali commenti dei lettori, lesivi dell'immagine o dell'onorabilità di persone terze il cui contenuto fosse ritenuto non idoneo alla pubblicazione, verranno insidacabilmente rimossi.
Autorizzo la pubblicazione delle mie foto e ricette a condizione venga sempre inserito un link a questo blog
Copyright © Federica Simoni